Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Jeep Wrangler

Pro
  • Capacità fuoristrada
  • Look e qualità ottimi
Contro
  • Rumorosità sempre presente
  • Non ci sono più motori diesel

Jeep Wrangler: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Ci sono pochi modelli così iconici e famosi da essere diventati sinonimo stesso del segmento di cui fanno parte. Uno dei più celebri è ovviamente Jeep Wrangler, l’erede di quella Jeep Willys che ha reso Jeep sinonimo conosciuto in tutto il mondo di fuoristrada. Nato durante la Seconda Guerra Mondiale, nelle sue vesti civili il modello più estremo e fuoristradistico della gamma Jeep si è evoluto diventando più civilizzato, più curato e più adatto alla vita di tutti i giorni: in questo senso è nato il Jeep Wrangler JL, la quarta generazione del modello Wrangler e quinta contando anche la Jeep CJ del 1944, che sfoggia degli interni molto curati, un’estetica moderna ma inconfondibile e anche la prima versione ibrida della storia di Wrangler. Continua a leggere

Modelli alternativi

Scopriamo dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Jeep Wrangler.

Dimensioni Jeep Wrangler

Come da tradizione, le versioni di Jeep Wrangler sono due: la classica due porte, e la più grande e spaziosa 5 porte Unlimited. Nel dettaglio, Le dimensioni della Jeep Wrangler sono:

  • lunghezza 4,33 metri
  • larghezza 1,89 metri
  • altezza 1,88 metri
  • passo 2,46 metri

Le dimensioni della Jeep Wrangler Unlimited, invece, sono:

  • lunghezza 4,88 metri
  • larghezza 1,89 metri
  • altezza 1,84 metri
  • Passo 3,00 metri

Dal punto di vista estetico, la due porte e la Unlimited si differenziano per la presenza di un passo decisamente più lungo (54 cm per l’esattezza, passando da 2,46 a 3,00 metri), di due porte posteriori della stessa grandezza di quelle anteriori e di un abitacolo e un vano bagagli decisamente più spaziose. Il resto delle linee, invece, sono uguali tra entrambe le versioni, con uno stile talmente personale e originale da essere inconfondibile. Nonostante infatti Wrangler sia un modello completamente nuovo, il fuoristrada americano rimane sé stesso anche in questa quarta generazione. Le linee sono da fuoristrada duro e puro, squadrato e votato all’offroad: il frontale è super squadrato, con il cofano a conchiglia e i passaruota separati dalla carrozzeria, mentre i fari, Full LED su tutte le versioni, sono come da tradizione tondi.

Non mancano poi le sette feritoie tipiche di ogni Jeep, mentre lateralmente si notano le portiere con le cerniere a vista, smontabili su tutti i modelli di Wrangler. Anche il tetto è smontabile, così come il parabrezza che è collassabile, per trasformare il Wrangler in uno stiloso fuoristrada. A richiesta, il cliente può scegliere diversi tipi di tetti: rigido smontabile, rigido non smontabile con un rivestimento fonoassorbente aggiuntivo, in tela, rigido con una parte in tela apribile oppure è possibile opzionare sia il tetto in tela che quello rigido. Al posteriore, Wrangler sfoggia un paraurti striminzito e molto alto, come quello anteriore, per massimizzare gli angoli d’attacco e d’uscita in off-road, mentre non manca mai la ruota posteriore a vista da vero fuoristrada. Bellissimi i gruppi ottici quadrati a LED, inconfondibile il posteriore con il portellone apribile in due parti. Concludendo con le dimensioni di Jeep Wrangler, la versione a due porte ha un bagagliaio da Segmento A, con una capacità minima di 192 litri, che può salire a 800 litri. La Unlimited, dal canto suo, è decisamente più spaziosa: il bagagliaio ospita 533 litri, che possono salire a 1.910 rimuovendo totalmente la seconda fila: a prova di trasloco.

Interni Jeep Wrangler

Se da fuori è riuscito a rimanere fedele alle sue origini, modernizzando le forme di sempre, gli interni di Jeep Wrangler conservano l’atmosfera tipica del modello, quella di un fuoristrada duro e puro, ma con una qualità davvero alta per il segmento. I rivestimenti sono infatti molto curati, con plastiche e pelli morbide ovunque si arriva con il tatto e con lo sguardo, soluzioni tecnologiche e piccole chicche sparse qua e là. Sulla leva del cambio, ad esempio, troviamo il profilo stilizzato della prima MB Willys del 1941, mentre i tasti sono belli grandi e facili da cliccare anche con i guanti. Tutti i comandi sono poi coperti dalla polvere e dallo sporco, e l’impostazione generale è pratica e pragmatica. Il sistema multimediale è posto in alto, ed è il classico Uconnect da 8,4 pollici con i protocolli Android Auto ed Apple CarPlay.

