Passa al contenuto principale

Nuovo aspetto – le stesse funzionalità

Scopri il nostro nostro nuovo stile, che stiamo implementando passo dopo passo in tutto il sito.

Un'altra cosa...

Grazie per aver partecipato alla nostra nuova anteprima del design. Vedrete qualche altro cambiamento di colore mentre aggiorniamo la vostra esperienza al nostro design finale.

Peugeot 2008 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Peugeot 2008

Peugeot 2008

Peugeot 2008: il B-SUV della Casa francese

La prima generazione della crossover Peugeot 2008, svelata nel 2013, aveva nello stile sobrio ed elegante uno fra i punti di forza. Con la seconda, del 2019, la casa francese ha scelto un approccio completamente diverso puntando invece su tagli netti, spigoli marcati e in generale una personalità più decisa, nel tentativo di renderla un modello più distintivo e farla emergere nel folto gruppo di rivali, dalla Renault Captur alla Volkswagen T-Roc. Ma oltre allo stile, la nuova Peugeot 2008 ha (molto) altro da offrire. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Peugeot 2008, com’è fatta, pro e contro

Oltre ad essere più moderna e personale, la carrozzeria della nuova Peugeot 2008 è anche assai più massiccia e conferisce maggiore importanza alla crossover, che infatti appare un modello di categoria superiore. A risaltare sono la mascherina più ampia e verticale, i compatti fari a led con tre “unghiate” luminose – la Peugeot, non a caso, ha un leone come emblema – ed i fregi verticali a led nella parte esterna del fascione, deputati al ruolo di luce di posizione. È difficile trovare somiglianze con il vecchio modello, come traspare anche dal cofano, più alto e meno inclinato. La fiancata è impreziosita dal tetto nero (optional) e dai vetri laterali che si restringono verso la parte posteriore: ne guadagna lo stile, non la visibilità in manovra, anche se i sensori posteriori di parcheggio sono sempre di serie.

Il posteriore della Peugeot 2008 è di gran lunga la parte più originale della carrozzeria, grazie al lunotto inclinato e ai sottili fanali a sviluppo orizzontale, uniti da una fascia nera che ricorda quella di cui è dotata la Peugeot 208; i fanali, inoltre, hanno le tre unghiate presenti nelle luci anteriori. Non manca un piccolo spoiler. Il portellone è ampio e si estende verso il basso, anche se non a sufficienza per consentire agevolmente il carico di oggetti pesanti: a 74 cm da terra, la soglia d’accesso non è un punto di forza della Peugeot 2008. Così così il bagagliaio, che contiene 434 litri con il divano in posteriore d’uso: non sono pochi, ma l’aumento è di soli 10 rispetto al ben più corto vecchio modello. A suo favore c’è il pavimento regolabile su due altezze, che permette di celare alla vista oggetti di valore o caricare oggetti alti.

A guardarla dall’esterno, la Peugeot 2008 appare un’auto più importante e meglio rifinita del vecchio modello. Dà l’idea di essere cresciuta. Questa non è solo un’impressione, perché le dimensioni sono maggiori e lunghezza raggiunge i 4,30 metri, ben 14 cm in più, mentre la larghezza passa da 1,74 a 1,77 metri. A cambiare rispetto alla prima generazione è anche la base costruttiva, perché la Peugeot 2008 adotta il pianale chiamato CMP (abbreviazione di Common Modular Platform) dalla PSA, il gruppo francese di cui fanno parte le Citroen, DS, Opel e Peugeot. La meccanica CMP, già scelta per altri modelli del Gruppo PSA è più leggera di 30 kg rispetto alla precedente e offre una minore resistenza aerodinamica all’avanzamento (complice il fondo piatto), ma l’efficienza energetica si manifesta anche nell’ottimizzazione di frizione, trasmissione e nella minore resistenza all’avanzamento, ottenuta tramite sospensioni più scorrevoli e pneumatici più efficienti.

