BMW X1 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

BMW X1

Carrozzeria

Colore carrozzeria

BMW X1: l’inizio della gamma SUV BMW

La prima BMW X1 arrivò nel 2009, aprendo un nuovo capitolo della storia dei SUV del Marchio bavarese. Se fino ad allora questo segmento era stato ad appannaggio di modelli più voluminosi, come la X5, colei che inaugurò l’entrata di BMW tra gli Sport Utility Vehicle nel 1999, dieci anni più tardi BMW decise di allargare la gamma alta…verso il basso. La prima generazione, prodotta dal 2009 al 2015, è stata presentata al Salone di Parigi e condivideva la piattaforma con la Serie 3 dell’epoca. La seconda generazione nasce su una piattaforma diversa, la UKL, dedicata alle trazioni anteriori con motore trasversale in luogo alla posizione del motore di tipo longitudinale tipica di una trazione posteriore. Nel maggio 2019 è stato presentato il restyling della seconda generazione con ritocchi al design e l’introduzione di nuovi sistemi di assistenza alla guida ereditati dai modelli della gamma superiore. Nella prima metà del 2020 arriverà anche una versione ibrida plug-in, la xDrive 25e, con la capacità di percorrere fino a 50 km nella sola modalità elettrica.

BMW X1: com’è fatta, pro e contro

La BMW X1 è lunga 4,47 metri, larga 1,82 metri e alta 1,59 metri. Sin dalle origini, sebbene la prima generazione fosse più squadrata, la X1 è riuscita a conquistare una larga fetta di clienti nel segmento dei SUV premium grazie al suo design molto distintivo. Con l’arrivo del restyling nel 2019 l’aspetto si è fatto ancor più pronunciato grazie a una nuova firma luminosa e a modifiche di dettaglio. Nella parte anteriore molto curata è stata la personalizzazione estetica variabile a seconda dell’allestimento, con un aspetto decisamente sportiveggiante nella versione M Sport, quest’ultima dotata di assetto ribassato e, visivamente d’effetto, il pacchetto aerodinamico M. Sul restyling sono poi cresciute le dimensioni del doppio rene, che vanno a fondersi nella parte centrale, debuttano i nuovi fari adattivi a LED con l’aggiunta dei fendinebbia, sempre a LED, integrati nei paraurti di nuova concezione, alcuni dei quali con prese d’aria maggiorate. Nella parte posteriore, la BMW X1 presenta un nuovo inserto colorato che prende il colore dalla tonalità principale della carrozzeria. Altri dettagli sono da ricercare nella proiezione del logo “X1” dal retrovisore, lato guidatore, quando la vettura viene aperta. Con l’arrivo del restyling della seconda generazione sono disponibili anche tre nuovi colori per la carrozzeria e quattro nuovi design per i cerchi in lega. Piccolo il lunotto ma sono disponibili i sensori di parcheggio posteriori con retrocamera. Le novità sono anche all’interno con nuove cuciture a contrasto per alcuni degli allestimenti proposti, riproposte anche sui tappetini. Sulla plancia compaiono diversi schermi con quello da 6,5 pollici a costituire la base (in opzione l’8,8 o il più grande 10,25 pollici, quest’ultimo con tecnologia touch e comandi vocali). Il quadro rimane di tipo analogico a differenza dei modelli superiori della gamma X di BMW mentre grande versatilità viene offerta dal divanetto posteriore, con i sedili che possono scorrere singolarmente fino a 13 centimetri ed eventualmente ripiegati in tre sezioni (40:20:40). Oltre al tetto panoramico in vetro, con tendina ad azionamento elettrico, sono disponibili anche l’apertura automatica del portellone tramite azionamento di un pulsante o ancora tramite il movimento del piede. Il passo di 2,67 metri e la presenza delle cinque porte assicura buona abitabilità per cinque passeggeri mentre il bagagliaio, con capacità variabile tra 505 e 1.550 litri, assicura una buona capacità di carico che viene migliorata abbattendo i sedili con frazionamento 40:20:40. Nel segmento dei SUV premium compatti, del quale la BMW X1 fa parte, troviamo come concorrenti Jaguar E-Pace, Audi Q3, DS7 Crossback, Jeep Compass e [Mercedes GLC](/.

