Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Jeep Compass

Pro
  • -Tecnologia ai vertici
  • -Comoda e facile da guidare
Contro
  • -Bagagliaio piccolo per le dimensioni
  • -Prezzo alto delle versioni ibride

Jeep Compass: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Quando è stata lanciata nel 2006, Jeep Compass è stata la prima Jeep a offrire un’esperienza più improntata sull’esperienza di guida su strada che sulle capacità off-road. La prima generazione, prodotta tra il 2006 e il 2016, era sviluppata sulla piattaforma Mitsubishi JS, e sfoggiava motori benzina e Diesel con potenze fino a 140 CV, con questi ultimi realizzati da Volkswagen. L’estetica della prima Compass voleva unire gli stilemi tipici di Jeep, come i fari tondi, le 7 feritoie della calandra e le linee squadrate, con un look da SUV compatto, ottenendo un risultato non esattamente memorabile. Continua a leggere

Modelli alternativi

Le cose cambiarono molto nel 2011: l’anno prima, infatti, Jeep è entrata nell’orbita del Gruppo FIAT-FCA, e per l’occasione tanti modelli sono stati completamente rivisti. Uno di questi è stato proprio Compass, che nel 2011 ottenne un meritato restyling. Il lifting ha regalato a Compass il frontale dell’allora nuovo Jeep Grand Cherokee, il primo modello del nuovo corso stilistico Jeep. L’arrivo di un nuovo muso molto più ispirato, di interni disegnati meglio e di maggior qualità e di un nuovo 2.2 turbodiesel di origine Mercedes-Benz, ha rimpolpato le vendite, e dato la possibilità al modello di veder nascere una seconda generazione.

E con la seconda serie, per Jeep Compass tutto cambia. Nata nel 2016, sostituisce in solo colpo il precedente Compass e l’altra piccola Jeep, la Patriot. Anticipata dalla più piccola Renegade, Jeep Compass è il secondo modello realizzato interamente con componentistica e meccanica del Gruppo FCA. Basata sulla piattaforma FGA Small US Wide, la stessa di Renegade, Compass è prodotta in Messico per i mercati nordamericano ed europeo, e sfoggia una carrozzeria più personale ed elegante, ma sempre inconfondibilmente Jeep.

Dotata di motori turbo con potenze fino a 170 CV, Jeep Compass si è fatta apprezzare per l’estetica dura ma elegante, la dotazione di spazio e l’ottima guidabilità sia su strada che lontano dall’asfalto. Nel 2020, poi, Jeep Compass vede il debutto della sua prima versione ibrida plug-in, la 4xe. Questa nuova versione elettrificata, dotata di trazione integrale “ibrida” 4xe con potenze fino a 240 CV, è prodotta in Italia, nello stesso stabilimento SATA di Melfi dove già vede la luce la sorellina Compass. Nel 2021 è infine arrivato un corposo restyling, che ha portato una bella iniezione di tecnologia con un infotainment di livello assoluto, nuovi motori e, proprio all’inizio del 2022, anche la prima Jeep Mild Hybrid.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Jeep Compass.

Dimensioni Jeep Compass

Le dimensioni di Jeep Compass sono:

  • Lunghezza 4,40 metri
  • Larghezza 1,87 metri
  • Altezza 1,63 metri
  • Passo 2,64 metri

Jeep Compass è quindi una vettura piuttosto compatta, con una lunghezza che la pone a livello di alcune classiche compatte medie come Ford Focus, BMW Serie 1, Peugeot 308 o FIAT Tipo per rimanere in Casa Stellantis. Rispetto a queste vetture, però, Jeep Compass sfoggia un corpo vettura molto largo, con quasi 1,90 m di larghezza, un’altezza considerevole e un passo piuttosto generoso, di 2,64 metri. A livello estetico, Jeep Compass non fa nulla per celare la sua personalità. Il frontale infatti appare addirittura più largo di quello che è: il restyling del 2021 ha infatti portato una calandra più sottile e sviluppata in larghezza, dei fari più sottili e sfuggenti e un paraurti più sagomato. Immancabili, come sempre, le sette feritoie anteriori, che la rendono immediatamente riconoscibile come una vera Jeep.

