Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Mercedes-Benz Classe A

Pro
  • -Stile e tecnologia di livello assoluto
  • -Guidabilità ottima
Contro
  • -Interni a tratti poco curati
  • -Versione base scarna e tanti optional a pagamento

Mercedes-Benz Classe A: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Con la Mercedes W201, la mitica 190, Mercedes aprì 40 anni fa, nel 1982, il suo brand ad una fetta di clienti diversa: più giovane, più dinamica, molto differente dal suo classico cliente tipo. Dopo il successo di quella che è diventata oggi la Classe C, Mercedes ha deciso di rifarlo 15 anni dopo, nel 1997, con la Mercedes-Benz Classe A. L’obiettivo era a dir poco ambizioso: creare una vettura compatta, delle dimensioni analoghe a quella di una utilitaria, ma con contenuti tecnici e qualitativi molto più ricchi, come si conviene ad una vettura con la mitica Stella a tre punte della Casa di Stoccarda. Continua a leggere

La prima serie di Mercedes-Benz Classe A, nata nel 1997 e nota con il nome di progetto W168, era un’automobile fuori dagli schemi: lunga meno di 3,6 metri, offriva spazio per 5 persone e un bagagliaio capiente grazie ad una particolarissima carrozzeria monovolume. Dal punto di vista meccanico, il telaio di Mercedes-Benz Classe A era ai vertici per sicurezza: tra il pavimento dell’abitacolo e il fondo del pianale c’era infatti uno scomparto studiato per accogliere, in caso di incidente, l’intero blocco motore e cambio, con i motori (realizzati specificatamente per il modello) che erano per questo inclinati di ben 59°. Questa soluzione era perfetta anche per alloggiare le batterie di un’eventuale versione elettrica, rimasta però poco più di un concept. All’interno, Classe A offriva spazio e versatilità, ma la qualità non era a livello delle sorelle più grandi. Nonostante questo avesse fatto storcere il naso agli acquirenti, che si aspettavano di trovare la qualità Mercedes a bordo, non fu il vero problema di Classe A. La prima serie di Mercedes-Benz Classe A balzò agli onori della cronaca per il suo fallimento nel test dell’alce, dove per evitare un ostacolo inaspettato in mezzo alla carreggiata diversi esemplari si ribaltarono a causa del baricentro troppo alto.

Mercedes-Benz corse ai ripari, irrigidendo il telaio e installando di serie il sistema ESP, e la Classe A cominciò lentamente a riprendere quota nelle vendite. Dotata di motori benzina e diesel da 60 a 140 CV, la prima serie arrivò fino al 2004, venendo prodotta in oltre 1.1 milioni di esemplari. A causa della figuraccia e degli interventi correttivi sul modello, però, Mercedes perse oltre 1.400 euro per ogni Classe A prima serie prodotta. Nonostante questo, la Casa di Stoccarda non si diede per vinta, e nel 2004 diede vita alla seconda generazione di Classe A, la W169. Le dimensioni crebbero di circa 35 centimetri, arrivando così a 3,88 metri, il telaio a sandwich venne mantenuto e i materiali furono sensibilmente migliorati. Su strada, poi, Classe A aumentò la larghezza, e si ridusse anche l’altezza, così come il baricentro. Nonostante fosse meno rivoluzionaria e versatile della prima serie, la Mercedes-Benz Classe A W169 bissò il successo della precedente generazione, offrendo anche una guida più dinamica e piacevole, con motori benzina e diesel con potenze comprese tra 82 e 193 CV. Se poi la prima generazione era disponibile in versione Lunga, per il massimo della praticità, la seconda serie era dotata di una sportiva versione Coupé, a sottolineare le differenze con la vecchia generazione.

