Volkswagen T-Cross - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

}
Volkswagen T-Cross

Volkswagen T-Cross

Arriva il SUV da città

I Suv da città non sono più una novità. Se prima per affrontare il traffico si puntava su citycar o utilitarie oggi sul mercato si trovano numerosissimi modelli a baricentro rialzato che garantiscono grande agilità negli spazi angusti ma anche una visuale rialzata sull'ambiente circostante e qualche vantaggio in termini di abitabilità e di capacità di carico. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Tra i modelli in arrivo c’è anche la Volkswagen T-Cross, che segna l’esordio della Casa tedesca nella categoria. La T-Cross si ispira alla sorella maggiore T-Roc, che ha le dimensioni di una Golf e che ha riscosso un successo senza ombre diventando per alcuni mesi il modello più venduto tra quelle con il marchio di Wolfsburg attualmente in vendita.

Volkswagen T-Cross: come è fatta, pro e contro

Proprio alla T-Roc, la T-Cross si ispira per molti aspetti. Guardandola si nota subito il frontale simile, con mascherina trapezoidale che si stringe verso il basso e che, prendendo tutta la larghezza dell’auto, si allunga fino a toccare i fari anteriori. L’auto, sempre per sottolineare la grandezza della sagoma, mostra anche un paraurti con inserto in plastica che attraversa l’auto da lato a lato e che termina i due grossi fendinebbia con cornici cromate. Dietro la Volkswagen T-Cross ha un design più personale, con fari a led tridimensionali che sono idealmente uniti da una banda orizzontale che, nella parte centrale ospita la stella della Casa. Nella vista di profilo, infine, spiccano i grossi passaruota, che possono ospitare cerchi in lega fino a 18”. Realizzata sulla stessa piattaforma della Polo, ne incarna l’anima più offroad pur non potendo essere equipaggiata con le quattro ruote motrici. Lunga 4,11 metri e alta 1,56, l’auto è più grande della polo rispettivamente di 54 mm e di 112 mm, ma resta ben proporzionata, con forme razionali che aiutano a massimizzare la gestione dello spazio a disposizione. Tra le soluzioni che aiutano a configurare gli interni come meglio si vuole si deve citare la possibilità di far scorrere sull’asse longitudinale il divano posteriore per 14 cm. Inoltre, la seconda fila di sedili è sdoppiata 60:40.

All’interno dell’abitacolo la T-Cross mostra un ambiente in pieno stile Volkswagen. L’auto ha linee semplici e ordinate ma la qualità è percepibile in ogni dettaglio. La plancia, come molti elementi esterni, si allunga in senso orizzontale per trasmettere una maggiore sensazione di spazio e di robustezza. Tutto, però, ruota intorno al grande display centrale. Dotato di tecnologia touch, il monitor permette di interfacciarsi con un sistema di infotainment moderno, nominato U-Connect, che è dotato di connessione Bluetooth, fino a quattro Usb e comandi vocali ed è compatibile sia con Android Auto sia con Apple Car Play. L’auto, al posto della tradizionale strumentazione analogica, può essere dotata dell’Active Info Display, che occupa tutto lo spazio sotto la palpebra dietro al volante.

Volkswagen T-Cross: allestimenti, motori, prezzi

La Volkswagen T-Cross arriverà sul mercato soltanto nel mese di aprile. Al momento del lancio sarà disponibile sia nella versione 1.0 TSI a benzina, spinta dal moderno tre cilindri con filtro antiparticolato, sia nella versione a gasolio che ospita sotto il cofano motore il quattro cilindri 1.6 TDI. Il primo propulsore sarà offerto in due varianti di potenza, da 95 o 115 CV, mentre il secondo sarà a listino solo nella versione da 95 CV. Con il motore a benzina da 95 CV sarà disponibile solo il cambio manuale a 5 marce, mentre con il motore a benzina da 115 CV al manuale a 6 marce si potrà preferire il cambio automatico a doppia frizione DSG a 7 marce. Stessa possibilità di scelta è offerta con il motore turbodiesel; in questo caso però, le versioni con cambio manuale hanno solo 5 marce.

L’auto si presenterà a listino in allestimento Urban, Style o Advanced, con gli ultimi due che permettono di avere accesso ad una serie di pacchetti estetici che garantiscono ampie possibilità di personalizzazione. A seconda delle versioni la dotazione di serie include o meno tutta una serie di optional e accessori che, se non si vuole rinunciare a niente, possono essere trovati tutti sulla T-Cross First Edition, una versione top di gamma che sarà realizzata per il primo periodo di commercializzazione del modello e che punta a offrire una dotazione completa ad un prezzo conveniente. La T-Cross First Edition, esclusivamente con il 1.0 TSI da 115 CV, si caratterizza per la tinta Pure White con tetto a contrasto, per i cerchi in lega da 18” con finitura scura, per i fari a Led e per un montante posteriore impreziosito da una decalcomania dalla trama speciale.

Oltre a questo, la First Edition monta un pacchetto di sistemi di ausilio alla guida di ultima generazione che è stato mutuato direttamente dalla Passat. Il pacchetto, che sarà disponibile in opzione sulle altre versioni della T-Cross, comprende cruise control adattivo, front assist con funzione di frenata d’emergenza automatica, sistema di mantenimento attivo della carreggiata, il monitoraggio dello stato di stanchezza del conducente, il dispositivo di controllo dell’angolo cieco, l’assistenza all’uscita dai parcheggi e il sistema di assistenza al parcheggio. Tra gli optional si contano anche Keyless Access, abbaglianti automatici con Light Assist e un potente impianto audio realizzato dall’americana Beats che ha amplificatore a 8 canali, 300 Watt di potenza e subwoofer alloggiato nel bagagliaio.

Benzina

  • 1.0 TSI 95 CV esclusivamente a trazione anteriore ed esclusivamente con cambio manuale
  • 1.0 TSI 115 CV esclusivamente a trazione anteriore e con cambio manuale o cambio automatico a doppia frizione
Diesel
  • 1.6 TDI 95 CV esclusivamente a trazione anteriore e con cambio manuale o cambio automatico a doppia frizione

Volkswagen T-Cross: conclusioni

La Volkswagen T-Cross arriva sul mercato per ampliare l’offerta crossover della Casa, che è individuata dalla lettera T e che conta la già affermata T-Roc, che si piazza un gradino più su. La nuova vettura della Casa tedesca ha dimensioni compatte ma buona abitabilità e una certa attenzione per rendere facile la vita a bordo. Si presenta a listino con due motori, un 1.0 benzina da 95 o 115 CV e un turbodiesel 1.6 TDI da 95 CV.