Lateralmente, Jeep Compass punta su una fiancata muscolosa dotata di passaruota in plastica grezza e di passaruota piuttosto bombati. A impreziosire la vista laterale c’è poi una modanatura cromata che parte dalla base degli specchietti e, passando sopra la linea dei finestrini, si collega al lunotto. In coda, Jeep Compass ha un aspetto piacevole e rassicurante, come si conviene ad un SUV da famiglia. I grandi fari posteriore e il lunotto non troppo grande la rendono comunque piuttosto interessante, per un look personale e molto apprezzato dal pubblico. Le versioni Trailhawk sfoggiano paraurti risagomati per limitare il rischio di indesiderate “toccate” in fuoristrada, e l’aggiunta di ganci di traino a vista verniciati in rosso. In più, le versioni Trailhawk sono anche più alte da terra di 3 cm, raggiungendo 1,66 m di altezza. Concludendo con le dimensioni, Jeep Compass non brilla per capacità del bagagliaio: le versioni benzina e diesel infatti offrono 438 litri di spazio utile, che scende a 420 per le versioni ibride plug-in 4xe. Abbattendo il divano posteriore, il bagagliaio di Jeep Compass offre fino a 1.387 litri di capacità (1.230 per le versioni 4xe). Con il restyling, infine, sono stati aggiunti diversi portaoggetti nell’abitacolo, che hanno aumentato di tre volte lo spazio interno.

Interni Jeep Compass

Gli interni di Jeep Compass sono stati completamente ridisegnati con il restyling del 2021, e ci verrebbe da dire meno male. L’abitacolo disegnato nel lontano 2016 cominciava infatti a sentire il peso degli anni, con la strumentazione mista analogica-digitale, lo schermo dell’infotainment centrale non enorme e dettagli non a livello della migliore concorrenza. Grazie alle tantissime modifiche, invece, oggi gli interni di Jeep Compass sono tra i più interessanti della categoria. Se infatti sulle versioni base troviamo il precedente schermo top di gamma, lo Uconnect da 8,4 pollici, le versioni più accessoriate puntano su un nuovo sistema, lo Uconnect 5, con schermo da 10,1 pollici. Questo nuovo sistema è basato su Android Automotive, ed è veloce, fluido e molto intuitivo e facile da usare.

La sua estetica migliorata ha poi regalato un miglior ambiente interno a Compass, che ora ha una plancia completamente rivista. Addio al vecchio andamento verticale della plancia, tutta concentrata al centro. Ora gli interni di Jeep Compass sono sviluppati in larghezza, con il sistema di infotainment posizionato a sbalzo ma ben integrato nelle linee della plancia, e alloggiato in una nuova fascia a tutta larghezza rivestita in pelle. In onore dell’indole pragmatica di Jeep, i comandi del clima e quasi tutti i comandi principali rimangono fisici, per una facilità e immediatezza nei comandi sconosciuta alle rivali che hanno puntato tutto sui touchscreen. A livello estetico, l’intero abitacolo è stato completamente rivisto, regalando un ambiente elegante e ben fatto. Grazie ad un volante molto più elegante e premium nel look e al tatto, ad un nuovo quadro strumenti completamente digitale e a materiali utilizzati decisamente migliorati in estetica, qualità al tatto e alla vista, l’abitacolo di Jeep Compass è al vertice del segmento dei C-SUV. Infine, Jeep Compass è un’auto molto spaziosa per i passeggeri, con 5 persone che si siedono comodamente all’interno del SUV italo-americano.

jeep-compass-cockpit

jeep-compass-interieur

Motori Jeep Compass

Con il restyling dell’anno scorso, la gamma motori di Jeep Compass è stata totalmente rivista, e anche all’inizio dell’anno è arrivata una interessante novità. Prima di buttarci sui motori, però, è bene parlare della base meccanica di Compass. A livello meccanico, Jeep Compass sfrutta una base che vedremo presto sulla prossima Alfa Romeo Tonale. Il SUV italo-americano è infatti basato sulla piattaforma FGA Small Wide, una base meccanica nata su Alfa Romeo Giulietta e adattata all’utilizzo su SUV a ruote alte. Ad oggi, infatti, Compass condivide la base meccanica con la sorellina Jeep Renegade e con la cugina FIAT 500X. Questo può già far capire come a livello di guidabilità Jeep Compass sia un’automobile capace di comportarsi molto bene su asfalto, anche tra le curve.