BMW X1: allestimenti, motori e prezzi

BMW X1 viene commercializzata negli allestimenti base, Advantage, Business Advantage XLine, Sport e M Sport. Tutti gli allestimenti, fin dalla base, propongono come standard i cerchi da 17”, airbag laterali e frontali, BMW Intelligent Emergency Call, indicatori di direzione a LED sulle calotte dei retrovisori, calandra a doppio rene con listelli con apertura automatico color nero lucido e cornice cromata, cornice dei finestrini nera opaca, volante in pelle regolabile in altezza e profondità, fari alogeni con luci di posizione a LED, freno di stazionamento elettrico, start&stop, computer di bordo, radio media con schermo 6,5 pollici con presa USB, radio DAB, speaker stereo con 6 altoparlanti. Le versioni Advantage e Business Advantage aggiungono rispettivamente il cruise control con funzione freno, il clima automatico bi-zona, i sensori di parcheggio posteriori e, per il secondo allestimento, il sistema di infotainment da 8,8 pollici, i sensori di parcheggio anteriori, il Parking Assistant, i fari e i fendinebbia a LED. La Xline aggiunge cerchi da 18 pollici, illuminazione a LED interna, volante sportivo a tre razze. La Sport cambia volto all’aspetto esterno della vettura tramite alcuni dettagli ma è la M Sport la più ricca: sterzo, volante, assetto, pacchetto aerodinamico, rivestimenti sedili ecc. diventano più sportivi. Si pagano a parte, anche per la M Sport, i cerchi da 19 pollici e i fari Full LED. I motori di BMW X1 propongono sia propulsori benzina sia Diesel, sia tre cilindri (1.5 cc) sia quattro (2.0 cc). Tutti i motori sono omologati Euro 6D e dotati del filtro antiparticolato mentre solo alcuni montano di serie il cambio automatico.

Benzina

  • sDrive 18i tre cilindri 140 CV, trazione anteriore
  • sDrive 20i 192 CV, trazione anteriore

Diesel

  • sDrive 16d 116 CV, trazione anteriore
  • sDrive 18d 150 CV, trazione anteriore
  • xDrive 18d 150 CV, trazione integrale
  • sDrive 20d 190 CV, trazione anteriore
  • xDrive 20d 190 CV, trazione integrale
  • xDrive 25d 231 CV, trazione integrale

I consumi dichiarati (WLTP) per i motori a benzina partono dai 5,5-5,9 l/100 km per la versione sDrive 18i fino ai 5,7-6,1 l/100 km per la sDrive 20i. I Diesel partono dai 4,1-4,4 l/100 km della sDrive 16d ai 4,9-5,2 l/100 km della xDrive 25d. In termini di prestazioni, la motorizzazione benzina più potente accelera da 0 a 100 km/h in 7,7 secondi, mentre l’equivalente Diesel copre lo stesso intervallo in 6,6 secondi. Il listino prezzi della BMW X1 parte da 33.000 euro per la motorizzazione sDrive 18i in allestimento base.

BMW X1: conclusioni

BMW X1, nel corso delle sue due generazioni, ha saputo occupare un segmento prima del 2009 non esplorato dalla Casa dell’elica. Grazie a dimensioni compatte ma con disponibilità di spazio a bordo e a buoni contenuti tecnologici, migliorati nel corso degli anni, BMW X1 rappresenta oggi un buon compromesso tra prezzo e qualità, senza però contare che la lista optional estremamente lunga va a pesare, e non poco, sul portafoglio. Oggi BMW X1 è un SUV mid-size molto curato esteticamente con una firma luminosa che si fa notare. Molto buono l’arrivo, entro il 2020, di una versione ibrida plug-in, per percorrere anche in elettrico le città, terreno di conquista di questa categoria di vetture alte da terra.

Recensioni dei veicoli BMW X1

90 Recensioni

4,7