Audi A6 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Audi A6

Audi A6

Berlina o SW per l’ingresso in alta gamma

Rispetto all’Audi 100 commercializzata negli anni ’80, la prima Audi A6 è del 1994 e da allora si sono susseguite quattro generazioni, fino all’attuale che ha debuttato, prima come berlina poi nella versione Avant, o station wagon, nel corso del 2018. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

La berlina per definizione della Casa di Ingolstad, quella che deve battere la concorrenza di mostri sacri come BMW Serie 5 e Mercedes-Benz Classe E, oggi punta tutto su digitalizzazione, design, grazie a una firma luminosa che si fa notare e, non ultimi, motori mild hybrid che compongono la gamma, omologata ibrida, della quarta generazione. La lista degli optional è sempre lunga, ma la qualità offerta ne guadagna su tutti i versanti.

Audi A6: com’è fatto, pro e contro

L’Audi A6, sia in versione berlina sia in versione Avant, condivide la lunghezza, la larghezza ma non l’altezza; queste le sue misure: 4,94 metri di lunghezza, 1,88 metri di larghezza e 1,45 metri per la berlina che diventano 1,46 per la Avant.

Figlia del nuovo linguaggio stilistico introdotto, prima di lei, da A8 e A7 Sportback, le altre due ammiraglie del Marchio, Audi A6 mette su strada linee vigorose, in grado di conferire eleganza ma allo stesso tempo sportività alla visione d’insieme. I cerchi variano da una misura di 18 pollici standard fino a 19 pollici a seconda degli allestimenti. Davanti fa bella mostra di sé la rinnovata griglia single frame, impreziosita da elementi cromati. Sempre protagoniste, nel nuovo corso stilistico della marca, le luci: sulla A6 sono comprese tre versioni, la più sofisticata delle quali prevede la tecnologia LED Matrix HD con indicatori di direzione dinamici. Di serie ci sono invece le luci Full LED con controllo automatico della profondità del raggio luminoso.

Gli interni propongono invece la rivoluzione digitale inaugurata, come per gli esterni, dagli altri due modelli di alta gamma della Casa tedesca. A caratterizzare la plancia ci pensa il design black panel, con un elemento continuo di colore nero lucido quando lo schermo MMI Touch Response risulta spento. Sia la consolle sia il display sono leggermente orientati verso il conducente e, rispetto al passato, sono drasticamente diminuiti i tasti fisici. Due ampi display sostituiscono la maggior parte dei tasti, delle manopole e degli interruttori appannaggio del modello precedente. Il display superiore da 10,1 pollici controlla i parametri della vettura e fa il verso alle app degli smartphone, mentre tramite il display inferiore da 8,6 pollici l’utente può controllare la climatizzazione, le funzioni comfort e vettura oltre all’inserimento di testi; durante l’utilizzo il polso può rimanere comodamente appoggiato sulla leva del cambio.

Un ulteriore schermo, tre in totale, si trova davanti al conducente. Si tratta dell’Audi virtual cockpit, con il più grosso dei tre (12,3 pollici). Su di esso sono riportate le informazioni principali come giri motore e velocità e tutto può essere regolato tramite i tasti sul volante, senza mai staccare le mani dalle razze. A integrazione di queste tecnologie vi è l’head-up display, a richiesta, che facilita ancor di più la vita al conducente proiettando le informazioni nel suo raggio visivo, così da non distogliere l’attenzione dal manto stradale. Oltre al sistema MMI touch response, nuova Audi A6 offre il comando vocale on-line grazie al quale è possibile gestire molteplici funzioni vettura, ad esempio la climatizzazione, affidandosi ai comandi vocali pronunciati con voce naturale.

Per quanto riguarda lo spazio, il passo di 2,92 metri rimane invariato tra berlina e Avant, mentre la capacità del bagagliaio parte da 530 – 1000 litri della tre volumi per arrivare ai 565 - 1680 litri per la versione Station Wagon, grazie al diverso disegno della coda. Disponibile, di serie, il portellone ad apertura e chiusura elettronica.

