Volkswagen Passat - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Volkswagen Passat

Volkswagen Passat

La media Volkswagen diventa sempre più tecnologica

Volkswagen Passat ha una lunga storia da raccontare, una storia che parte dal 1973, quando la Casa di Wolfsburg presentò la prima serie. Da allora si sono succedute otto generazioni, ognuna con il proprio carico di novità, specialmente tecnologiche. L’ultima versione, il facelift dell’ottava generazione (2014), presentato al Salone di Ginevra 2019, non è certamente da meno. La Volkswagen Passat diventa così sempre più digitale, connessa e ha festeggiato di recente il traguardo record delle 30 milioni di unità prodotte, rendendola di fatto la media con più successo al mondo. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Con un grande attenzione al mondo delle flotte aziendali, le ultime novità introdotte su Passat vanno dal grande progresso fatto sui sistemi di assistenza alla guida (con l’introduzione, ad esempio, del Travel Assist) e dall’attenzione dedita ai sistemi di bordo utili a salvaguardare la sicurezza degli occupanti e, allo stesso tempo, segnare un passo avanti significativo verso la guida autonoma. Novità anche dal punto di vista estetico, sia per gli esterni sia per gli interni.

Volkswagen Passat: com’è fatta, pro e contro

Il Facelift introdotto nel 2019 di Volkswagen Passat non ne ha modificato le dimensioni: l’auto è lunga 4,76 metri, larga 1,83 metri e alta 1,47 metri. La marca tedesca con l’arrivo del facelift ha affinato l’aspetto della berlina intervenendo sui paraurti, sulla calandra e sul badge “Passat”, ora posizionata al centro del portellone posteriore. Grande lavoro sui gruppi ottici, sia anteriori sia posteriori. Di serie Volkswagen offre le luci diurne a LED, stessa tecnologia che troviamo sui fendinebbia, sulle luci posteriori e su tutti gli indicatori di direzione, con effetto a scorrimento. Non sono disponibili i fari Full LED bensì Volkswagen ha deciso di puntare sui fari a matrice di LED IQ.Light, in grado di migliorare ulteriormente il fascio di luce specie in condizioni di guida notturna. A pagamento, nella lunga lista degli optional di Volkswagen Passat, sistemi come il Dynamic Light Assist, sistema gestisce automaticamente l’illuminazione ma che va ulteriormente combinato, sempre a pagamento, alla regolazione dinamica della profondità, con luce in curva dinamica e lavafari a pressione.
Il facelift ha interessato anche l’abitacolo di Volkswagen Passat dove fanno il loro debutto nuovi materiali e inserti decorativi, con pannelli porta, volante e finiture completamente riviste. Non c’è più l’orologio analogico al centro della plancia, sostituito ora dalla scritta Passat retroilluminata. Nuovo è anche il Digital Cockpit con schermo da 11,7 pollici e varie funzioni visualizzabili sulla schermata davanti agli occhi del conducente. Rivisto anche l’impianto audio con il contributo della danese Dynaudio, con nuovo impianto da 700 W. Tra le grandi innovazioni introdotte dal facelift dell’ottava generazione meticolosa attenzione dedicata ai sistemi di assistenza alla guida. Il già citato Travel Assist si comanda da un tasto sul volante e regola il comportamento del veicolo assicurandosi che il guidatore mantenga almeno un dito sul sensore touch della razza. Nel caso in cui venga meno la presa su quest’ultimo, inizialmente l’auto avvisa con dei segnali acustici, superato un certo tempo interviene l’Emergency Assist, che porta l’auto in sicurezza, monitorando le condizioni della strada, sulla corsia di emergenza. Il passo di 2,78 metri rende molto spazioso l’abitacolo, sia per quanto riguarda i sedili anteriori, con regolazione elettrica, sia quelli posteriori. Molto buona risulta essere anche la capacità del bagagliaio, con una capacità che varia da un minimo di 586 litri a un massimo di 1.152 litri. Nel segmento delle berline medie (D), Volkswagen Passat trova le sue concorrenti in Skoda Superb, Audi A4, Peugeot 508, Renault Talisman, Mazda6 Opel Insignia, Kia Optima.

