Jeep Renegade

jeep-renegade

Jeep Renegade

Jeep Renegade, il primo SUV compatto tutto italiano

Stilisticamente, la Jeep Renegade riprende le linee che hanno da sempre contraddistinto i fuoristrada della casa americana, come ad esempio il design del frontale, dotato di fari circolari e della classica mascherina Jeep a sette feritoie, che risulta quasi identico a quello già visto sulle Jeep Wrangler e Patriot, nonché nelle precedenti generazioni di Cherokee. Le linee squadrate della carrozzeria sono state leggermente arrotondate per donarle un aspetto meno sobrio e più moderno, senza comunque trascurare l'anima da vero fuoristrada distinguibile dai generosi paraurti in plastica nera, dai passaruota trapezoidali e dalle coperture dei longheroni, anch'essi in plastica nera, e dall'elevata altezza da terra. La Jeep Renegade ha una lunghezza di 423 cm, una larghezza di 180 cm ed un'altezza di 169 cm, con un capiente bagagliaio di 525 litri espandibili fino a ben 1440 litri tramite l'abbattimento dei sedili posteriori. Dal design del posteriore traspare l'intento di creare delle linee in grado di esaltare le dimensioni compatte della Renegade. La scelta di utilizzare un montante posteriore piuttosto largo, le ridotte dimensioni delle portiere posteriori e il taglio quasi verticale del portellone del bagagliaio, contribuiscono ad accentuare la compattezza di questo SUV. Da sottolineare anche lo stile dei fanali posteriori, di forma quadrata e con un disegno a X al centro, che ricordano le vecchie taniche di carburante in dotazione ai veicoli militari americani. Su alcuni modelli è installato di serie anche il tettuccio rimovibile MySky, di colore nero, che ben si abbina alla gamma di colorazioni di serie. Gli interni della Jeep Renegade sono molto curati e spiccano per l'ampia dotazione di pulsanti, per il grande display touchscreen da 6,5" sulla plancia centrale, per l'illuminazione a LED e per le cornici delle bocchette di aerazione, della leva del cambio e degli altoparlanti in tinta con la carrozzeria. Da segnalare anche il display multifunzione da ben 7" che funge da quadro strumenti all'interno del cruscotto, posizionato al centro fra il tachimetro ed il contagiri. Il volante a tre razze in vera pelle, regolabile in altezza ed in profondità, è dotato di inserti cromati e si presenta ricco di comandi in grado di rendere più confortevole l'esperienza di guida. La Jeep Renegade, facendo parte del segmento delle SUV compatte, va a competere con le rivali Nissan Juke, Ford EcoSport, Mini Countryman e Chevrolet Trax.

Stile americano e tecnologia italiana

Se lo stile e il design sono indubbiamente in linea con la tradizione Jeep, lo stesso non si può dire della meccanica e del pianale, che sono interamente di produzione FIAT. La Jeep Renegade, infatti, nasce dall'ultima evoluzione del famoso pianale modulare "Small", direttamente derivato dalla Fiat Grande Punto, che è stato appositamente modificato per ospitare il nuovo sistema di trazione 4x4. Il nome, invece, ha origini tutte americane e deriva dagli allestimenti di punta delle vecchie Jeep CJ-7 degli anni '70 e '80, denominati appunto "Renegade".

Motorizzazioni Multijet e MultiAir dai bassi consumi e dalle elevate prestazioni

La Jeep Renegade si presenta con una gamma di motorizzazioni benzina e diesel di ultimissima generazione, interamente di produzione FIAT. La gamma a benzina è composta dal solo 1.4 MultiAir Euro 6 da 140 cv ed un consumo combinato di 6 l/100km, esclusivamente a trazione anteriore. Le motorizzazioni diesel sono invece composte dai due "piccoli" e parsimoniosi 1.6 Multijet 2WD Euro 5 da 120cv e 4,6 l/100km di consumo combinato, mentre la gamma di punta monta i possenti 2.0 Multijet Euro 6 da 140 cv (170 sulla versione Trailhawk), che abbinati alla trazione integrale 4x4 offrono prestazioni idonee alla stazza della vettura ed un consumo nel misto di 5,1 l/100km. Tutte le motorizzazioni sono disponibili negli allestimenti Longitude e Limited, dotate di cambio manuale a 6 rapporti, mentre la gamma Multijet 2.0 esce con due allestimenti limitati, ovvero l'Opening Edition (il primo ad aver debuttato sul mercato) e il TrailHawk, un allestimento speciale dedicato agli amanti del vero fuoristrada; dotato di altezza da terra maggiorata, trazione integrale permanente con sistema Active Drive Low, motore potenziato da 170 cv, cambio automatico a controllo elettronico a 9 rapporti (utilizzabile anche in modalità manuale sequenziale), protezioni rinforzate e sistema di guida ed erogazione dinamico Select-Terrain, con ben 5 modalità di guida differenti. La dotazione di serie è davvero completa ed include importanti sistemi di sicurezza quali ABS, ESC, 6 airbag, Cruise Control, Hill Start Assist, Hill Descent Control, TCS (controllo elettronico della trazione), oltre ad accessori di grande appeal come fari a LED, cerchi in lega da 17", sistema Start& Stop, Passive entry con Keyless-go, sedili in pelle, display touchscreen da 6,5", quadro strumenti LCD da 7" e molto altro ancora. La vasta gamma di accessori di serie, le motorizzazioni moderne e dai consumi ridotti, rendono la Jeep Renegade un'auto in grado di mantenere nel tempo un buon valore commerciale, evitando i drastici deprezzamenti che spesso i SUV sono costretti a subire nel mercato delle auto usate.