Peugeot 308 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Peugeot 308

Peugeot 308

L’anti Golf per eccellenza

La Peugeot 308 succede alla 307 nell’autunno del 2007 e viene prodotta in due serie, la prima fino al 2013, la seconda da quella data in poi. La prima versione di Peugeot 308 è stata presentata alla stampa il 27 giugno 2007 a Guebwiller (Alsazia), vicino ai due plant di produzione europei: Sochaux e Mulhouse in Francia, oltre a Kaluga in Russia. La Peugeot 308 II (II per la 2a generazione) è presentata a Francoforte a settembre 2013 e commercializzata a partire dal 12 settembre 2013. È eletta auto europea dell'anno 2014, dodici anni dopo la Peugeot 307. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Questa è la prima volta che Peugeot mantiene lo stesso nome per due modelli successivi, dal momento che il nome Peugeot 309 era già utilizzato dal 1985 al 1993, Peugeot si trovò di fronte a una scelta per il suo segmento “3”. L’intera gamma viene quindi fissata con il suffisso “8”, mentre per i veicoli per i mercati emergenti viene visualizzato un intervallo “1” suffisso 3.

Peugeot 308: com’è fatta, pro e contro

Lo stile della 308 incorpora i codici stilistici della concept car 907 con ottiche allungate, linee dinamiche e il cofano anteriore ispirato a F1. Questo design può venire dal fatto che al momento dello studio della 907, il team in stile Peugeot guidato da Gerard Welter lavorava in parallelo sulla 308. Per quanto riguarda la qualità dei materiali e la finitura dei suoi 308, Peugeot ha preso di mira i produttori tedeschi (tra cui il gruppo VW che è rinomato su questo campo, mirando soprattutto all’A3 e alla Golf, che si trovano nello stesso segmento). Lo stile della 308 prima serie è un derivato della 207, quindi troviamo alcune caratteristiche come l’ottica affusolata, il logo prominente e l’ampia apertura centrale del paraurti. L’architettura semi-alta del 307 è conservata, favorendo la luminosità interna, soprattutto per le versioni con il tetto panoramico. La berlina 5 porte misura 4,28 metri, 7,4 centimetri in più rispetto alla 307, è anche più larga di 5 cm (1,82 m) ma meno alta (-1,2 cm). Il passo rimane lo stesso. Il volume del bagagliaio varia da 430 a 1.400 litri una volta abbassati i sedili. Nelle versioni di fascia alta, la griglia di aerazione della bocca centrale è di colore grigio metallizzato con le alette serrate 407. La prima versione introdotta è la compatta 5 porte, ad inseguire il successo il 307. Poco dopo arriva la versione 3 porte e diversi mesi dopo la SW. A seguire, in primavera 2009, Peugeot ha lanciato la 308 cc, che segue la variante sportiva 308 RCZ coupé. All’inizio del 2010, a seguito di un restyling della gamma, la versione 3 porte della 308 scompare. A marzo 2011, la Peugeot 308 viene rinnovata: riceve nuovi fari nella parte anteriore. Le ottiche anteriori sono leggermente ridotte e il design dei fendinebbia anteriori è leggermente modificato. Infine, il monogramma Peugeot incorpora la griglia anteriore, sotto il logo e il supporto della piastra è sollevato, al centro della griglia. Questi nuovi modelli si distinguono facilmente per la barra cromata sulla porta del portellone. I fari posteriori rimangono invariati. Alcuni modelli di cerchi ricevono un restyling, come i classici cerchi Santiagito da 16 “che scompaiono dal catalogo a favore di Santiagito 2, delle stesse dimensioni, ma leggermente più dinamici. Seguendo 206 e 307 coupé cabriolet, la formula “cabrio” è migliorata con l’adozione di un tetto pieghevole, che permette alla CC 308 di passare coupé a convertibile in 20 secondi mantenendo 4 posti, per la verità quelli posteriori molto ridotti. Nel 2013 arriva la seconda versione. Tutta nuova la linea: una delle sue innovazioni è il passaggio della tecnologia ottica frontale “Full LED” dalla finitura Allure, che cambia notevolmente la parte anteriore (luci e griglia). È stata una delle prime auto di un marchio generalista ad essere equipaggiata con questa tecnologia (oltre alla Seat Leon). All’interno appare l’i-Cockpit e riguardo il cruscotto, anche la 308 ha quindi un volante più piccolo, che consente di vedere i gli strumenti da sopra il volante (il contagiri ha movimento inverso) e uno schermo tattile che raggruppa tutte le funzioni della radio o dell’aria condizionata. E proprio questi comandi andrebbero per la verità separati, per essere richiamati più facilmente. Poiché la piattaforma EMP2 non viene esportata in Sud America, la 308 di prima generazione viene ancora commercializzata per parecchi anni e riceve un secondo restyling 308 II nel 2015. Le competitors sono sicuramente la Volkswagen Golf, la Seat Leon, la Renault Megane, ma anche la premium Audi A3 e Mercedes Classe A.

Peugeot 308: allestimenti, motori e prezzi

Al momento del lancio erano disponibili sei motori: tre a benzina e tre a diesel. In sostanza, sono i motori Prince sviluppati con BMW che vengono utilizzati. Due unità da 1,4 e 1,6 litri con fasatura variabile delle valvole e un THP turbo da 1,6 litri da 150 CV. L’offerta diesel è composta da 1.6 HDi 90 CV (opzionale FAP) o 110CV con FAP, e il 2.0 HDi FAP da 140 CV. La 308 aveva in opzione un nuovo cambio robotizzato (frizione singola) e sei rapporti. L’equipaggiamento offre innovazioni: AFIL, fari bi-xenon direzionali, sistema di guida satellitare per hard disk e schermo retrattile da 7 pollici, assistenza al parcheggio anteriore o regolazione lombare dei sedili anteriori (incluso nel pacchetto comfort, standard dalla finitura Premium Pack). Prima della GTi, la Peugeot ha lanciato una versione intermedia “308 GT” equipaggiata con il 1.6 L THP di 200 CV ed è disponibile in versione 5 porte da gennaio 2011. Nonché di una versione 2.0 turbodiesel da 177CV e 400Nm di coppia. Per dare filo da torcere alla Renault e alla sua Megane RS e alla Volkswagen Golf GTi, la 308 II GTi è equipaggiata da un 1.6 THP spinto a 250 o 270 CV. Si presenta però come una vettura di compromesso, con un telaio rigido e preciso, una frenata efficiente e trazione senza precedenti, ma senza sacrificare la praticità con quattro posti reali e un bagagliaio decente. La versione da 270 CV è disponibile con il nome di 308 GTi di Peugeot Sport, è dotata di differenziale Torsen e dischi dei freni anteriori da 380mm. Non mancano sedili anatomici e cerchi da 18 pollici. I prezzi di una 308 nuova vanno da circa 21.000€ per la versione di accesso Active, fino a 33.000 euro della top di gamma GT.

Peugeot 308: conclusioni

Insomma con la 308 prima serie la Peugeot ha “tastato” il mercato delle medie generaliste con un prodotto fresco e capace di grandi numeri. Con la seconda serie si è voluta spingere in alto, fino a punzecchiare il mercato premium e i presupposti ci sono tutti: fari LED, interni curati, infotainment evoluto che comprende anche i comandi clima (a dire il vero molto criticati). Con le versioni GTi e GT abbiamo sportività per tutti i palati. I più pistaioli si mettano il cuore in pace: avranno sempre un buon compromesso tra una Gran Turismo e una Race car.

Recensioni dei veicoli Peugeot 308

71 Recensioni

4,6