Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

SEAT Leon

La compatta spagnola

Giunta alla quarta generazione, la 5 porte Seat Leon e la sua variante wagon (chiamata Leon ST) sono due compatte dal look dinamico, basate sul medesimo pianale della cugina Volkswagen Golf. Ricche sotto il profilo tecnologico, complice l’evoluto sistema multimediale connesso ad internet, sono offerte con motori benzina, diesel, metano e anche con sistema ibrido, sia del tipo leggero che di quello con batterie ricaricabili dall’esterno. Non manca la versione sportiva Cupra. Continua a leggere

Modelli alternativi

Seat Leon: com’è fatta, pro e contro

Svelata a marzo del 2020, la nuova Seat Leon è offerta per la prima volta solo in versione 5 porte (le generazioni precedenti avevano anche la 3 porte) e ha linee più tese, che rispecchiano il nuovo stile di marca della casa spagnola. A risaltare sono le marcate scalfature alla base dei finestrini, nella parte bassa della fiancata e nel cofano, ma l’insieme è reso dinamico anche dalla schiacciata e prominente mascherina, dai fari rastremati e dallo spesso montante posteriore del tetto, un vero e proprio tratto distintivo della Leon. L’inclinato lunotto, unito al pronunciato spoiler (se presente), dà carattere alla parte posteriore, dove a catturare lo sguardo è la striscia di led che unisce i fanali. Al di sotto fanno bella figura l’emblema della Seat e la scritta Leon, ora i caratteri in corsivo. Gli scarichi sono integrati al fascione.

La Seat Leon è ben più lunga della generazione precedente, perché da un paraurti all’altro misura 4,37 metri (9 cm in più): è fra le berline compatte a 5 porte più “abbondanti”, perché le rivali Peugeot 308 e Volkswagen Golf non superano i 4,30 metri. La larghezza invece si riduce di 2 cm, attestandosi a 1,80 metri, mentre l’altezza è pressoché identica: a 1,44 metri, è inferiore di 0,3 cm. Il suo pianale, chiamato MQB Evo, è un’evoluzione del precedente, e offre ai tecnici della casa spagnola un ampio “ventaglio” di opzioni: la trazione infatti può essere anteriore o integrale, ed i motori sono termici o ibridi. La variante wagon raggiunge i 4,64 metri di lunghezza e il suo punto forte è ovviamente il baule, davvero ampio: con il divano in uso, contiene ben 617 litri. La berlina invece si ferma a 380 litri: è in linea con le rivali.

All’interno, le Seat Leon e Leon ST offrono un ambiente moderno e appagante. A “rubare” la scena è la consolle centrale, leggermente ruotata verso il guidatore come nelle auto sportive, nella cui parte alta c’è il sistema multimediale con schermo touch di 8,3” o 10,0”. Oltre alla compatibilità per gli smartphone, offre anche la connessione ad internet (con una Sim integrata in vettura), che permette di controllare alcune funzioni dell’auto dal telefonino (ad esempio il blocco/sblocco delle portiere o nel caso della variante ibrida gestire la ricarica della vettura), così come lo streaming della musica direttamente in vettura senza bisogno di collegare uno smartphone. Presente anche il cruscotto digitale. A impreziosire l’ambiente è il corto selettore del cambio automatico, che ricorda quello di cui è dotata la Porsche 911 (Porsche, come Seat, fa parte del Gruppo Volkswagen).

I materiali scelti per la plancia sono di buona qualità, ma la quasi totale assenza di tasti fisici rende macchinoso “navigare” fra i menù del sistema multimediale; tuttavia, grazie agli efficaci comandi vocali (si attivano dicendo “hola, hola”) è possibile gestirne le principali funzioni senza distogliere le mani dal volante. Lo spazio a bordo è valido per quattro adulti, ma è più sacrificato quello che siede al centro del divano.

Seat Leon: allestimenti, motori e prezzi

L’offerta di motori per la Seat Leon è davvero ampia; tutti hanno il turbo, ma stranamente rispettano la meno recente omologazione Euro 6d-Temp anziché l’ultima Euro 6d: potrebbe essere uno svantaggio in caso di futuri blocchi della circolazione. Si parte con i benzina 3 cilindri 1.0 TSI da 90 CV e 1.5 TSI da 130 CV e 150 CV, passando per il diesel 2.0 TDI da 115 CV e 150 CV. Il 1.5 TSI da 130 CV c’è anche con l’alimentazione a metano. Hanno l’ibrido leggero, che aiuta a ridurre i consumi in città, il 1.0 TSI da 110 CV e il 1.5 TSI da 150 CV, mentre l’ibrido plug in è composto dal turbo benzina 1.4 TSI e da un motore elettrico alloggiato nella scatola del cambio: la potenza complessiva è di 204 CV, e con la trazione elettrica si percorrono fino a 60 km. La trazione è anteriore per tutti i motori, e la trasmissione è manuale a 6 marce o robotizzata a 7.

Le Leon e Leon ST vengono proposte anche da Cupra, il marchio sportivo di Seat: sono più grintose nel look e hanno motori potenza maggiore. La Cupra Leon offre il benzina 2.0 TSI da 245 CV o 300 CV, oltre all’ibrido plug in: dotato del 1.4 TSI e del motore elettrico, ha 245 CV anziché 204 CV. La Cupra Leon ST non ha il 2.0 TSI da 300 CV, ma da 310 CV (è abbinato alla trazione 4x4).

Benzina

  • 3 cilindri turbo 1.0 da 90 CV
  • 4 cilindri turbo 1.5 da 130 CV e 150 CV
  • 4 cilindri turbo 2.0 da 245 CV e 300 CV (310 CV per la Leon ST)

Diesel

  • 4 cilindri turbo 2.0 da 115 CV e 150 CV

Metano

  • 4 cilindri turbo 1.5 da 130 CV

Ibrido leggero

  • 3 cilindri turbo 1.0 da 110 CV
  • 4 cilindri turbo 1.5 da 150 CV

Ibrido plug in

  • 4 cilindri turbo 1.4, più un motore elettrico: 204 CV o 245 CV

La Seat Leon ha prezzi da 23.500 euro (a parità di motore e allestimento, la Leon ST costa 650 euro in più) e quattro allestimenti. Il primo, lo Style, offre il clima automatico, i fari a led e diversi sistemi di assistenza alla guida, come il regolatore di velocità, il mantenimento in corsia, la frenata automatica con funzione anti-investimento di pedoni e ciclisti e il sistema che previene l’assopimento del guidatore. Il secondo livello d’allestimento, il Business, aggiunge lo schermo a sfioramento di 10” nella consolle, l’integrazione dello smartphone con il sistema multimediale, il regolatore di velocità adattativo, i sensori di distanza posteriori e il sistema che riproduce nel cruscotto i segnali stradali. L’Xcellence ha il “clima” a 3 zone, i sedili anteriori sportivi e le ruote di 17”, mentre per l’FR ci sono le ruote di 18”, sospensioni ad hoc e sedili più contenitivi.

Seat Leon: conclusioni

Dinamica e moderna, la Seat Leon si fa apprezzare anche per il valido rapporto fra prezzo e dotazione. Ricca sul fronte della tecnologia, ha motori per tutte le esigenze (e le tasche), ma è un peccato che siano ancora omologati Euro 6d-Temp. Migliorabile l’abitabilità posteriore.

Recensioni dei veicoli SEAT Leon

218 Recensioni

4,6