Sul tunnel centrale, tra i due sedili, ci sono due leve: una è per il cambio automatico, di serie su tutte le versioni, mentre la seconda comanda il sistema di trazione integrale. Per le situazioni più difficili, poi, poco sopra sulla console centrale troviamo i tasti per gli alzavetri elettrici. La loro posizione inusuale è dovuta al fatto che le portiere sono removibili: per questo, i comandi sono concentrati sotto la plancetta del clima e dei tasti per l’infotainment fisici. Dietro al bel volante in pelle troviamo poi due quadranti analogici per tachimetro e contagiri, e al centro troviamo un secondo schermo digitale che dà tante informazioni. Per concludere sugli interni di Jeep Wrangler, lo spazio non manca sia davanti che dietro sulla versione Unlimited, che si rivela molto comoda per 4 occupanti, mentre in cinque si sta un po’ stretti. La versione due porte, invece, è decisamente più claustrofobica dietro, e l’omologazione è infatti solo per quattro.

jeep-wrangler-interieur

Motori Jeep Wrangler

La gamma motori di Jeep Wrangler ha perso, nell’ultimo anno, il motore bestseller in Europa, il 2.2 MultiJet. Il 4 cilindri visto anche su Cherokee e Alfa Romeo Giulia e Stelvio ha infatti salutato la compagnia, lasciando spazio solamente a motori a benzina e ibridi. In Europa, i motori a listino sono due: il 2.0 Turbo benzina da 272 CV e la inedita 4xe da 380 CV. Entrambe si basano sullo stesso motore, il 2.0 4 cilindri turbo della famiglia GSE visto anche su Alfa Romeo Giulia e Stelvio e su Maserati Ghibli e Levante in versione mild hybrid. Su Wrangler, offre 272 CV e 400 Nm di coppia, ed è accoppiato ad un cambio automatico a 8 marce e, ovviamente, alle trazioni integrali. La versione 4xe, invece, al 2.0 da 272 CV unisce due motori elettrici, uno che sostituisce il motorino d’avviamento e l’alternatore (come un sistema Mild Hybrid) e uno tra motore e cambio automatico, rimpiazzando anche il convertitore di coppia della trasmissione a 8 rapporti. La potenza sale così a 380 CV e 637 Nm di coppia, mentre la batteria è agli ioni di litio, è da 17,2 kWh e garantisce un’autonomia di 50 km in ciclo misto WLTP.

Le prestazioni di entrambe sono piuttosto valide su strada, con uno 0-100 km/h coperto in circa 8 secondi per la 2.0 Turbo e in meno di 6 secondi per la 4xe. Su strada, poi, Jeep Wrangler è migliorato moltissimo, con una guidabilità ora degna di nota e a suo agio anche sull’asfalto. Il suo terreno preferito, però, rimane quello lontano dall’asfalto. Il telaio è infatti ancora a longheroni, le sospensioni sono ancora ad assale rigido sia davanti che dietro. Qualsiasi sia la scelta nella gamma motori di Jeep Wrangler, poi, è sempre di serie la trazione integrale inseribile, i differenziali bloccabili e le marce ridotte, per capacità fuoristrada incredibili. Per fare due esempi, Jeep Wrangler può superare pendenze vertiginose, e fare guadi fino a 76 cm, anche con la versione 4xe. Infine, abbiamo parlato di “trazioni integrali”: infatti, Wrangler offre di serie la trazione integrale Command Trac, completamente automatica nella gestione dei differenziali. La più specialistica trazione integrale, riservata alla dura Rubicon, è la Rock-Trac, che consente di bloccare i differenziali anteriore e posteriore manualmente, disconnettere la barra antirollio anteriore e, in definitiva, non fermarsi mai davanti a nulla.

Motori Jeep Wrangler

Benzina

  • 2.0 Turbo, 2.0 turbobenzina 4 cilindri, 272 CV, cambio aut. a 8 marce + ridotte, trazione integrale

Plug-in Hybrid

  • 2.0 Turbo PHEV 4xe, 2.0 turbo + elettrico, 380 CV, cambio aut. a 8 marce + ridotte, trazione integrale

Prezzi Jeep Wrangler

Il listino prezzi di Jeep Wrangler, constatato tutta la tecnologia che nasconde un’auto apparentemente così tradizionale e dura, non può che essere alto. La versione base di Jeep Wrangler è infatti la Sport, che sulla versione due porte e accoppiata al 2.0 Turbo parte da 51.000 euro. La Sport di serie offre cerchi in lega da 17 pollici, quadro strumenti con schermo monocromatico, soft top, clima, radio con schermo da 7 pollici, sensori di parcheggio posteriori e, ovviamente, la trazione integrale. Per avere la più pratica ma meno agile in fuoristrada Unlimited, invece, bisogna sborsare 3.500 euro in più, arrivando a 54.500.