Prodotta dal 2004 al 2012, la seconda serie di Mercedes-Benz Classe A è stata l’ultima con carrozzeria monovolume compatta. Se infatti quel ruolo è stato preso dalla sorella Classe B, la piccola di casa Mercedes con la terza generazione ha cambiato tutto, a partire dal numero di progetto, W176. Ora, Mercedes Classe A è diventata una compatta media come le rivali BMW Serie 1 e Audi A3. Lunga 4,3 metri e dotata di un classico pianale convenzionale, Mercedes Classe A punta ad un pubblico più sportivo, giovane e dinamico. La praticità è inferiore alle prime due generazioni: ora il focus è sulla qualità degli interni, sullo stile e sulla guidabilità. Dotata di motori turbo su tutta la gamma con potenze comprese tra 90 e 211 CV, nel 2013 arriva la prima Classe A riveduta da AMG, la A45, dotata di un 2.0 turbo da 360 CV e prestazioni da sportiva pura.

Questa versione così diversa dalle prime due generazioni di Mercedes-Benz Classe A ha avuto un grande successo di vendite. Per questo, Mercedes ha continuato con questa trasformazione con la quarta generazione, quella attualmente in vendita dal 2018. La Mercedes Classe A attuale, la W177, è anche la protagonista del nostro focus di oggi, ed è una delle compatte più desiderate del mercato. Dotata di interni tecnologici e belli da vedere, è comoda, piacevole da guidare e ha uno stile ricercato e apprezzato. Dotata di ben due versioni AMG, la 35 e la 45, ha motori a benzina, diesel e anche una motorizzazione ibrida plug-in, la prima della storia del modello.

Dimensioni Mercedes-Benz Classe A

Le dimensioni di Mercedes-Benz Classe A sono:

  • Lunghezza 4,42 metri
  • Larghezza 1,80 metri
  • Altezza 1,44 metri
  • Passo 2,73 metri

Come detto in apertura, Mercedes Classe A è cambiata moltissimo in 25 anni di carriera. Nata come piccolo monovolume da città con la tipica qualità Mercedes, oggi la più piccola delle vetture della Stella è una vera auto compatta che può accogliere tutta la famiglia. Le dimensioni di Mercedes-Benz Classe A sono infatti piuttosto generose, con una lunghezza che supera di slancio i 4,40 metri. Questa imponenza è ben visibile anche dalle linee esterne, che sfoggiano stile, cura e attenzione ai dettagli. Il frontale di Mercedes Classe A è dominato, manco a dirlo, dalla grande stella a tre punte, con dei sottili fari (disponibili anche con tecnologia Matrix LED) che danno dinamismo e sportività alla vettura. Il cofano è piuttosto lungo, in nettissima contrapposizione con le vecchie Classe A, ma l’intero aspetto della vettura è schiavo della versione che andrete a scegliere. Anche le dimensioni cambiano parecchio a seconda dell’allestimento. La versione Premium, ad esempio, è più lunga di 2 centimetri, arrivando a 4,44 metri. La 35 AMG, invece, è più bassa di 3 centimetri e lunga anch’essa 4,44 metri. La cattivissima A45 AMG S, invece, è più lunga (4,45 metri), più bassa (1,41 m) e ben più larga, arrivando a ben 1,85 metri per una padronanza impressionante della strada.

Se scegliete Classe A con un allestimento elegante, a farla da padrone saranno la pulizia, l’armonia e la morbidezza delle linee. Sia davanti, che lateralmente, che dietro, una Classe A in allestimento Business o Premium sarà caratterizzata da un posteriore morbido ed elegante, una fiancata pulita e rassicurante e un look in generale molto elegante e tranquillo. Scegliendo invece un allestimento Sport, il kit estetico AMG o una versione sportiva by AMG, il frontale diventa più appuntito e aggressivo, la fiancata farà spazio a cerchi più grandi e il posteriore si impreziosirà con un paraurti più sagomato, uno spoiler sopra il lunotto e un look più aggressivo e cattivo. In ogni caso, Mercedes Classe A è sempre curata e piacevole da guardare, con il plus del blasone di quel marchio così amato sul cofano. Per concludere con le dimensioni di Mercedes-Benz Classe A, il vano di carico è piuttosto spazioso, a livello delle rivali dirette da BMW, Audi o Volkswagen. Il bagagliaio di Mercedes Classe A misura infatti 355 litri con i sedili in posizione, che scendono a 310 litri sulle versioni ibride A 250 e a causa dell’ingombro delle batterie. Con i sedili abbattuti, invece, ci sono 1.195 litri di spazio a disposizione (1.125 sulle versioni ibride plug-in).

