Passa al contenuto principale
Messaggio

Se fai il login, AutoScout24 ha ancora più servizi per te.

  • Sincronizza i tuoi preferiti
  • Salva le tue ricerche
  • Inserisci i tuoi annunci

Land Rover Defender - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Land Rover Defender

Land Rover Defender

L’icona offroad rinnovata

Svelata nel 1948, quando fu concepita in risposta alla Jeep Willys, la fuoristrada Land Rover Defender è fra le auto più gloriose e longeve mai prodotte: in 68 anni di carriera ha tagliato il traguardo delle quattro generazioni e ha superato i due milioni di esemplari venduti. La quinta serie ha debuttato alla fine del 2019 ed è assai più moderna delle precedenti, nel look come nella meccanica, che tuttavia è meno “specialistica” dei vecchi modelli. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Land Rover Defender: com’è fatta, pro e contro

Disegnata sotto la supervisione di Gerry McGovern, a capo dello stile per il marchio inglese, la Defender mantiene le forme squadrate ed i tagli netti delle generazioni precedenti: sono tipici le fiancate verticali, il cofano e il tetto piatti ed i contenuti sbalzi della carrozzeria, indispensabili nel fuoristrada più impegnativo (la Defender può superare forti pendenze senza “grattare” il fondo dei fascioni). Se le forme della carrozzeria sono in linea con la tradizione della Land Rover Defender, lo stesso non vale per altre parti, ridisegnate nell’ottica di apparire più moderne: la mascherina è più sottile e minimale, i fari (sempre rotondi) sono a led e cambiano le prese d’aria dietro le ruote anteriori, più allungate. I passaruota restano sporgenti.

La nuova Land Rover Defender è offerta inizialmente in due versioni: la Land Rover Defender 90, lunga 4,32 metri, con 5 o 6 posti e un passo di 2,59 metri (90 è la misura del passo in pollici, ovvero 228,6 metri); e la Defender 110, lunga 4,76 metri, con 5, 6 o 7 posti e un passo di 3,02 metri. Nel 2020 ha debuttato la versione per usi lavorativi e nel 2021 è arrivata la Defender 130, con 8 posti e lunghezza di 5,10 metri, ma con lo stesso passo della 110. Tutte le versioni della Land Rover Defender sono basate sul pianale D7X, una monoscocca in alluminio che segna un drastico cambio di direzione per la fuoristrada inglese, non più costruita su un telaio separato dalla carrozzeria: ne guadagna la rigidità strutturale e di conseguenza dovrebbero migliorare il comfort su strada e la precisione di guida nelle curve, ma il comportamento in fuoristrada potrebbe risentirne.

Per non deludere i fan più esigenti (la Defender ha un nutrito pubblico di fedelissimi in tutto il mondo), la casa inglese ha fatto ampio ricorso all’elettronica e ha dotato la Defender di tanti sistemi per migliorarne la guida su fondi a bassa aderenza. Oltre al 4x4, sempre di serie, c’è il sistema Terrain Response 2 per ottimizzare la trazione a seconda del fondo stradale: fra i vari programmi di funzionamento c’è anche quello inedito per i guadi, che addolcisce la risposta dell’acceleratore (per avere il motore meno brusco) e attiva automaticamente il ricircolo dell’aria nell’abitacolo. Non manca nemmeno il ClearSight Ground View, che sfrutta le telecamere poste nella griglia anteriore e negli specchietti per riprendere la strada ai lati e al di sotto del cofano. Sono utili in off-road anche le sospensioni regolabili con molle ad aria, in grado di far aumentare l’altezza da terra fino a 14,5 cm rispetto alla posizione standard.

Le maggiori novità rispetto alle precedenti generazioni sono però all’interno, dove la Land Rover Defender offre un ambiente più curato, moderno e con rifiniture di qualità superiore. A fare bella figura sono il cruscotto digitale con schermo di 12,3” e lo schermo a sfioramento nella consolle di 10”, dal quale si comanda il sistema multimediale connesso alla rete per scaricare aggiornamenti e ottenere informazioni in tempo reale. I due schermi sono montati fra due spessi fascioni in pelle (rivestita in tessuto o pelle); nel mezzo di essi c’è anche una mensola, anche se poco profonda e dunque poco utile per appoggiare oggetti. Il selettore del cambio automatico ed i tasti del clima sono alloggiati in un’isola sotto il fascione inferiore, unita allo spesso tunnel centrale. Quest’ultimo può essere sostituito da un sedile ripiegabile, adatto però a brevi viaggi o persone di bassa statura.

Land Rover Defender: allestimenti, motori e prezzi

I primi motori ad arrivare per la nuova Land Rover Defender sono i diesel 2.0 SD4 da 200 e 240 CV, oltre ai benzina 2.0 Si4 da 300 CV e 6 cilindri 3.0 i6 da 400 CV. Tutti hanno il cambio automatico a 8 marce. Il benzina più potente è l’unico abbinato al sistema ibrido leggero: un piccolo motore elettrico, collegato tramite cinghia a quello principale, sostituisce motorino d’avviamento e alternatore ed è in grado di funzionare da generatore di corrente quando la vettura rallenta. Il generatore alimenta una batteria supplementare a 48 volt, che aiuta il motore termico in fase di spinta. La Defender 90 i6 è la più scattante e veloce, perché “sprinta” da 0 a 100 km/h in 6 secondi e raggiunge la velocità massima di 208 km/h. A causa del peso elevato (non meno di 2.000 kg) e della carrozzeria alta e squadrata, i consumi di carburante sono elevati: la versione meno beona, la 2.0 SD4 da 200 CV, percorre in media 11,3 km/l.

Benzina

  • 4 cilindri 2.0 turbo da 300 CV

Diesel

  • 4 cilindri 2.0 turbo da 200 e 240 CV

Ibrida

  • 6 cilindri 3.0 turbo da 400 CV

La Land Rover Defender 90 ha prezzi da 51.400 euro, mentre la Defender 110 parte da circa 57.400 euro. Tre gli allestimenti: Defender, Defender First Edition e Defender X. La Defender offre le sospensioni regolabili con molle ad aria, il Terrain Response, i fari automatici a led, le ruote di 18”, il climatizzatore a due zone ed i sedili anteriori con regolazioni parzialmente elettriche, il regolatore di velocità adattativo e lo schermo di 10” nella plancia, mentre la Defender First Edition ha in più il Terrain Response 2, i fari a matrice di led, il tetto panoramico scorrevole, i cerchi di 20”, il volante in pelle, i sedili anteriori elettrici e riscaldabili, il vano refrigerato nella consolle e il monitoraggio dell’angolo cieco negli specchietti. La Defender X aggiunge il differenziale attivo a controllo elettronico, l’head up display e la guida assistita di livello 2, che permette all’auto di restare automaticamente nella corsia e seguire il flusso del traffico.

Land Rover Defender: conclusioni

La Land Rover Defender del 1948 è un mito a quattro ruote, e questa nuova generazione ne è la degna erede. Il suo stile infatti è un riuscito mix di modernità e tradizione, anche se l’imponente carrozzeria ha un impatto negativo sui consumi: sono molto elevati anche per le versioni con motore diesel. L’abitacolo è moderno e ben realizzato, e la tecnologia soddisfa anche i palati più esigenti: non solo in termini di multimedialità e assistenza alla guida, ma anche per migliorare il comportamento in fuoristrada. Dove però si fa sentire il peso elevato.

Recensioni dei veicoli Land Rover Defender

27 Recensioni

4,5