Passa al contenuto principale

Nuovo aspetto – le stesse funzionalità

Scopri il nostro nostro nuovo stile, che stiamo implementando passo dopo passo in tutto il sito.

Un'altra cosa...

Grazie per aver partecipato alla nostra nuova anteprima del design. Vedrete qualche altro cambiamento di colore mentre aggiorniamo la vostra esperienza al nostro design finale.

Audi Q7 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Audi Q7

Audi Q7

Quando il lusso e sinonimo di capienza

La prima generazione di Audi Q7 e stata presentata al pubblico nel settembre 2005 all IAA. Si basava sullo studio Audi Pikes Peak Quattro, presentato nel 2003 al Motor Show di Detroit. La struttura del Q7 infatti si basava sulla piattaforma E dei modelli VW Touareg e Porsche Cayenne e veniva costruito nella fabbrica Volkswagen Slovakia a Bratislava. La seconda generazione dell Audi Q7 (4M) e stata presentata dieci anni dopo al Salone dell automobile di Detroit del 2015. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Audi Q7: com’è fatta, pro e contro

Con un design importante e una superfice frontale maxi la Q7 fa della sua linea uno Status Symbol. Le linee dure e spigolose della seconda serie hanno sostituito quelle più “morbide” della prima, ma la sostanza non cambia. Gli interni sono sempre lussuosi e confortevoli. Gli optional sono numerosi, ma, come tradizione teutonica sono tutti abbastanza costosi, questo fa lievitare il prezzo finale della vettura.

La lunghezza della vettura è oversize per sti standard europei, con oltre i 5 metri, ha superato i concorrenti, compresi i relativi modelli “cugini” di VW e Porsche di oltre 30 cm. A differenza loro però, disponibile come opzione, possiede una terza fila di posti, per due persone fino a 1,60 metri di statura. Su richiesta, la seconda fila di sedili può essere ordinata con due sedili singoli per viaggi in business class, in combinazione con una console centrale, riducendo il numero massimo di passeggeri da sette a quattro (eliminando anche la terza fila di sedili).

Motore, trasmissione (senza nessuna riduzione per fuoristrada) e la scocca autoportante con sospensioni indipendenti rendono la Q7 meno adatta all’uso duro fuoristrada rispetto alla cugina VW Touareg . Limitano l’utilizzo offroad, anche gli angoli di attacco e uscita poco accentuati. Insomma, il Q7 è un incrociatore da Autobahn, più che un 4x4 puro. Specialmente per la versioni sportiva SQ7.

Il nuovo modello del 2015, rispetto al suo predecessore, è leggermente più piccolo e, fino a 325 chilogrammi più leggera: porte, parafanghi, cofano e portellone sono realizzati in alluminio. Le concorrenti sono sicuramente le cugine Porsche Cayenne , Vw Touareg, poi guardando fuori dal gruppo BMW X7 e Mercedes GLS.

Audi Q7: allestimenti, motori e prezzi

Tutte le versioni della Q7 ha una trazione integrale permanente (quattro) con una distribuzione della potenza di 40:60. Fin dal primo lancio la Q7 era disponibile con un sei cilindri diesel e un otto cilindri benzina. Nell’estate 2006 è stato aggiunto un motore a benzina a sei cilindri da 3,6 litri; nella primavera del 2007 un V8 - TDI da 4,2 litri e nell’autunno del 2008 un motore diesel V12: unico motore con quel frazionamento diesel per autovetture di produzione al mondo e destinato alla top di gamma SQ7.

Tutti i motori erano equipaggiati di serie con un cambio automatico con funzione Tiptronic . L’eccezione è stata il motore FSI da 3,6 litri, offerto insieme a un cambio manuale a sei marce. La prima versione ibrida annunciata per il 2008 basata sul motore a benzina da 4,2 litri non entrerà mai in produzione, poiché il produttore ha stimato una domanda troppo bassa.