Interni Mercedes-Benz Classe A

Se Mercedes Classe A colpisce per il suo stile filante e sinuoso da fuori, all’interno stupisce per il livello di tecnologia e cura estetica presente. Gli interni di Mercedes-Benz Classe A sono infatti tecnologici, futuristici e di sicuro effetto, anche dopo 4 anni dal lancio del modello. La plancia non ha infatti il classico andamento con la console centrale e tutti i comandi allineati verticalmente. Anzi, Classe A ha rivoluzionato il modo di intendere gli interni di una vettura compatta: qui le superfici sono orizzontali, per una sensazione di spazio e cura nei dettagli davvero importante. Sulle versioni con cambio automatico, il tunnel centrale è privo di leva, posta invece sul piantone dello sterzo come da tradizione Mercedes. Al suo posto, al centro del tunnel, c’è la rotella per comandare il sistema di infotainment, vera star degli interni di Classe A.

Gli interni di Mercedes-Benz Classe A sono infatti dominati dal doppio display di quadro strumenti digitale e sistema di infotainment MBUX, che ha debuttato proprio sulla Classe A. Posizionati entrambi all’interno dello stesso frame, i due sistemi prendono forma solo se scelti nella loro versione più ampia da 10,25 pollici. Di serie, infatti, gli schermi sono da 7 pollici e circondati da una cornice in piano black, una soluzione non appagante dal punto di vista tecnologico né da quello estetico: costano più di 1.000 euro, ma sono un optional obbligatorio. Per il resto, il sistema è veloce, fluido, pieno di funzionalità e dotato di diversi modi di interazione, dalla rotella al touch agli ottimi comandi vocali, attivati dall’ormai celebre comando “Hey, Mercedes”. Per il resto, la qualità è buona anche se non eccelsa in ogni parte dell’abitacolo, mentre lo spazio è buono per 4 persone, e discreto per 5.

mercedes-w177-interieur mercedes-w177-trunk

Motori Mercedes-Benz Classe A

La gamma motori di Mercedes-Benz Classe A è decisamente poliedrica e completa, consentendo a tutti, o quasi, di trovare il proprio motore ideale. Sebbene infatti gli unici ad aver “perso” una versione interessanti sono stati i neopatentati, privati della A160d da 90 CV, oggi i motori di Mercedes Classe A possono davvero accontentare tutti i clienti con una proposta completa e moderna. Tutti i motori della gamma Classe A sono infatti turbo e a 4 cilindri, con quattro motori, tre benzina e un Diesel, declinati in diversi step di potenza differenti.

Ad aprire la gamma di Mercedes Classe A c’è la A160, dotata di un 1.3 turbobenzina 4 cilindri, frutto della collaborazione tra il Gruppo Daimler (di cui Mercedes fa parte) e quello Renault, da 109 CV. Questo motore è molto interessante, capace nonostante la sua cilindrata contenuta di spingere bene e consumare poco. Noto con la sigla di progetto M282, è anche il primo motore Mercedes a 4 cilindri ad essere dotato della disattivazione dei cilindri per ridurre i consumi. Accoppiato al solo cambio manuale a 6 marce sulla A160, il 1.3 turbobenzina è declinato in altre due step di potenza. Il primo è quello della A180, capace di 136 CV e accoppiato al cambio manuale o all’automatico doppia frizione a 8 marce. Il secondo e finale step per il 1.3 turbo è quello della A200: dotato di 163 CV e 250 Nm di coppia, questo motore è accoppiato al cambio manuale o automatico, e dotato anche di trazione integrale 4Matic.