Gli altri allestimenti sono il Sahara, più votato al comfort e alla raffinatezza con tutta la tecnologia di cui abbiamo parlato finora, i fari Full LED davanti e dietro e i sistemi di sicurezza con ADAS di Livello 2, il lussoso 80th Anniversary e la specialistica Rubicon. Questa versione, dotata del sistema di trazione integrale Rock-Trac e dei bloccaggi dei differenziali, ha anche delle gomme dedicate al fuoristrada, paraurti ridisegnati per il massimo comportamento off-road e anche una telecamera anteriore, utilissima in fuoristrada. A causa delle sue gomme e della trazione specialistica, la velocità massima delle Rubicon è limitata da 180 a 159 km/h. Infine, la versione 4xe è disponibile solo con carrozzeria Unlimited e solo con gli allestimenti top di gamma Sahara e Rubicon. Ed è infatti una 4xe la versione più costosa del listino prezzi di Jeep Wrangler: la specialistica Rubicon con motorizzazione plug-in hybrid arriva infatti a 76.300 euro.

Listino prezzi Jeep Wrangler

Sport

  • 2.0 Turbo Sport, 51.000 euro
  • Unlimited 2.0 Turbo Sport, 54.500 euro

Sahara

  • 2.0 Turbo Sahara, 58.000 euro
  • Unlimited 2.0 Turbo Sahara, 61.500 euro
  • Unlimited 2.0 Turbo PHEV Sahara 4xe, 74.800 euro

80th Anniversary

  • 2.0 Turbo 80th Anniversary, 61.000 euro
  • Unlimited 2.0 Turbo 80th Anniversary, 64.500 euro

Rubicon

  • 2.0 Turbo Rubicon, 58.000 euro
  • Unlimited 2.0 Turbo Rubicon, 61.500 euro
  • Unlimited 2.0 Turbo PHEV Rubicon 4xe, 76.300 euro

Jeep Wrangler: concorrenti e conclusioni

Progettata per dominare i più impegnativi percorsi off-road, la Jeep Wrangler è il risultato di oltre settantacinque anni di leadership nello sviluppo di sistemi 4x4. Telaio a longheroni e sospensioni ad assale rigido la penalizzano un po’ su strada, dove non diverte come i SUV più “stradali”. Rispetto alle vecchie generazioni, però, Jeep Wrangler ora si comporta molto meglio su strada, risultando comoda, facile e anche piuttosto piacevole da guidare, al netto della meccanica e del baricentro molto alto. Certo, i consumi sono alti, la rumorosità altrettanto e a livello di praticità e piacere di guida ci sono modelli che costano più o meno la stessa cifra che fanno di meglio. Queste sedicenti concorrenti di Jeep Wrangler, però, non vantano lo stesso stile inconfondibile, la stessa personalità e riconoscibilità, né tantomeno le capacità off-road, ormai introvabili nel mercato del nuovo.

Trovare delle vere e proprie concorrenti di Jeep Wrangler è infatti complicatissimo, poiché il fuoristrada americano è praticamente unico nel suo genere. Il suo più grande rivale, Land Rover Defender, si è “convertito” al telaio monoscocca e alle sospensioni indipendenti, diventando meno fuoristrada duro&puro e più SUV, senza però perdere le sue credenziali off-road. Toyota Land Cruiser e Suzuki Jimny, due vetture molto diverse da Wrangler per dimensioni e prezzo ma simili per capacità off-road, sono ormai un ricordo per noi europei, con Land Cruiser ancora ordinabile ma in dubbio per il mercato europeo. Escludendo le capaci ma non specialistiche FIAT Panda 4x4, Dacia Duster, SsangYong Rexton, Toyota Hilux e Ford Ranger, la rivale diretta di Jeep Wrangler è una sola: la mitica Mercedes-Benz Classe G. Il Gelandewagen, però, è molto più potente, molto più costoso e si è anch’esso convertito al telaio monoscocca e alle sospensioni anteriori indipendenti. In quanto a capacità off-road, però, rimane la grande rivale di Jeep Wrangler, che rimane però un oggetto unico, in attesa della Ineos Grenadier.

FAQ

Quanto costa la Jeep Wrangler Rubicon?

Jeep Wrangler Rubicon è il modello più dedicato al fuoristrada duro e puro della gamma Wrangler. La versione Rubicon è disponibile sia con carrozzeria due porte che in versione Unlimited a 4 porte, più lunga, e con motore benzina o ibrido plug-in 4xe. La 2.0 Turbo Rubicon 2 porte parte da 58.000 euro, mentre la Unlimited è fissata a 61.500 per la 2.0 benzina e a 76.300 euro per la 4xe Plug-In.

Quanto consuma la Jeep Wrangler 4xe?

Prima versione elettrificata della storia di Wrangler, la 4xe è dotata di un 2.0 Turbo 4 cilindri benzina da 272 CV abbinato a due motori elettrici. La potenza complessiva è di 380 CV, con una coppia massima di 637 Nm: per questa potenza, non possiamo aspettarci miracoli. Ed infatti, nonostante i consumi in fase di omologazione WLTP parlino di un consumo medio nel misto di 25 km/l, nel mondo reale è più probabile rimanere di poco sopra i 10 km/l.

Dove si produce la Jeep Wrangler?

La nuova generazione di Jeep Wrangler è prodotta dal 2018 nello storico stabilimento di questo modello di Toledo, in Ohio. Anche per questa generazione, la JL, la produzione è 100% U.S.

Recensioni dei veicoli Jeep Wrangler

25 Recensioni

4,7