Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Suzuki Swift

Pro
  • Maneggevolezza
  • Possibilità di ibrido e 4x4
Contro
  • Visibilità posteriore
  • Materiali interni migliorabili

Suzuki Swift: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

La Suzuki Swift è una delle vetture più longeve di Suzuki, è giunta ormai alla sua sesta generazione, la citycar riesce sempre a sfoderare i muscoli al momento giusto regalando il giusto compromesso tra stile ed innovazione, il tutto mantenendo uno sguardo alla semplicità ed alla robustezza tipica dei modelli Suzuki. Continua a leggere

Modelli alternativi

Forse non soddisferà in termini di plastiche, ma chi cerca una Swift bada più alla sostanza ed all’affidabilità, nonostante sia stato fatto molto lavoro per migliorare la vettura ed il suo appeal per la clientela europea. Inoltre, grazie ai motori Hybrid è in grado di trovare il giusto compromesso tra potenza e consumi. Il modello della Swift Sport, infatti, adotta anch’esso il motore ibrido al fine di far conoscere ed apprezzare questa motorizzazione ai più sportivi. Negli anni, l’eliminazione dei motori gasolio si è rivelata una scelta vincente, inoltre la Suzuki Swift mantiene a listino una versione integrale per poter andare praticamente ovunque, dai terreni più accidentati o affrontare le nevicate garantendo sempre un feeling di tranquillità. La Swift è in grado di offrire alcuni contenuti tecnologici degni di vetture premium mantenendo un prezzo nella media delle concorrenti, merito anche di un listino breve e conciso che non lascia spazio a troppi orpelli.

Scopriamo dimensioni, interni, motori, concorrenti e prezzi della Suzuki Swift.

Dimensioni Suzuki Swift

Le dimensioni della Suzuki Swift sono:

  • lunghezza 3,85 metri
  • larghezza 1,73 metri
  • altezza 1,48 metri
  • passo 2,45 metri

Con il suo look brioso ed al tempo stesso sportivo, è in grado, in meno di 4 metri, di offrire tutto quello che serve garantendo linee sobrie ed intramontabili. La Suzuki Swift vuole passare inosservata, ma al tempo stesso restare sé stessa, anche a livello di carattere, adottando colori vivaci e sgargianti nelle città grigie.

Il design della Swift è stato profondamente rivisto rispetto alla versione precedente. Ora troviamo un frontale massiccio grazie alla mascherina esagonale frontale di ampie dimensioni che separa i gruppi ottici dalla parte inferiore. I proiettori a LED hanno un look aggressivo, mentre il cofano risulta bombato con un carattere da giapponesina. La fiancata è molto pulita, ed i passaruota, soprattutto nella versione 4x4, sono molto ben evidenziati. Merito anche dei cerchi in lega da 16” e dalla gommatura generosa che evitano fastidiosi effetti antiestetici. Per alcune versioni è prevista, a richiesta, la doppia colorazione con montanti neri utili ad avere una piacevole sospensione del tetto. Per la Swift sport invece sono previsti cerchi da 17” abbinati ad un assetto ribassato che consente una miglior tenuta di strada. Il posteriore si caratterizza per un portellone con un leggerissimo accenno di cosa ed una fanaleria quadrangolare.

Interni Suzuki Swift

Gli interni della Suzuki Swift sono votati alla sportività sobria. Sono tante le plastiche rigide ma l’attenzione cade su elementi come lo schermo centrale da 7 pollici configurato fin dalla base per ospitare Mirrorlink, Apple CarPlay e Android Auto e sulla parte bassa del cruscotto dove trovano alloggiamento i comandi del clima. Dietro il volante, ben in vista per il conducente, il quadro strumenti è analogico con il contachilometri ed il contagiri incastonati in due elementi separati dal monitor del computer di bordo dove sono presenti tutte le informazioni utili al conducente. La Swift è omologata per 4 persone che trovano comodamente posto sui sedili, anche chi siede dietro non fa grossa fatica ad accedervi ed a trovare la posizione giusta, anche se lo spazio per le gambe, se chi sta davanti è alto, non è molto. Gli interni della Suzuki Swift presentano inoltre il climatizzatore automatico, una porta AUX, una USB e un’ulteriore presa 12V. Risultano essere molti i vani portaoggetti presenti sulla vettura in ogni punto. Il sistema di infotainment, dalle grafiche fin troppo semplici, è diviso in quattro macro aree che permettono in pochi istanti di prendere familiarità. Se presente il navigatore, è facile da utilizzare, ma non bisogna fare affidamento sui comandi vocali poiché assenti.

suzuki-swift-interieur

suzuki-swift-seats

Motori Suzuki Swift

I motori della Suzuki Swift sono costituiti dal solo 1.2 Dualjet in alimentazione benzina e ibrido, addio quindi sia al motore diesel che puramente benzina. La potenza risulta essere di 83 CV, qualche miglioria in più è stata fatta per essere più efficiente. Il motore endotermico è supportato da una piccola unità elettrica da 3,7 CV che funziona da motorino d’avviamento e aiuta il propulsore nelle fasi di accelerazione. Aumentata anche la capacità della batteria agli ioni di litio che si trova sotto al sedile del conducente (da 0,04 kWh si è passati a 0,12 kWh). Il motore 1.2 Hybrid è disponibile sia con cambio cambio automatico e trazione integrale AllGrip, anche combinate tra loro.