Volkswagen Passat: allestimenti, motori e prezzi

Volkswagen Passat è in commercio in Italia negli allestimenti Business ed Executive. A livello di dotazioni, Volkswagen Passat offre il display capacitivo a colori con il sistema di infotainment Discover Media (8”) per l’allestimento Business e Discover Pro (9,2”) per la Passat Executive. Tra le due tipologie di schermi, aumenta anche la risoluzione grafica. Il sistema Discover Pro, inoltre, legge i DVD e propone due prese USB in luogo dell’unica disponibile con il Discover Media. Entrambe propongono di serie la radio DAB+ mentre il solo Discover Pro propone la navigazione in 3D con visualizzazione degli edifici. I comandi vocali si trovano, di serie, solo sulla versione Executive. A livello estetico tutti e due gli allestimenti propongono di serie cerchi da 17” ma le prime differenze si notano a livello dei gruppi ottici anteriori, con gli alogeni disponibili per la Business (i LED si pagano a parte) e la tecnologia a LED disponibile invece per la più accessoriata Executive. Altri dettagli cromati, come il listello sul paraurti posteriore, sono ad appannaggio della sola Executive. I fari posteriori a LED sono invece di serie su entrambi gli allestimenti.

Dentro la Executive propone inoltre materiali di qualità più ricercata come la fasce di Alcantara sul rivestimento dei sedili e l’utilizzo della “Pelle Vienna”. Infine, i sedili anteriori riscaldabili si trovano solo sulla versione Executive disponibili di serie.

I motori di Volkswagen Passat sono tutti a gasolio, TDI, 1.6 e 2.0 di cilindrata, con potenze da 120 a 240 CV. Tutti i motori sono abbinati al cambio automatico DSG a sette velocità. Interessante la versione ibrida plug-in GTE con la possibilità di percorrere fino a 55 km in elettrico, grazie alla batteria più grande introdotta con il facelift e un’attenzione dedicata alle prestazioni: 7,6 secondi per lo 0-100 km/h. Tutti i motori sono omologati Euro 6d-Temp.

Diesel

  • 1.6 TDI 120 CV DSG, trazione anteriore
  • 2.0 TDI 190 CV, trazione anteriore
  • 2.0 TDI 190 CV, trazione integrale 4Motion
  • 2.0 BiTDI 240 CV DSG, trazione integrale 4Motion

Benzina/Ibrido plug-in

  • 1.4 TSI 218 CV, trazione integrale 4Motion

I consumi dichiarati (WLTP) per i motori a benzina partono dai 5,6-6,1 l/100 km per la versione 1.6 TDI, 5,6-6,0 l/100 km per il 2.0 TDI da 190 CV e 5,3-6,8 l/100 km per il 2.0 190 CV con trazione 4Motion. 7,3-7,6 i consumi dichiarti del biturbo TDI da 240 CV. I consumi scendono a 1,7 l/100 km per la versione ibrida plug-in Passat GTE. Il listino prezzi di Volkwagen Passat parte da 36.350 euro per la motorizzazione 1.6 TDI Business con cambio DSG. Per quanto riguarda i prezzi di Volkswagen Passat di seconda mano, questi sono disponibili sul sito di AutoScout24.

Volkswagen Passat: conclusioni

Volkswagen Passat rappresenta un punto fermo nella storia della marca di Wolfsburg e dopo otto generazioni e mezzo, considerando il facelift presentato al Salone di Ginevra 2019, vuole dire la sua. Con l’arrivo di diverse novità sia sul fronte estetico sia sul fronte della tecnologia a bordo (nuova batteria per la versione GTE, nuovi sistemi di assistenza alla guida), uno dei modelli più venduti di sempre della Casa tedesca si erge a tassello fondamentale dell’offerta commerciale tra le berline medie. La concorrenza è forte così come è numerosa la lista degli optional ma una Volkswagen Passat rimane, sempre e comunque, garanzia di solidità, efficienza e di una buona tenuta dell’usato.

Recensioni dei veicoli Volkswagen Passat

198 Recensioni

4,5