Passa al contenuto principale

Volkswagen Polo - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Volkswagen Polo

Volkswagen Polo

La compatta tedesca con quarant’anni di carriera

Con la prima generazione di Volkswagen Polo presentata nel lontano 1974, solo un anno dopo l’introduzione della Golf, cui la Polo si è sempre ispirata sia nel design sia nei contenuti, la Casa tedesca ha creato un’icona del segmento B, quello più popolare presso il grande pubblico. L’ultima generazione, la sesta, presentata nel 2017, è stata la prima a superare i 4 metri, sfruttando la piattaforma MQB, aumentando al tempo stesso abitabilità e spazio del bagagliaio, uno dei talloni d’Achille delle generazioni precedenti. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Volkswagen Polo: com’è fatta, pro e contro

La Volkswagen Polo di sesta generazione rimane leggermente più corta di alcune sue concorrenti, sfiorando appena i 4 metri di lunghezza, pur essendo cresciuta di circa 8 centimetri rispetto alla quinta generazione, la più venduta di tutte nella lunga storia di questo modello. Per esattezza queste sono le dimensioni: è lunga 4,07 metri, larga 1,75 metri e alta 1,46 metri. Il passo è di 2,55 metri e qui si sono fatti i progressi maggiori rispetto al passato. Con una lunghezza, però, di poco eccedente i quattro metri, cinque passeggeri non stanno troppo comodi a bordo, specie quando quest’ultimi sono alti di statura. La capacità del vano bagagli varia tra 351 litri di minima e 1.125 litri di massima, mentre nella versione a metano TGI i dati cambiano rispettivamente in 251 litri e 1.025 litri. 100 litri in meno da tenere in considerazione di fronte all’acquisto della variante a gas naturale. Rispetto ad alcune concorrenti dirette, lo spazio a bordo e nel bagagliaio è comunque maggiore grazie alla modularità della piattaforma MQB seppur le dimensioni di lunghezza siano, talvolta, più contenute. Esteticamente la Volkswagen Polo di sesta generazione sembra aver ereditato gli stilemi della Golf. Innanzitutto, è lunga quanto una Golf di quarta generazione, segno che le dimensioni medie nel segmento B sono andate via via aumentando arrivano ad oltrepassare i 4 metri. Volkswagen Polo viene commercializzata nella sola carrozzeria cinque porte, mentre a livello di linee il design più dolce della precedente generazione ha lasciato spazio a un muso e a una firma ottica più caratteristica, quasi più aggressiva. È infatti inedito l’elemento cromato che, dalla calandra, penetra fin dentro i gruppi ottici, caratterizzati dalla tecnologia anche Full LED, disponibile in opzione. In linea laterale appare più chiara la parentela con la cugina Seat Ibiza, cui la Polo somiglia per quanto riguarda ingombri e abitabilità (lo si nota osservando il terzo montante), poiché entrambe poggiano sulla piattaforma MQB-AO. Al posteriore caratteristica la firma luminosa, con luci a LED di serie sulla GTI e a richiesta sugli altri allestimenti. Dentro Volkswagen Polo è caratterizzata da un elemento in plastica, di varie tonalità, che raccorda la plancia da una parte all’altra. Il display del quadro strumenti viene offerto nella versione Active Info Display con schermo da 11,7” riportante tachimetro, contagiri e altre utili informazioni richiamabili tramite le rotelle e i tasti sul volante. Quest’ultimo è disponibile solo per l’alto di gamma Highline. A disposizione, poi, lo schermo touch screen centrale da 8” con diversi sistemi di infotainment (Composition Media o Discover Media). Piacevole alla vista la superficie vetrata del display, così come accade per gli smartphone, mentre è facile sporcare con le ditate la cornice nera lucida che contorna lo schermo. Ricca la concorrenza di Volkswagen Polo nel suo segmento: Peugeot 208, Renault Clio, Ford Fiesta, Audi A1, Citroen C3, Opel Corsa.

