Peugeot 208 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Peugeot 208

Peugeot 208

La compatta anche in versione elettrica

Il progetto Peugeot 208, nato come erede della 207, nasce sul finire dei primi anni 2000 ma l’arrivo sul mercato è datato 2012, dopo la presentazione in anteprima internazionale al Salone di Ginevra. Già forte di numerose novità, sia per gli esterni sia per gli interni, come il debutto dell’i-Cockpit. Peugeot ha deciso di mantenere il nome 208 anche sulla nuova generazione, completamente nuova, forte di una nuova piattaforma (CMP) e forte di una versione elettrica che segna la svolta verso l’elettrificazione, anche per le compatte, da parte della Casa francese. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

La nuova 208, inoltre, ha ereditato il family feeling introdotto con la nuova Peugeot 508 a partire dall’artiglio a LED e dalla triplice luce, già presente sulla precedente generazione, ereditata dai SUV della marca. La versione elettrica e-208 promette invece una buona autonomia per l’uso cittadino, con dettagli estetici dedicati a questa versione che potrà godere dell’Ecobonus.

Peugeot 208: com’è fatta, pro e contro

Rispetto alla prima 208, la nuova Peugeot 208 è leggermente cresciuta nelle dimensioni: la lunghezza è di 4,05 metri, la larghezza di 1,74 metri e l’altezza risulta essere di poco inferiore, con 1,43 metri rispetto ai 1,46 della prima 208. La nuova Peugeot 208, essendo più lunga, più bassa e più larga della 208 introdotta nel 2012, appare più slanciata e a colpire è la firma luminosa, con il triplice artiglio, avvalorato dall’elemento allungato, che va a costituire la luce Full LED disponibile su alcuni degli allestimenti; sul lato B, invece, i due gruppi ottici posteriori riprendono la filosofia introdotta con i SUV 3008 e 5008, sebbene aver spostato così in alto le luci abbia avuto come effetto contrastante la riduzione del lunotto posteriore, che rimane piccolo e leggermente inclinato, così da non favorire la visibilità e a rendere consigliato l’uso di sensori di parcheggio o della retrocamera. Sulle versioni più sportive GT e GT Line Peugeot propone i passaruota di colore nero lucido abbinati a cerchi da 17 pollici con inserti specifici più sportivi. Un altro dettaglio di nuova concezione è il posizionamento della scritta 208 direttamente sul cofano, come avveniva per le Peugeot del passato e come succede per la nuova Peugeot 508, della quale la nuova 208 riprende fortemente il family feeling. L’abitacolo del nuovo modello segna l’evoluzione del concetto di i-Cockpit con nuovi schermi 3D, anche questi inediti nel segmento B, ma soprattutto con l’evoluzione stilistica degli interni intrapresa da Peugeot 508 nel 2018. Colpisce la strumentazione rialzata mentre il volante dal diametro ridotto è, dal 2012, un segno distintivo dell’i-Cockpit e ha ottenuto sempre buoni riscontri da parte del pubblico. La strumentazione è completamente digitale e posta sopra, a livello visivo, alla razza del volante, il quale risulta inoltre tagliato in basso per favorire l’abitabilità anche ai passeggeri più alti di statura. Come sui SUV e su 508 anche la nuova 208 eredita i comandi fisici a pianoforte (Toogle Switches) che organizzano il sistema di infotainment, quest’ultimo caratterizzato da uno schermo centrale, leggermente orientato verso il conducente, in misure da 5, 7 o 10 pollici a seconda dei livelli di allestimento. Torna sicuramente utile il vano ricavato davanti alla zona del cambio per poter caricare comodamente il proprio smartphone grazie alla piastra wireless, quando presente. A livello di dettagli, il tessuto TEP rappresenta uno dei rivestimenti della selleria, mentre nella versione elettrica si è deciso di puntare sul colore verde, vista la natura green della e-208, per le impunture su sedili e rivestimenti. Visto l’aumento delle dimensioni della nuova generazione, ad aumentare dovrebbe essere sia il passo (di 2,54 metri nella prima 208) così come il bagagliaio, oggi sui livelli medi del segmento B: 285 litri la capacità minima, 950 litri la massima. Nella categoria delle segmento B generaliste, Peugeot 208 trova le sue rivali in Renault Clio, Opel Corsa, Skoda Fabia, Seat Ibiza, Volkswagen Polo, Audi A1 Sportback, Toyota Yaris, Hyundai i20, Kia Rio, Suzuki Swift, Nissan Micra e Ford Fiesta. Di queste, solo Peugeot 208 arriverà tra le piccole con una versione completamente elettrica già nel 2020.