La gamma a benzina di Classe A continua poi con la A250, dotata di un 2.0 turbo da 224 CV ed equipaggiata solo con il cambio automatico doppia frizione a 7 marce, e disponibile con trazione anteriore o integrale. Lo stesso motore M270 è poi la base per la prima delle due AMG su base Classe A, la A35 AMG. Questa versione è una sorta di sportiva soft, con il 2.0 che eroga 306 CV e 400 Nm di coppia, e spinge l’auto da 0 a 100 km/h in soli 4,7 secondi. Per chi invece vuole emozioni forti e il massimo delle prestazioni, il top di gamma è rappresentato dalla A45 AMG S. Il motore è sempre un 2.0 turbo, ma è realizzato a mano dai tecnici AMG: l’M139 è capace di 421 CV e 500 Nm di coppia, risultando il 4 cilindri più potente in commercio. Accoppiato all’automatico doppia frizione a 8 marce, scarica tutta la potenza a terra grazie ad un sistema di trazione integrale più sportivo, il 4Matic+, che permette di trasferire fino al 100% della potenza alle ruote posteriori, consentendo anche una goduriosa modalità Drift.

Ma i motori di Mercedes-Benz Classe A non sono solo a benzina. La compatta tedesca offre anche diverse versioni a gasolio, che però oggi fanno affidamento ad un solo motore. Il chiacchieratissimo ma incredibilmente parco 1.5 di origine Renault ha infatti salutato, e ora il motore Diesel di Mercedes-Benz Classe A è il 2.0 turbo OM654, disponibile in tre livelli di potenza. Alla base della gamma a gasolio c’è la A180 d, dotata di 116 CV e 280 Nm di coppia, e disponibile sia con cambio manuale che automatico a 8 marce. Un gradino più su c’è la A200 d, con 150 CV e 320 Nm di coppia, disponibile con cambio manuale o automatico e anche con trazione integrale 4Matic. Infine, al top della gamma Diesel c’è la A220 d, capace di 190 CV e 400 Nm di coppia, disponibile con il solo cambio automatico e anche con trazione integrale.

Infine, la gamma motori di Mercedes Classe A sfoggia anche una interessantissima versione ibrida plug-in, la A250 e. A livello meccanico, il motore termico è il 1.3 da 163 CV della A200, accoppiato al cambio automatico a 8 marce. Proprio tra motore e cambio è alloggiato un motore elettrico da 102 CV: insieme, i due motori erogano una potenza combinata di 218 CV, per prestazioni a livello della A250 a benzina: 0-100 km/h in 6,6 secondi, e 235 km/h di velocità massima. La batteria è davvero capiente, agli ioni di litio da 15,6 kWh, che consente un’autonomia a zero emissioni di ben 67 km in ciclo WLTP.

Motori Mercedes-Benz Classe A

Benzina

  • A160, 1.3 turbo da 109 CV, cambio manuale a 6 marce e trazione anteriore
  • A180, 1.3 turbo da 136 CV, cambio manuale a 6 marce o automatico a 8 rapporti, trazione anteriore
  • A200, 1.3 turbo da 163 CV, cambio manuale a 6 marce o automatico a 8 rapporti, trazione anteriore
  • A200 4Matic, 1.3 turbo da 163 CV, cambio automatico a 8 rapporti, trazione integrale
  • A250, 2.0 turbo da 224 CV, cambio automatico a 7 rapporti, trazione anteriore
  • A250 4Matic, 2.0 turbo da 224 CV, cambio automatico a 7 rapporti, trazione integrale
  • A35 AMG 4Matic, 2.0 turbo da 306 CV, cambio automatico a 7 rapporti, trazione integrale
  • A45 AMG S 4Matic+, 2.0 turbo da 421 CV, cambio automatico a 8 rapporti, trazione integrale

Diesel

  • A180 d, 2.0 turbodiesel da 116 CV, cambio manuale a 6 marce o automatico a 8 marce, trazione ant.
  • A200 d, 2.0 turbodiesel da 150 CV, cambio manuale a 6 marce o automatico a 8 marce, trazione ant.
  • A200 d 4Matic, 2.0 turbodiesel da 150 CV, cambio automatico a 8 marce, trazione integrale
  • A220 d, 2.0 turbodiesel da 190 CV, cambio automatico a 8 marce, trazione anteriore
  • A220 d 4Matic, 2.0 turbodiesel da 190 CV, cambio automatico a 8 marce, trazione integrale

Ibrido plug-in

  • A250 e, 1.3 turbo e motore elettrico anteriore da 218 CV, cambio automatico a 8 marce, trazione ant.