Anche l’interno della Peugeot 2008 è ricco di carattere, perché come tutte le Peugeot di ultima generazione ha l’i-Cockpit, ovvero il posto di guida con il volante ribassato e la strumentazione (digitale) collocata più in alto nella plancia: la si guarda da sopra il volante e non attraverso la corona e la parte centrale. L’i-Cockpit però è tanto originale quando particolare, e non tutti possono apprezzarlo: le persone di alta statura potrebbero ritrovarsi con il volante troppo vicino alle ginocchia. Lo schermo touch nella plancia è di 7” o 10”, anche se la visualizzazione dei contenuti non è ben ottimizzata, perché restano sempre 2 anti-estetiche bande nere. Le rifiniture della plancia sono curate ed i materiali di qualità, ma è un peccato che il “clima” si gestisca solo dallo schermo: sarebbero stati più pratici i comandi fisici. Lo spazio a bordo è valido per 4 adulti, mentre quello al centro del divano sta un po’ “strettino”.

Peugeot 2008: allestimenti, motori e prezzi

La crossover francese, solo a trazione anteriore, è ordinabile con gli stessi motori 3 e 4 cilindri (tutti turbo) delle DS 3 Crossback e Peugeot 208 . Quello base è il benzina PureTech 1.2 da 100 CV, che regala il giusto brio alla Peugeot 2008: la casa francese parla di 188 km/h di velocità massima e uno ‘0-100’ in 10,9 secondi, mentre la percorrenza media è di quasi 22 km/l. Il 1.2 PureTech c’è anche nelle versioni da 130 CV e 155 CV, disponibili con il cambio automatico a 8 marce, assai più pepate e scattanti: la 2008 1.2 PureTech 155 CV, in particolare, è un bel peperino e scatta da 0 a 100 km/h in soli 8,2 secondi, ma riesce lo stesso a percorrere mediamente 20 km/l. A gasolio si può avere il 1.5 BlueHDi, con un pistone in più: ha 100 o 130 CV, e si accontenta di 1 litro ogni 33 km. La 2008 ha anche il motore elettrico da 136 CV.

Motori

  • Benzina: 3 cilindri 1.2 Puretech da 100, 130 o 1555 CV
  • Diesel: 4 cilindri 1.5 BlueHDi da 100 o 130 CV
  • Elettrico: da 136 CV

Nell’allestimento di primo livello Active, la Peugeot 2008 ha di serie il “clima” manuale, i sensori di parcheggio posteriori, lo schermo touch di 7” nella consolle, le funzionalità Apple CarPlay e Android Auto, il volante in pelle e tanti sistemi di ausilio alla guida, fra cui la frenata d’emergenza, il mantenimento della corsia, il sistema che riproduce i segnali stradali nel cruscotto e quello che previene l’assopimento del guidatore. Il successivo allestimento, l’Allure, in più ha il clima automatico, la telecamera di retromarcia, il sistema per l’avviamento senza chiave, piano di carico regolabile in altezza ed i cerchi in lega di 17”. Passando allestimento GT Line, sono di serie gli abbaglianti automatici, l’illuminazione interna a led (regolabile in 8 colori), la pedaliera in alluminio, i sedili sportivi, i proiettori full-led, i vetri posteriori e lunotto oscurati. Infine, l’allestimento GT monta di serie il cruise control adattivo con funzione stop&go i sedili anteriori riscaldati, i cerchi di 18” e il sistema multimediale con schermo di 10”.

I prezzi partono da circa 21.000 euro, che diventano circa 23.300 euro per la 2008 Allure e poco più di 26.500 euro per la 2008 GT Line. La ricca GT invece costa poco meno di 32.000 euro e per l’elettrica bisogna pagare almeno 38.000 euro.

Peugeot 2008: conclusioni

La seconda generazione della Peugeot 2008 è cresciuta rispetto al passato e lo si nota fin dal primo sguardo: non solo per il look, più ambizioso e deciso, ma anche per la lunghezza maggiore di 14 cm. A beneficiarne è anche l’interno, con finiture curate e materiali apprezzabili. Peccato però che il posto di guida, con il volante ribassato, possa non piacere a tutti, e che il baule non sia cresciuto di pari passo con la lunghezza. Varia l’offerta di motori, impreziosita dall’elettrico: una rarità per la categoria.

Recensioni dei veicoli Peugeot 2008

12 Recensioni

4,2