Di fatto, la tecnologia Suzuki Hybrid, dovrebbe essere classificata come micro-ibrida più che mild hybrid, perchè l’obiettivo è quello di abbassare i consumi e contenere i pesi visto che l’auto si posiziona sotto la tonnellata in ordine di marcia, motivo principale per cui consuma poco, si attestano infatti sui 24 km al litro.

Per la Suzuki Swift Sport, invece, viene utilizzato un motore 1.4 Dualjet anch’esso con modalità ibrida.

Motori Suzuki Swift

Benzina micro-ibrido

  • 1.2 Dualjet, 83 CV, cambio manuale 5 rapporti, trazione anteriore
  • 1.2 Dualjet, 83 CV, cambio automatico robotizzato, trazione anteriore
  • 1.2 Dualjet, 83 CV, cambio manuale 5 rapporti, trazione integrale

Prezzi Suzuki Swift

I prezzi della Suzuki Swift partono da 18.450 euro per l’allestimento d’ingresso Easy Top e sale di 500 euro per l’allestimento Top. Si tutta la la gamma Suzuki Swift è possibile avere la trazione integrale AllGrip, aggiungendo 1.800 euro al quale però va necessariamente scelto il cambio manuale a 5 rapporti, se invece si prediligono le 2 ruote motrici allora si può optare anche per un cambio automatico CVT aggiungendo 1.500 euro. Nell’allestimento Easy Top di serie la Suzuki Swift propone cerchi in lega da 16 pollici, fari Full LED, quattro vetri elettrici, cruise control, vetri oscurati posteriormente e specchietti richiudibili elettricamente. La Swift Top aggiunge il clima automatico, il navigatore con mappe 3D, il sistema Apple Car Play e Andorid Auto, l’avviamento senza chiave, infine, molto simpatica l’idea di Suzuki di chiamare i sistemi di assistenza alla guida con nomi specifici come “attentofrena”, “restasveglio” e “chiavintasca”. Sulle versioni 4x4 c’è anche l’Hill Descent Control che garantisce una velocità moderata nelle discese più scoscese e il Grip Control che adatta la trazione in base alle condizioni del terreno.

Listino prezzi Suzuki Swift

Swift Easy Top

  • Dualjet 1.2 Hybrid MHEV, 83 CV MT5, 18.250 €

Swift Easy Top CVT

  • Dualjet 1.2 Hybrid MHEV, 83 CV, 19.750 €

Swift Top

  • Dualjet 1.2 Hybrid MHEV, 83 CV MT5, 18.750 €

Swift Top CVT

  • Dualjet 1.2 Hybrid MHEV, 83 CV, 20.250 €

Swift Easy Top 4WD

  • Dualjet 1.2 Hybrid MHEV, 83 CV, 20.050, 00 €

Swift Top 4WD

  • Dualjet 1.2 Hybrid MHEV, 83 CV 21.550 €

Sono sempre a pagamento le tinte metallizzate, 550 euro, Bianco Artico, Argento New York, Grigio Londra, Nero Dubai, Rosso Cordoba e Blu Azzorre così come le tinte BiColor con tetto nero, 950 euro, tra cui le specifiche Rosso Cordoba e Blu Azzorre, l’unico colore che non prevede aggiunte è il Rosso Marrakech.

Attualmente le versioni Easy Top e Top prevedono una scontistica sul prezzo base di 2.000€ poiché è stato eliminato dal listino prezzi l’allestimento Cool che rappresentava l’entry level della gamma.

Suzuki Swift: concorrenti e conclusioni

Le concorrenti della Suzuki Ignis sono molte e tutte molto agguerrite, d’altro canto il segmento B rappresenta uno dei segmenti più venduti nel nostro paese ed in Europa. Partendo dalla Francia è possibile trovare la Peugeot 208, la Citroen C3, la Renault Clio e la franco-romena Dacia Sandero, in Germania la sfida si fa molto accesa con la Volkswagen Polo, Audi A1, BMW Serie 1, Mercedes Classe A. Dal Giappone, patria della Swift troviamo la Toyota Yaris, la Mazda2, la Nissan Micra. I koreani di Hyundai e Kia hanno a listino la nuova I20 e la Kia Rio, insomma chi più ne ha più ne metta. La vera differenza, la fa la trazione integrale AllGrip che risulta essere un plus che non è presente nelle altre vetture.

Suzuki Swift rimane una vettura particolare in quanto può non piacere a tutti per via delle sue forme, ma riesce a stupire per la sua praticità e semplicità. Inoltre, il sistema ibrido le consente di essere una vera nemica dei benzinai e con la trazione 4WD può andare ovunque, anche dove le altre non arrivano. La garanzia è di 3 anni/100.000 km sulla vettura ma si estende a 5 anni, per lo stesso chilometraggio, per quanto riguarda il sistema ibrido.

FAQ

È confortevole la Suzuki Swift?

Si, la Suzuki Swift riesce ad essere confortevole per 4 persone a bordo anche in viaggi lunghi, inoltre le sospensioni assorbono bene le asperità

La Suzuki Swift Hybrid ha il cambio automatico?

È disponibile la Suzuki Swift Hybrid con un cambio automatico CVT sia nell’allestimento Easy Top che Top con un’aggiunta di 1.500 euro al prezzo di listino. Invece non è disponibile una versione AllGrip con un cambio automatico

Dove viene prodotta la Suzuki Swift?

La Suzuki Swift viene prodotta, per l’Europa, nello stabilimento ungherese di Esztergom, ma è venduta e commercializzata anche in Giappone ed India

Recensioni dei veicoli Suzuki Swift

103 Recensioni

4,3