Volkswagen Polo: allestimenti, motori e prezzi

Volkswagen Polo viene commercializzata in Italia negli allestimenti Comfortline, Sport, Highline e GTI, la più sportiva con motore 2.0 benzina da 200 CV.
Già a partire dalla Polo in allestimento Comfortline la dotazione di serie comprende specchietti retrovisori regolabili e riscaldabili elettricamente, i cerchi in lega da 15”, il climatizzatore manuale, il sistema di infotainment “Composition Media” con schermo da 8”, radio DAB+ e Bluetooth, il volante con tasti sulle razze ma è assente il navigatore. La versione Sport monta di serie cerchi da 16”, il pack esterno R-Line, i cristalli e il lunotto posteriore oscurati, mentre la Polo Highline, l’allestimento top di gamma, esclusa la più sportiva GTI, monta cerchi in lega della stessa misura ma, a bordo, fa la sua comparsa l’innovativo Active Info Display, così come altri sistemi di assistenza alla guida quale ad esempio i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, proposti in questo caso di serie. È sempre a pagamento, invece, un altro valido supporto come il cruise control adattivo. Sempre per la Polo Highline è compreso nel prezzo il mantenitore di corsia, il monitoraggio dell’angolo cieco e la frenata assistita in caso d’emergenza. I motori di Volkswagen Polo sono divisi tra i benzina 1.0 EVO, TSI e TGI (doppia alimentazione a metanO), tutti tre cilindri, mentre il turbo Diesel TDI è un 1.6 quattro cilindri. Presenti cambi manuali a cinque o sei rapporti o l’automatico DSG a sette rapporti.

Benzina

  • 1.0 EVO 80 CV
  • 1.0 TSI 95 CV
  • 1.5 TSI 115 CV (solo Highline)
  • 2.0 TSI 200 CV (solo GTI)

Metano

  • 1.0 TGI 90 CV

Diesel

  • 1.6 TDI 95 CV
  • 2.0 TDI 4Motion 150 CV (trazione integrale)

I consumi variano, nel ciclo combinato WLTP, tra i 5,8-6,0 l/100 km della motorizzazione d’ingresso a benzina ai 5,3-5,6 del 1.0 TSI da 95 CV, mentre la stessa unità da 115 CV variabile tra 5,6-6,0 l/100 km (6,0-6,4 l/100 km con automatico DSG). Il motore 1.0 TGI dichiara un consumo di 5,9-6,1 l/100 km e, per finire, questi sono i consumi omologati WLTP del 1.6 TDI, 4,9-5,3 l/100 km (5,2-5,5 l/100 km con DSG). Più alti i consumi della Polo GTI, con 7,0-7,3 l/100 km nel combinato a fronte di uno 0-100 km/h coperto in 6,7 secondi per una velocità massima di 238 km/h. I prezzi della Volkswagen Polo partono da circa 16.500 euro per la versione benzina 1.0 EVO Comfortline, mentre si sale a circa 20.000 euro per la versione d’ingresso Diesel 1.6 TDI da 115 CV e quasi 17.000 euro per la Polo TGI. La GTI parte da circa 26.000 euro.

Volkswagen Golf: conclusioni

Come Volkswagen Golf è diventato un simbolo tra le compatte medie, anche Volkswagen Polo ha seguito le orme della sorella più grande diventando una tra le auto più ambite, e note, nel segmento B. La sesta generazione ha finalmente visto un interessante aumento di dimensioni, a favore dello spazio interno grazie all’importante aumento di passo rispetto alle generazioni precedenti. Di conseguenza, è aumentato anche lo spazio del bagagliaio. Buona la tecnologia offerta a bordo, così come l’offerta motoristica, con una prevalenza di motori benzina di piccola cilindrata in grado di ottimizzare prestazioni e consumi, compresa la versione a metano. Polo ha rinunciato, per ora, a presentarsi sul mercato con un motore elettrificato, mentre alcune sue concorrenti dirette si stanno muovendo in tal senso. Buona la dotazione di serie, rimane un po’ troppo consistente la lista degli optional, un dettaglio di cui tener conto al momento dell’acquisto. Buona la tenuta dell’usato.

Recensioni dei veicoli Volkswagen Polo

840 Recensioni

4,4