BMW X1 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

BMW X1

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Modello compatto della famiglia dei SUV bavaresi

”Downsizing” è la parola chiave per indicare la strategia adottata dalle case automobilistiche dopo che era calato il boom degli Sport Utility Vehicles (SUV) in seguito ai costi elevati della benzina e alle discussioni critiche in materia di ecologicità che si tenevano persino negli stessi Stati Uniti, patria di questi fuoristrada di lusso. Queste riflessioni hanno indotto la BMW non solo ad ampliare la famiglia X introdotta nel 1999 con la BMW X5 con modelli come il grosso SUV coupé BMW X6, bensì ad aggiungere anche qualche modello per coprire la fascia bassa. Nel 2004 con il BMW X3 è stato lanciato sul mercato il primo SUV di dimensioni ridotte che la casa monacense faceva produrre in Austria. Qualche tempo dopo era arrivato il momento del compatto SUV X1, il quale ha raggiunto per la prima volta i concessionari nel 2009.


BMW X1 con trazione posteriore e integrale

L’apparato tecnico e la linea estetica di questo SUV della classe compatta lungo 4,45 metri si avvicinavano a quelli della BMW Serie 1. La carrozzeria presentava comunque l’altezza tipica dei SUV, per cui, date le dimensioni della BMW X1, alta 1.54 metri, i passeggeri all’interno viaggiavano su sedili in posizione elevata. Lo stile di fuoristrada di grosse dimensioni era ripreso anche da elementi quali la protezione della sottoscocca della macchina. Quest’auto dal peso di circa 1,5 tonnellate veniva proposta in due versioni, precisamente con trazione posteriore per i modelli iniziali con motore a benzina o Diesel e con trazione integrale permanente di serie per modelli dotati delle motorizzazioni più potenti.


Versioni a benzina

La BMW X1 a benzina è stata proposta in tre versioni. Il modello iniziale senza trazione integrale era dotato di un quattro cilindri da 110 kW (150 CV) che raggiungeva una velocità massima poco maggiore di 200 km/h. Il consumo in versione combinata era dichiarato in ragione di 8,2 litri di benzina super, pari ad un’emissione di 191 g/km di CO2. La fascia media prevedeva un motore sei cilindri dalla potenza di 160 kW (218 CV), che raggiungeva una velocità massima di 223 km/h con un consumo medio di 9,3 litri (pari a 217 g/km di CO2). Il modello "top" sviluppava 190 kW (258 CV) e pressoché a parità di consumo di carburante raggiungeva una velocità massima di 230 km/h.


Tre motori Diesel

Riguardo ai motori ad accensione spontanea, la casa monacense proponeva per tutti i livelli di potenza della BMW X1 a parte la motorizzazione "top" l’alternativa tra trazione posteriore o integrale. Nelle versioni Diesel più piccole venivano montati propulsori da 105 kW (143 CV) che, a seconda del tipo di propulsione, consumavano in media 5,2 litri di carburante (136 g/km), consentendo alla macchina di raggiungere una velocità di 200 km/h. Dopo il modello base veniva la BMW X1 Diesel da 130 kW (177 CV), con cui il SUV compatto raggiungeva una velocità di 213 km/h. Sui modelli a trazione integrale di questa classe di potenza il consumo medio era di circa 5,8 litri (pari a 153 g/km di CO2). Il modello "top" Diesel era costituito da una vettura con un motore da 150 kW (204 CV), che accelerava il piccolo SUV fino a 223 km/h. La casa monacense dichiarava un consumo medio di 6,3 litri, equivalenti ad un’emissione di 167 g/km litri di CO2.

Recensioni dei veicoli BMW X1

90 Recensioni

4,7