Renault ZOE - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Renault ZOE

Renault ZOE

La Renault ZOE è un'utilitaria a motore elettrico prodotta a partire dal 2012, facente parte di una serie di progetti di auto a basso impatto ambientale che la casa francese ha portato avanti fin dal 2008. La Renault ZOE è stata presentata ufficialmente al Salone dell'Auto di Ginevra del 2012, entrando in commercio subito dopo, forte delle "5 stelle" ricevute dopo aver superato con successo il crash test EuroNCAP. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Renault ZOE: quando lo stile incontra l'ecologia

Essa si distingue dalla maggior parte delle auto elettriche per via della sua linea, che non si discosta affatto dai classici canoni stilistici di un'utilitaria con motore endotermico. Ciò è dovuto al fatto che alla base del suo progetto vi è il pianale della Renault Clio, al quale sono stati adattati tutti i componenti del motore elettrico, della trasmissione e le ingombranti batterie da ben 280 kg. La Renault ZOE, quindi, presenta la medesima struttura esterna ed interna di una normale auto a motore endotermico, mantenendo il motore e la trazione sull'asse anteriore, così come una carrozzeria dalle linee pulite e prive di soluzioni estreme. Anche le dimensioni sono piuttosto simili a quelle della Clio: infatti la Renault ZOE è lunga 408 cm, larga 173 cm ed alta 156 cm. Esternamente la Renault ZOE denota un certo fascino, merito della scelta di non ricorrere a soluzioni estetiche eccessivamente avveniristiche. Il frontale, date le modeste dimensioni del cofano, è caratterizzato da una forma a sviluppo quasi verticale, nel quale si inseriscono perfettamente i gruppi ottici allungati, la griglia a trapezio rovesciato con contorno cromato, i caratteristici fendinebbia a forma di virgolette e, soprattutto, il grosso logo Renault al centro del cofano, il quale nasconde sotto di sé la presa elettrica per la ricarica delle batterie. Le fiancate della Renault ZOE sono caratterizzate da una serie di concavità e bombature longitudinali, che servono a nascondere lo sviluppo prevalentemente verticale della vettura. Al posteriore, invece, la Renault ZOE si concede qualche vezzo stilistico interessante, ma mai eccessivo, come il lunotto di forma ellittica, cui fanno da contorno i montanti di forma arcuata e soprattutto i simpatici fari a forma di rombo. Un buon lavoro è stato fatto anche nella progettazione degli spazi interni, dove l'unica pecca è rappresentata dai sedili posteriori a divanetto unico anziché separati, che costringe a rinunciare a tutti i posti a sedere posteriori nel caso si voglia ampliare la capienza del bagagliaio, la quale può variare da 338 a 1225 litri. Il resto dell'abitacolo risulta ampio e ben organizzato, riuscendo ad ospitare senza problemi i cinque passeggeri per i quali la Renault ZOE è stata omologata. Gli interni sono caratterizzati dall'utilizzo di plastiche lucide e opache di diverso colore, ma si distinguono soprattutto per la caratteristica forma a "schermo piatto" della plancia dei comandi, la quale ospita il display LCD touchscreen da 7" del sistema multimediale R-Link. Su strada la Renault ZOE si dimostra molto piacevole da guidare e ovviamente molto silenziosa, tanto da integrare un sistema di allerta sonora per i pedoni, che si attiva automaticamente dai 30 km/h in giù. Il comfort di marcia è incrementato dall'assenza del cambio, che sostanzialmente è un semplice selettore di modalità di marcia (avanti, indietro, parcheggio e folle). La Renault ZOE si distingue dalle sue concorrenti, come la "cugina" Nissan Leaf, la Citroën C-Zero e la Peugeot iOn, per via della sua maggiore comodità ed economicità, caratteristiche che la rendono molto competitiva anche nel mercato dell'usato auto.

Tanti prototipi, una sola realtà

Renault ZOE è frutto di una lenta ed elaborata evoluzione, che ha portato alla presentazione di diversi prototipi prima che il modello definitivo vedesse la luce agli inizi del 2012. La prima versione elettrica, denominata Zoe Concept, venne esposta nel 2009 al Salone dell'Automobile di Francoforte e presentava diverse soluzioni innovative, in seguito abbandonate, come un tettuccio a pannelli solari in grado di alimentare il sistema di climatizzazione. Un anno dopo, nel 2010, debuttò la Zoe Preview, che, come si evince dal nome, era una vera e propria anteprima del modello definitivo che sarebbe poi entrato in commercio due anni dopo, nel quale furono modificati soltanto alcuni particolari degli interni.

Renault ZOE: un motore elettrico scattante e silenzioso

Renault ZOE è dotata di un motore elettrico sincrono capace di erogare ben 88 CV e 135 km/h di velocità massima, disponibile ovviamente già a bassi regimi. Tale motore è alimentato da un corposo gruppo di batterie agli ioni di litio e manganese, dal peso di 280 kg, che garantiscono un'autonomia massima di 210 km, la quale risente delle condizioni di guida e può ridursi a 140-150 km, una cifra comunque sufficiente a coprire le distanze cittadine per le quali è stata concepita. La ricarica può avvenire con tre sistemi differenti: in primis tramite la normale presa elettrica casalinga da 220 V, la quale è in grado di ricaricare le batterie fino all'80% in 6-9 ore, oppure tramite le colonnine di distribuzione da 22 e 43 kW. La prima riesce a ricaricare l'80% delle batterie in un'ora, mentre per la seconda il tempo di ricarica scende addirittura a mezz'ora. La Renault ZOE è disponibile negli allestimenti Life, Intens e Zen. Tutti gli allestimenti godono di una dotazione di serie abbastanza completa, che è composta da: 6 airbag, ABS, ESP, ASR, controllo del sottosterzo CSV, sistema di allerta sonoro per pedoni "Voice", assistente alla partenza in salita HSA, servosterzo ad assistenza variabile, climatizzatore automatico, cerchi in lega da 15", sistema multimediale R-Link e fari a LED. Da segnalare, infine, il sistema di sicurezza che taglia l'alimentazione alle batterie in caso di impatto con apertura degli airbag, evitando così l'innesco di incendi e potenziali scosse elettriche per i passeggeri.