Prezzi Mercedes-Benz Classe A

Il listino prezzi di Mercedes-Benz Classe A parte da 27.890 euro per la versione d’accesso, la A160 Executive con cambio manuale, mentre l’indiscussa top di gamma è la pazzesca A45 AMG S, che arriva a ben 63.000 euro. Come da tradizione Mercedes, il listino di Classe A è davvero sterminato, ed è pieno di possibilità, optional, pacchetti e offerte tra cui scegliere. Attingere dal listino degli optional è infatti quasi obbligatorio: alcuni equipaggiamenti che dovrebbero essere di serie sono infatti extra, come l’interfaccia Android Auto/Apple CarPlay, la ricarica wireless per lo smartphone, il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco, e persino i cerchi in lega per la versione base Executive.

Come avrete capito, infatti, la versione d’accesso è davvero spoglia, dotata di cerchi in acciaio, fari alogeni e degli schermi di piccole dimensioni. Di serie su tutte le versioni, comunque, ci sono il volante multifunzione, il cruise control, il clima automatico, la radio DAB, la telecamera posteriore e il mantenitore di corsia. Scegliendo un allestimento più ricco dallo sterminato listino prezzi di Mercedes-Benz Classe A, o includendo uno dei numerosi pacchetti disponibili, però, la propria Classe A può diventare un concentrato di tecnologia, con guida autonoma di Livello 2, sospensioni attive, navigatore con realtà aumentata e molto altro.

Listino prezzi Mercedes-Benz Classe A

Executive

  • A160 Executive, 27.890 euro
  • A180 Executive, 29.410 euro
  • A200 Executive, 31.240 euro
  • A180 d Executive, 29.520 euro
  • A200 d Executive, 32.240 euro

Business

  • A160 Business, 29.150 euro
  • A180 Business, 30.670 euro
  • A200 Business, 32.500 euro
  • A200 Business 4Matic aut., 37.980 euro
  • A250 Business aut., 40.000 euro
  • A250 Business 4 Matic aut., 41.920 euro
  • A250 e Business aut., 45.050 euro
  • A180 d Business, 30.780 euro
  • A200 d Business, 33.500 euro
  • A200 d Business 4Matic aut., 38.990 euro
  • A220 d Business aut., 40.090 euro
  • A220 d Business 4Matic aut., 42.350 euro

Sport

  • A160 Sport, 30.757 euro
  • A180 Sport, 32.277 euro
  • A200 Sport, 34.107 euro
  • A200 Sport 4Matic aut., 38.510 euro
  • A250 Sport aut., 41.110 euro
  • A250 Sport 4Matic aut., 43.030 euro
  • A250 e Sport aut., 46.160 euro
  • A180 d Sport, 32.387 euro
  • A200 d Sport, 35.107 euro
  • A200 d Sport 4Matic aut., 39.520 euro
  • A220 d Sport aut., 41.200 euro
  • A220 d Sport 4Matic aut., 43.460 euro

Premium

  • A160 Premium, 32.906 euro
  • A180 Premium, 34.426 euro
  • A200 Premium, 36.256 euro
  • A200 Premium 4Matic aut., 30.657 euro
  • A250 Premium aut., 42.808 euro
  • A250 Premium 4Matic aut., 44.728 euro
  • A250 e Premium aut., 47.858 euro
  • A180 d Premium, 34.536 euro
  • A200 d Premium 4Matic aut., 41.667 euro
  • A220 d Premium aut., 42.898 euro
  • A220d Premium 4Matic aut., 45.128 euro