Oltre alla già citata, in introduzione, concorrenza tedesca, anche le varie Maserati Ghibli, Jaguar XF, Lexus GS e Volkswagen Arteon.

Audi A6: allestimenti, motori e prezzi

Audi A6 viene proposta, per entrambe le carrozzerie, nella versione base, Business, Sport, Design, Business Plus, Business Sport e Business Design. Con una dotazione di serie molto buona ma ancora troppo soggetta all’infinita lista di optional, che contribuiscono e non poco a far lievitare il prezzo, l’Audi A6 di quarta generazione colpisce per la quantità di sistemi di assistenza al conducente, ben 39. Tra i sistemi di ausilio alla guida spicca, ad esempio, l’assistenza alla guida adattiva che, oltre all’adaptive cruise control e al predictive efficiency assistant, comprende il dispositivo di assistenza per il restringimento di corsia e, conseguentemente, fornisce assistenza nel controllo longitudinale della vettura durante l’attraversamento dei cantieri stradali.

Altri sistemi degni di nota sono il traffic jam assist e l’Audi active lane assist, mentre l’emergency assist frena l’auto fino al completo stop, in caso di svenimento del conducente, e chiama in autonomia i soccorsi. A seconda delle esigenze, i pacchetti, a pagamento, Parking, City e Tour dividono le tipologie di ADAS.

Audi A6 viene proposto solo con il cambio automatico S Tronic o Tiptronic, entrambi dotati di 6 rapporti. Tutti i motori, sia benzina sia Diesel, sono omologati ibridi (MHEV) e già a norma Euro 6d-TEMP.

Benzina MHEV

  • 45 TFSI 2.0 Turbo 245 CV, trazione anteriore o integrale quattro
  • 55 TFSI 3.0 V6 Turbo 340 CV, esclusivamente con trazione integrale quattro
Diesel MHEV
  • 35 TDI 2.0 Turbo 163 CV, trazione anteriore
  • 40 TDI 2.0 Turbo 204 CV, trazione anteriore o integrale quattro
  • 45 TDI 3.0 V6 Turbo 231 CV, trazione integrale quattro
  • 50 TDI 3.0 V6 Turbo 286 CV, trazione integrale quattro
I consumi medi (WLTP) si attestano tra i 7-7,8 della motorizzazione 45 TFSI agli 8,8-9,5 della motorizzazione 55 TFSI. Sul fronte Diesel, si parte dai 5-5,7 l/100 km della 30 TDI per arrivare ai 6,8-7,4 della 50 TDI.

Audi A6 parte da un listino di circa 52.000 euro e oltre 54.000 euro per la versione Avant. Per quanto riguarda i prezzi di A6 di seconda mano, questi sono disponibili sul sito di AutoScout24.

Audi A6: conclusioni

L’Audi A6, fin dalla prima generazione del 1994 (C4) ha sempre portato innovazione e avanguardia tecnologica nel segmento E, quello delle berline tre volumi di alta gamma. Fin dalla fine degli anni ’90, molto apprezzata, specie in Italia, è stata la carrozzeria Avant, grazie alle migliorate capacità di carico e al successo delle station wagon, specie se premium, prima dell’avvento dei SUV in tempi più recenti. L’attuale generazione, oltre a proporre una firma luminosa molto caratteristica, si distingue per i 39 sistemi di assistenza alla guida condivisi, in parte, con A7 Sportback e A8, anche quest’ultime di recente introduzione. Non si parla ancora di guida autonoma ma di un valido aiuto per chi utilizza l’auto per lavoro o per le flotte aziendali. La nuova generazione, inoltre, propone motorizzazioni, benzina e Diesel, interamente omologate ibride grazie all’adozione del sistema mild hybrid che, almeno nei motori a sei cilindri con bancate a V, può contare sull’apporto di una rete dedicata da 48 Volt. Questo permette all’auto di avanzare per inerzia in un certo intervallo di velocità e di risparmiare sui consumi.

Recensioni dei veicoli Audi A6

515 Recensioni

4,7