Mercedes-Benz 240

mercedes-benz-240

Mercedes-Benz 240

La Mercedes 240 viene fabbricata dal 1973 al 1986

In effetti la serie Mercedes W 115 è nata nel 1968, anno di svolta, e con i suoi alti proiettori rettangolari e le forme della sua carrozzeria dalla strutturazione chiara, documentava perfettamente il modo in cui la casa di Stoccarda concepiva le motorizzazioni. Grazie alla loro affidabilità, i modelli successivamente denominati “stroke otto” per ricordare l’anno del lancio, hanno contribuito notevolmente a consolidare quell’immagine che per decenni verrà associata alle auto Mercedes. Nonostante la produzione di quasi due milioni di berline e coupé della serie W 115, la Mercedes /8 è riuscita addirittura ad affermarsi trent’anni più tardi come classic car. In particolare la Mercedes 240 Diesel, presentata per la prima volta nel 1973 e fabbricata fino al 1986 in due generazioni, ha entusiasmato non solo attraverso il suo design sempreverde, bensì anche per l’apparato tecnico robusto e longevo.

Diesel "top" della serie

Negli anni Settanta le cose non sono andate molto diversamente. Se i Diesel della casa di Stoccarda con i loro piccoli motori da 2,0 litri inizialmente presentavano valori di potenza soltanto simili a quelli del Maggiolino Volkswagen, dal 1973 con la Mercedes 240 la casa di Stoccarda ha dimostrato che i Diesel erano in grado di offrire di più. Al momento del lancio sul mercato la Mercedes 240 è stata dotata inizialmente di un motore da 2,4 litri e 48 kW (65 CV), che verrà montato fino al 1976. Dal 1974 era inoltre disponibile già una Mercedes 240 cinque cilindri con un propulsore da 3,0 e 59 kW (80 CV) che, in virtù della sua velocità massima di circa 150 km/h, era pur sempre più veloce sempre di dieci chilometri buoni rispetto alla Mercedes 240 dalla motorizzazione più piccola. In questo modo la Mercedes 240 della prima generazione dalla lunghezza di 4,68 metri e il peso di 1,3 tonnellate costituiva il Diesel più potente della serie.

Mercedes 240 SW dal 1978

Con il lancio della nuova serie W 123, avvenuto nel 1975, la Mercedes 240 ha perso la sua posizione di Diesel "top" del programma in seguito al lancio della Mercedes 300, ma non il suo record di Diesel più venduto della classe media superiore prodotto dalla casa di Stoccarda. Ciò si doveva non da ultimo alla presentazione nel 1978 di una SW realizzata sulla base della Mercedes 240, che ha incontrato molto favore grazie alla capacità di carico fino a 880 litri con lo schienale del divano posteriore abbassato e un carico aggiuntivo di mezza tonnellata, molto valido per l’uso sia familiare che professionale (ad esempio come taxi). La Mercedes 240 è stata realizzata in edizione limitata anche in versione più lunga, vale a dire con una carrozzeria allungata a 5,35 metri contro i 4,72 metri delle berline di serie tradizionali di questa generazione. All’inizio degli anni Ottanta la Mercedes 240 ha fissato nuovi standard anche riguardo all’equipaggiamento di sicurezza, montando per la prima volta ABS e airbag per conducente a bordo di berlina e SW.

Motorizzazioni dal 1975 al 1986

Inizialmente non sono state apportate molte innovazioni al programma della motorizzazione della Mercedes 240 della seconda generazione. Il vecchio propulsore da 48 kW (65 CV) è stato montato fino al 1978. Successivamente la Mercedes 240 è stata dotata di un motore più potente da 54 kW (72 CV), che rimarrà in programma per le berline fino alla fine del 1985. La Mercedes 240 SW è rimasta in programma qualche mese in più, fino alla fine del 1986, anno in cui è stata sostituita con la Mercedes 250