Il tutto però senza dimenticare l’anima off-road insita in ogni Jeep: la FGA Small Wide è infatti in versione 4x4, adatta anche a versioni a trazione integrale. E infatti, fino a qualche mese fa erano disponibili versioni a quattro ruote motrici con i motori 1.4 MultiAir Turbo e 2.0 MultiJet. Oggi, invece, non ci sono più motorizzazioni termiche dotate della trazione integrale. La gamma motori di Jeep Compass è infatti dotata di quattro motori con quattro alimentazioni diverse. Per gli amanti della verde, Compass offre il 1.3 T4 FireFly della famiglia GSE: si tratta di un 4 cilindri turbo di nuova generazione, ad oggi disponibile in una sola combinazione. Il motore d’attacco della gamma Compass è infatti dotato di 130 CV, e accoppiato ad un cambio manuale a 6 rapporti. Tra i motori non elettrificati, poi, non possiamo dimenticare il mitico 1.6 MultiJet II turbodiesel. Questo motore, apprezzatissimo dai clienti italiani, ha ora 130 CV ed è accoppiato al solo cambio manuale a 6 marce.

Da quest’anno poi ci sono ben due versioni elettrificate nella gamma motori di Jeep Compass. La prima è una novità assoluta, la 1.5 e-Hybrid. Si tratta di un motore 1.5 GSE 4 cilindri turbo accoppiato ad un motore elettrico da una ventina di CV, e di impianto elettrico a 48 V. La potenza è di 130 CV, e il cambio è il doppia frizione DDCT a 7 rapporti. Tutte queste versioni, però, sono disponibili solo con trazione anteriore. Per avere la trazione integrale, dal 2021 è obbligatorio scegliere una Compass 4xe. Questa è la versione ibrida plug-in del C-SUV italo-americano, e sfrutta una trazione integrale “ibrida”. Cosa significa? Che non c’è un vero collegamento fisico tra le quattro ruote, ma è bensì un motore elettrico a spingere le ruote posteriori. Sotto il cofano troviamo infatti il 1.3 T4 da 130 o 180 CV, a seconda della motorizzazione, coadiuvato da un motore elettrico da 45 CV. Dietro, invece, troviamo un secondo motore elettrico da 60 CV e 250 Nm: insieme, i tre motori offrono 190 o 240 CV, a seconda della potenza del 1.3 T4. La batteria è da 11,4 kWh, e consente di percorrere fino a 43 km a zero emissioni.

Gamma motori Jeep Compass

Benzina

  • 1.3 T4, 130 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore

Mild Hybrid benzina

  • 1.5 GSE Turbo T4 48V, 130 CV, cambio automatico doppia frizione a 7 marce, trazione ant.

Diesel

  • 1.6 MultiJet II, 130 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore

Ibrido Plug-In

  • 1.3 T4 PHEV 4xe, 1.3 turbo da 130 CV e motore el., 190 CV, cambio auto a 6 marce, traz. integrale
  • 1.3 T4 PHEV 4xe, 1.3 turbo da 180 CV e motore el., 240 CV, cambio auto a 6 marce, traz. integrale

Prezzi Jeep Compass

Il listino prezzi di Jeep Compass parte da 31.900 euro per la versione d’accesso della gamma, la versione Longitude dotata del 1.3 T4. Gli allestimenti di Jeep Compass sono sei: Longitude, Business, lo speciale Night Eagle, Limited, lo sportivo S e il fuoristradistico Trailhawk. Di serie fin dalla versione base ci sono i cerchi in lega, il clima automatico, il sistema di infotainment Uconnect con schermo da 8,4 pollici, il bellissimo quadro strumenti completamente digitale da 10,25 pollici cruise control, sensori di parcheggio con retrocamera, frenata automatica e sistema di mantenimento della corsia.