Peugeot 208: allestimenti, motori e prezzi

Peugeot e-208 rappresenta una novità assoluta per il segmento B. La versione elettrica della compatta francese. La versione elettrica potrà contare su un motore con una potenza di 100 kW (136 CV) e una coppia di 260 Nm istantanea, con un’autonomia dichiarata di 340 km (WLTP) grazie alla batteria da 50 kWh, garantita 8 anni o 160.000 km. Le possibilità di ricarica sono molteplici grazie alla presa domestica con la quale la e-208 promette una ricarica completa in 16 ore con il cavo di ricarica fornito in dotazione. Con la Wall Box la ricarica da 0 a 100% si effettua in 5 ore scarse nella versione trifase e 8 ore in monofase. Volendo collegare la nuova 208 elettrica a una colonnina di ricarica pubblica da 100 kW, la ricarica all’80% avverrà in poco più di 30 minuti, eliminando il concetto dell’ansia da ricarica che caratterizza, al giorno d’oggi, chi si trova davanti al dilemma sull’acquisto di un’auto elettrica. Per quanto riguarda le motorizzazioni tradizionali di nuova Peugeot 208, già a norma Euro 6D per i motori a benzina e Euro 6D-Temp per quelli Diesel, le potenze sono comprese tra 75 e 130 CV. Anche in questo caso la marca francese riesce a distinguersi offrendo, unica nel panorama delle utilitarie compatte, due motori turbo benzina abbinati, a scelta, con il cambio automatico EAT8. I tre cilindri 1.2 di nuova Peugeot 208 si dividono in:

  • PureTech 75 S&S, cambio manuale a 5 rapporti
  • PureTech 100 S&S,cambio manuale a 6 rapporti o EAT8
  • PureTech 130 S&S, EAT8

Nella versione Diesel di nuova Peugeot 208, il motore è invece il 4 cilindri da 1.5 di cilindrata:

  • BlueHDi 100 S&S, cambio manuale a 6 rapporti

Per quanto riguarda i prezzi di Peugeot 208 di seconda mano, questi sono disponibili sul sito di AutoScout24.

Peugeot 208: conclusioni

La nuova Peugeot 208 è, al pari della prima generazione introdotta nel 2012, un modello molto competitivo del segmento B e l’arrivo del nuovo modello, presentato al Salone di Ginevra 2019, sembra voler continuare deciso su questa strada. Se prima Peugeot 208 ha segnato una svolta proponendo un nuovo concetto di interni, grazie al fortunato i-Cockpit, la nuova cresce di dimensioni, anche se di poco, a svantaggio dello spazio, ma propone novità assolute come gli schermi 3D e tutto ciò che ricerca un utente medio di giovane età, come ad esempio la connessione con Apple CarPlay e Android Auto grazie al sistema di infotainment con diverse tipologie di schermi (proposte in tre differenti dimensioni). Inoltre, nel segmento B Peugeot è stata la prima a scommettere su una versione completamente elettrificata, la e-208, che dovrà tener conto della carenza di infrastrutture, un problema ancora attuale specialmente in Italia. Con un’offerta diversificata tra motori termici ed elettrica, con vantaggi economici derivanti dalle formule di noleggio a lungo termine, creando così le basi per un’offerta senza pari per vivere nella massima libertà l’uso della nuova compatta francese che si prepara a un ruolo da protagonista da qui ai prossimi anni.

Recensioni dei veicoli Peugeot 208

24 Recensioni

4,5