AMG

  • A35 AMG 4Matic aut., 48.210 euro
  • A45 AMG S 4Matic aut., 63.270 euro

Mercedes-Benz Classe A: concorrenti e conclusioni

Come avete visto, Mercedes-Benz Classe A è una vettura sulla quale c’è molto di cui parlare. Versatile e pratica, può essere elegante, sportiva, tecnologica, veloce come una supercar o attenta all’ambiente a seconda di ciò che desiderate, e di come la configurate in fase di acquisto. In generale, però, ciò che rimane invariato a seconda delle versioni è un’esperienza di guida davvero raffinata e piacevole. Mercedes-Benz Classe A è comoda, silenziosa ma soprattutto agile, divertente da guidare, con una tenuta di strada granitica e una facilità di guida che la rende adatta a tutti. Grazie ai motori briosi e moderni, ogni versione è vivace e piacevole, con i diesel molto parchi nei consumi e le benzina più potenti davvero prestanti. Peccato per una visibilità non sempre ottimale, per la dotazione da integrare e per una qualità costruttiva non sempre a livello Mercedes. Nonostante questo, però, grazie a questa unione tra tecnologica, comfort, qualità e piacere di guida, tra le sue concorrenti Mercedes-Benz Classe A è una delle vetture più complete e desiderabili.

Ma quali sono nel dettaglio le concorrenti di Mercedes-Benz Classe A? Innanzitutto, non possiamo non citare le sue rivali di sempre, le altre compatte premium: BMW Serie 1 e Audi A3, simili per dimensioni, contenuti, target e blasone del marchio. Negli ultimi anni, a guadagnare un posto tra le compatte premium è stata la Volkswagen Golf, che ad esempio offre i fari Matrix LED e altre tecnologie di livello assoluto. Tra le concorrenti di Mercedes-Benz Classe A, salutate Alfa Romeo Giulietta, Volvo V40 e Infiniti Q30, tutte non più in produzione, non possiamo poi non citare la Mazda 3, una outsider per prezzo e blasone del marchio, ma capace di avvicinarsi alle più blasonate per qualità costruttiva, stile e piacere di guida. Tra le generaliste, invece, ad avvicinarsi sempre di più ai livelli di tecnologia e guidabilità sono Peugeot 308, SEAT e CUPRA Leon, Honda Civic e Ford Focus, senza dimenticare Hyundai i30 e Toyota Corolla. Tutte queste auto, però, perdono terreno considerando il blasone del brand.

FAQ

Quanto costa Mercedes-Benz Classe A?

La nuova Mercedes-Benz Classe A parte da 27.890 euro per la versione d’accesso, la A160 turbo benzina con 109 CV e allestimento base Executive. La dotazione di questa versione è però piuttosto scarna, e gli optional a pagamento sono tanti: per avere una Classe A ben accessoriata, bisogna partire da almeno 35.000 euro per una A180 a benzina ricca. Il top della gamma è invece rappresentato dalla A45 AMG S 4Matic+, che con i suoi 421 CV e 0-100 km/h in 3,9 s chiede almeno 63.270 euro.

Quando esce la nuova Mercedes-Benz Classe A?

Nel corso del 2022 dovrebbe arrivare un restyling per Mercedes-Benz Classe A, che dovrebbe aggiornare il sistema di infotainment, rivedere qualche dettaglio estetico e, magari, introdurre nuovi motori e nuove tecnologie, come i fari Matrix LED. Non è ancora noto, invece, se e quando arriverà la nuova generazione di Classe A.

Quale Mercedes Classe A monta il motore Renault?

Fino all’inizio del 2021, la Mercedes A180 d era dotata del longevo 1.5 turbodiesel di origine Renault da 116 CV. Dalla fine dello scorso anno, però, è terminata la partnership con la Casa francese: oggi, la A180 d è dotata di un 2.0 turbodiesel di produzione totalmente Mercedes-Benz, capace sempre di 116 CV.