Volvo S90 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Volvo S90

Volvo S90

Lusso, sicurezza e performance elevate sono i punti di forza della Volvo S90, ammiraglia prodotta dalla casa automobilistica svedese durante gli anni Novanta e tornata sul mercato nel 2016. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Volvo S90, ammiraglia all'insegna del comfort e delle prestazioni.

Presentata durante l'ultimo Salone dell'automobile di Detroit, la Volvo S90 si colloca nel segmento E, entrando in diretta concorrenza con le tedesche BMW, Audi e Mercedes. Si fanno notare immediatamente le generose dimensioni della carrozzeria: la berlina, infatti, ha una lunghezza di 4,96 metri, una larghezza di 1,89 metri e un'altezza di 1,44 metri, per una massa che varia dai 1.800 kg ai 2.150 kg, a seconda del tipo di allestimento selezionato. Per quanto riguarda le forme, l'auto presenta un aspetto lineare e di assoluta classe. I fari anteriori, stretti e lunghi, e l'ampia calandra esaltano l'aggressività della vettura, completata da un posteriore dal design moderno e gradevole. Di grande impatto gli interni, costituiti interamente da materiali di pregio e provvisti di tecnologie di nuova concezione, guidate dall'ampio tablet verticale da 9 pollici, potente sistema multimediale che consente di collegarsi a internet, di ottenere informazioni in tempo reale sul traffico e di godere di una completa esperienza interattiva.

La tecnica.

Oltre alla cura con la quale sono stati progettati sia gli interni che gli esterni, la Volvo S90 si contraddistingue per via dell'impiego di soluzioni tecniche all'avanguardia, soprattutto in tema di sicurezza. Per quanto concerne l'aspetto attivo, la vettura è dotata di una serie di sensori e di dispositivi di ultima generazione, tra cui: il Pilot Assist, progettato per rispettare costantemente la medesima distanza rispetto all'auto davanti e per mantenere il veicolo nei limiti della propria corsia, agendo con piccole correzioni sullo sterzo e sull'acceleratore, in rettilineo come in curva; il City Safety, in grado di rilevare pedoni, ciclisti e animali di grossa taglia, segnalando prontamente il pericolo e intervenendo automaticamente in caso di rischio di impatto, anche qualora si andasse incontro a possibili collisioni con altre automobili; il Run Off Mitigation, sistema che assume il controllo del mezzo nell'eventualità di uscita di strada, regolando i freni e il volante in modo automatico.

Le motorizzazioni disponibili.

Sono quattro le motorizzazioni che equipaggiano la Volvo S90 al suo debutto, due alimentate a diesel, una a benzina e una ibrida, accomunate dalla cilindrata da 2 litri e dalla presenza di 4 cilindri. Entrambi i propulsori diesel sono dotati di turbocompressore: il più potente (D5) sviluppa 235 cavalli, dispone di una doppia turbina e di 480 Nm di coppia, facendo registrare un'accelerazione nello scatto 0-100 completata in appena 7,3 secondi e raggiungendo una velocità di punta di 230 km/h, limitata elettronicamente; l'altro motore (D4) eroga 190 cavalli e 400 Nm di coppia, toccando i 100 km/h con scatto da fermo in 8,2 secondi e spingendo la vettura alla velocità di 230 km/h, anche in questo caso autolimitata. Buoni i consumi per le motorizzazioni diesel: il 190 cavalli necessita di 4,1 litri di carburante per percorrere 100 chilometri, mentre il 235 cavalli richiede 5,1 litri di diesel per completare la medesima distanza. Vi sono delle differenze dal punto di vista della trasmissione: cambio manuale a 6 marce per la D4 e cambio automatico a 8 rapporti per la D5. Il propulsore alimentato a benzina è un turbo dalla potenza di 320 cavalli, il quale fa segnare un tempo inferiore ai 6 secondi per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo, prestazione da automobile sportiva. Il propulsore più rivoluzionario e performante è il T8 Twin Engine, composto dal già citato motore a benzina turbo da 320 cavalli e da un motore elettrico da 87 cavalli, che insieme totalizzano ben 407 hp. Il conducente è libero di scegliere se utilizzare esclusivamente uno dei due propulsori oppure se sfruttarli entrambi contemporaneamente, con consumi dichiarati di appena 1,9 litri per percorrere 100 chilometri e un'autonomia di 45 chilometri ricorrendo alla sola unità elettrica. Sia il motore a benzina che l'ibrido sono muniti di serie del cambio automatico a 8 rapporti.