Dalla versione Night Eagle in su, invece, è di serie il comodissimo Cruise Control Adattivo, i sensori di parcheggio anteriori, i cerchi in lega da 18 pollici e il pad per la ricarica wireless del proprio telefono. Per avere il sistema Uconnect 5 da 10,1 pollici, bisogna passare alla versione Limited, mentre la sportiva S è la più accessoriata, e sfoggia dettagli sportiveggianti sia fuori che dentro, modanature e loghi in nero lucido e badge specifici un po’ dappertutto. Infine, la fuoristradistica Trailhawk offre di serie i fari Full LED, i fendinebbia, i paraurti più sagomati per migliori angoli d’attacco e d’uscita in fuoristrada, cerchi e gomme All Terrain specifiche e il sistema Selec-Terrain. Questa tecnologia permette di gestire al meglio la ripartizione della potenza tra le ruote, massimizzando il grip e l’aderenza a seconda del terreno su cui si sta guidando. Il listino prezzi di Jeep Compass vede proprio la Trailhawk come top di gamma, insieme alla versione S dotata del sistema 4xe da 240 CV. Entrambe, infatti, condividono il prezzo di listino più alto della gamma Compass: 52.100 euro. Il listino degli optional offre poi diverse possibilità, dal tetto panoramico in vetro alle particolari vernici tristrato. Volendo, infine, è possibile acquistare una Wall Box per la propria 4xe ibrida, al prezzo di 399 euro.

Listino prezzi Jeep Compass

Longitude

  • 1.3 T4 Turbo Longitude, 31.900 euro
  • 1.6 MultiJet II Longitude, 32.900 euro
  • 1.5 T4 GSE 48V DDCT Longitude, 36.200 euro

Business

  • 1.3 T4 Turbo Business, 33.450 euro
  • 1.6 MultiJet II Business, 34.450 euro
  • 1.5 T4 GSE 48V DDCT Business, 37.750 euro
  • 1.3 T4 PHEV 190 CV 4xe Business Plus, 47.100 euro

Night Eagle

  • 1.3 T4 Turbo Night Eagle, 33.900 euro
  • 1.6 MultiJet II Night Eagle, 34.900 euro
  • 1.5 T4 GSE 48V DDCT Night Eagle, 38.200 euro
  • 1.3 T4 PHEV 190 CV 4xe Night Eagle, 45.850 euro

Limited

  • 1.3 T4 Turbo Limited, 35.150 euro
  • 1.6 MultiJet II Limited, 36.150 euro
  • 1.5 T4 GSE 48V DDCT Limited, 39.450 euro
  • 1.3 T4 PHEV 190 CV 4xe Limited, 47.100 euro

S

  • 1.6 MultiJet II S, 40.150 euro
  • 1.5 T4 GSE 48V DDCT S, 43.450 euro
  • 1.3 T4 PHEV 240 CV 4xe S, 52.100 euro

Trailhawk

1.3 T4 PHEV 240 CV 4xe Trailhawk, 52.100 euro

Jeep Compass: concorrenti e conclusioni

Grazie al restyling arrivato nel 2021, Jeep Compass ha guadagnato moltissimo terreno sulle migliori rivali. Se infatti prima del lifting pagava qualcosa in termini di qualità interna, tecnologia e dotazioni, oggi Compass non ha nulla da invidiare alle migliori concorrenti. Partendo da un’ottima base meccanica, condivisa con la più piccola Renegade, Compass offre un ottimo comportamento stradale: comoda e rifinita, non è la più silenziosa tra i C-SUV, ma è facile e piacevole da guidare anche tra le curve. Certo, non aspettatevi una sportiva di razza, ma sarà davvero difficile mettere in difficoltà Compass. La versione 4xe, unica rappresentante della trazione integrale, farà storcere il naso ai puristi della guida fuoristrada, ma per qualche sporadica scampagnata con le ruote lontane dall’asfalto stupisce per le sue capacità, soprattutto in versione Trailhawk. Peccato solo che, una volta scaricatasi la batteria, il 1.3 della 4xe consumi parecchio, dovendosi portare in giro quasi 1.800 kg di vettura. Le versioni ibride, sia mild che plug-in, sono poi parecchio costose: fate bene i vostri conti per verificare quale convenga di più per le vostre esigenze.