Nella primavera del 2009, è stato eseguito un lifting visivamente discreto. Allo stesso tempo, il motore TDI da 4,2 litri è stato riprogettato per produrre 250 kW (340 CV) invece dei precedenti 240 kW (326 CV) e un consumo di carburante si è ridotto di parecchio (9,9 l/100 km anziché 11,1 l/100). Infatti i consumi elevati sono sempre stati un problema per l’Audi Q7, visto il peso e le dimensioni. Il Tiptronic a sei marce è stato sostituito nel corso del 2010 dal Tiptronic a otto marce, anche per migliorare l’efficienza. Nel luglio 2010 il 3.0 TDI è stato modificato completamente rivisto. La lista degli optional per la prima Q7 includeva, tra gli altri, il sistema di cruise control adattivo chiamato Adaptive Cruise Control (ACC), l’adaptive air suspension ovvero le sospensioni pneumatiche, la dinamica della luce in curva, l’assistente di cambiamento corsia, che avverte il conducente nei cambi di corsia e l’avviso angoli ciechi (Side Assist). C’era anche un ausilio per il parcheggio optional e, che ha, tra l’altro, una telecamera posteriore. I sensori di retromarcia erano tutti di serie. Inoltre, la Q7 è stata una delle prime auto a utilizzare un telefono cellulare Bluetooth. È possibile equipaggiare i profili di accesso SIM, anziché il semplice kit vivavoce Bluetooth. Per Q7 V12 TDI era presente anche un sistema frenante in carbonio-ceramica in offerta. Il nuovo modello invece è proposto anche in versioni ibrida, pertanto l’Audi Q7 e-tron è un SUV con trazione integrale e sistema di carica plug-in. Il powertrain ibrido basato su un V6 3.0 litri motore diesel, di di 190 kW (258 CV) a 3.250 a 4500 rpm collegata tramite un accoppiamento al motore elettrico (di potenza 94 kW / 128 CV a 2600 rpm). Il motore elettrico è integrato in un cambio automatico a otto rapporti di nuova concezione (Tiptronic). Entrambe le unità si completano a vicenda, le prestazioni del sistema totale della e-tron sono di 275 kW (373 CV), con una coppia di 700 Nm. Il conducente può scegliere tra tre modalità di guida, tra cui la modalità “EV” favorisce la guida elettrica, la modalità “ibrida” decide liberamente sul tipo di azionamento dei due motori e la modalità “mantenimento batteria” consente di risparmiare l’energia elettrica per futuri utilizzi. Per tutte le varianti, uno sterzo sulle quattro ruote è disponibile su richiesta per la prima volta su un modello Audi: esso riduce il raggio di sterzata e migliora la stabilità alle alte velocità. Infatti, l’agilità del veicolo e la sensazione di agilità auto è essere significativamente migliorata rispetto ai precedenti modelli, molto meno agili.

Inoltre, oltre ai turbocompressori ordinari, la versione SQ7 (seconda serie) utilizza un compressore azionato da un motore elettrico e richiede un sistema elettrico a 48 V, per alimentare sterzo posteriore e barre antirollio attive. Mentre il Q7 è stato il SUV di punta nel portfolio di prodotti Audi, recentemente è arrivato un modello coupé top di gamma, chiamato Audi Q8, messo in vendita nel 2018. Esso ha debuttato nella sua forma concettuale al salone dell’auto di Detroit 2017 e per via della sua linea più sportiva perde la terza fila di sedili. Il prezzo di dell’Audi Q7 parte da circa 70.000€ per superare di slancio i 100.000 con optional e pacchetti.

Audi Q7: conclusioni

Sicuramente la Q7 è un’auto per chi ha esigenze di spazio per gli sport o per la famiglia, ma non si fa spaventare da un preventivo importante. Piace molto l’accoppiata cambio automatico, motore. Oltre a essere rapido e prestante il powertrain, garantisce sempre una grande fluidità di marcia. La tecnologia a bordo è elevata e complessa, e sulle prime è possibile distrarsi. Inoltre, i modelli più vecchi potrebbero patire di qualche noia elettronica o alle sospensioni ad aria.

Recensioni dei veicoli Audi Q7

58 Recensioni

4,7