Il SUV italo-americano è però completo e convincente, e ne ha bisogno in un segmento pieno di vetture valide come quello dei C-SUV. Le concorrenti di Jeep Compass sono infatti tantissime, e ognuna con le proprie frecce al suo arco. Inoltre, Jeep Compass è un’auto che strizza l’occhio al mondo Premium, ma rimanendo comunque abbastanza abbordabile con le versioni d’attacco, sfidando le rivali generaliste. Partendo da queste ultime, le concorrenti di Jeep Compass più accreditate sono Ford Kuga, Toyota RAV-4, Nissan Qashqai, Peugeot 3008, Citroen C5 Aircross, Opel Grandland, Skoda Karoq e SEAT Ateca. Non possiamo poi dimenticare Mazda CX-30, Hyundai Tucson e KIA Sportage, mentre a metà tra generaliste e Premium ci sono due Volkswagen: T-Roc, un po’ più piccola di Compass, e Tiguan, un po’ più grande e dotata di motori ibridi plug-in. Tra le concorrenti di Jeep Compass compaiono però anche i C-SUV premium, come BMW X1 e X2, Audi Q2 e Q3/Q3 Sportback, Jaguar E-Pace, Mercedes GLA e Volvo XC40, tutte (tranne Audi Q2) disponibili con motorizzazioni ibride plug-in. Se infine cercate un SUV capace di togliersi tante soddisfazioni fuori strada, ci sono tre rivali distanti come prezzi, ma altrettanto valide off-road: Dacia Duster, Subaru XV e Suzuki S-Cross.

FAQ

Quanto costa la nuova Jeep Compass?

Jeep Compass parte da 31.900 euro per il 1.3 T4 turbobenzina da 130 CV in allestimento Longitude, già piuttosto accessoriato. Per avere il 1.6 MultiJet turbodiesel servono invece almeno 32.900 euro, mentre per un allestimento Limited già molto ricco bisogna mettere in conto almeno 35.000 euro. Salate, invece, le ibride: il nuovo 1.5 Turbo Mild Hybrid parte da 36.200 euro in allestimento Longitude, mentre la 4xe Plug-In da ben 45.850 euro in allestimento Night Eagle.

Quando esce la nuova Jeep Compass?

Il restyling di Jeep Compass è arrivato durante il 2021: i ritocchi hanno interessato gli esterni, ora dotati di dettagli più moderni, ma soprattutto gli interni. L’abitacolo è stato completamente ridisegnato, ed oggi conta un nuovo infotainment, lo UConnect 5, e materiali e assemblaggi di maggiore qualità. A gennaio 2022 è poi arrivata un’altra grande novità: il primo motore mild Hybrid di Jeep, il 1.5 GSE con modulo a 48V da 130 CV.

Quante versioni ci sono di Jeep Compass?

Attualmente, la gamma Jeep Compass è formata da sei allestimenti: Longitude, Business, Limited, Night Eagle, S e il fuoristradistico Trailhawk. Longitude, Business e Limited sono le versioni più vendute, e puntano su eleganza e comfort. La Night Eagle è invece una serie speciale caratterizzata da vernice, interni e dettagli neri. La versione S ha invece un taglio più sportivo e dinamico, senza però modifiche all’esperienza di guida. La Trailhawk, infine, è la più fuoristradistica delle Compass, con assetto rialzato, paraurti adatti all’off-road e gomme M+S.

Recensioni dei veicoli Jeep Compass

6 Recensioni

4,3