Suzuki Swift - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Suzuki Swift

Suzuki Swift

Anche ibrida e integrale

Giunta ormai alla sua sesta generazione, la piccola Suzuki Swift continua a rappresentare una delle scelte più concrete nel ricco panorama delle vetture di segmento B. Compatta nelle dimensioni, nel corso degli anni si è fatta paladina dell'affidabilità, assicurando una robustezza da fare invidia anche a molti modelli premium. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Certo, alcune plastiche non soddisferanno il bisogno di materiali soft touch di molti clienti europei, ma se si è di quelli che badano al sodo, allora la Swift può davvero essere l’alternativa ideale, forte anche di una gamma particolarmente ricca che, nonostante senta la mancanza di varianti a gasolio, propone inedite versioni ibride e anche una a trazione integrale.

Suzuki Swift: come è fatta, pro e contro

Con l’ultima generazione la piccola Suzuki Swift ha compiuto un grande salto avanti sotto il profilo del design, staccando prepotentemente con il passato e pur mantenendo un forte legame con lo stile tipico delle vetture giapponesi, adotta ora un design che, soprattutto nella parte frontale, ha un sapore molto più europeo. Disponibile unicamente con carrozzerie a cinque porte (per la prima volta nella storia del modello), è caratterizzata da una grande calandra preposta a convogliare verso il vano motore l’aria necessaria a raffreddare il propulsore. Ai lati di questa sono presenti i gruppi ottici che, in base all’allestimento, sfruttano la moderna tecnologia full led. Questi sono caratterizzati dalla forma a goccia che si allunga verso la fiancata con linee tese e pulite che dal frontale si allungano fino alla coda. La vista laterale è dominata dall’ampia finestratura laterale, le cui cornici nascondono le maniglie delle portiere posteriori.

Ripresi dalla vecchia generazione, invece, sono i montanti anteriori di colore nero, che contribuiscono a donare un tocco di leggerezza allo stile della vettura, creando il classico effetto del “tetto sospeso”. Più semplice il posteriore, che perde un po’ le forme slanciate dell’anteriore, in favore di linee più massicce e squadrate. Anche qui non mancano i fari a led e sul tetto si nota un piccolo accenno di spoiler.

Con una lunghezza di appena 3,8 metri, la Swift è una delle pochissime vetture rimasta fedele alle dimensioni “originali” delle segmento B. Questo pur garantendo una buona abitabilità per quattro persone e un bagagliaio che, tutto sommato, con i suoi 265 litri di capacità non è molto più piccolo di quello di molte rivali più abbondanti nelle dimensioni esterne. I sedili anteriori sono molto comodi e offrono anche un discreto livello di mantenimento del corpo in percorrenza di curva. Buono anche il comfort sulla panca posteriore, che stanca un po’ solo nei viaggi più lunghi per via di una seduta un po’ troppo corta. Gli interni non spiccano di certo per la qualità dei materiali scelti, che nel più tipico stile giapponese restano piuttosto rigidi al tatto. Tuttavia, gli assemblaggi sono ottimi e trasmettono una buona sensazione di qualità e robustezza.

Con l’ultima generazione la Swift ha fatto un notevole passo avanti anche sul fronte tecnologico. Al centro della plancia, infatti, ora trova posto un sistema di infotainment comune ad altri modelli di casa Suzuki con uno schermo touch da 7 pollici che offre la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto, oltre che la connettività Bluetooth, un ingresso Usb e uno slot per le SD card. La grafica del sistema non è delle più moderne, ma il suo funzionamento è facile e intuitivo ed è dotato di serie anche del navigatore satellitare.

Suzuki Swift: allestimenti, motori, prezzi

Nonostante manchino all’appello motorizzazioni a gasolio, la gamma della Suzuki Swift è comunque molto ricca. Oltre a due motorizzazioni a benzina, infatti, a listino sono presenti due varianti ibride e anche una versione a trazione integrale, facendo della piccola dagli occhi a mandorla una valida alternativa per chi cerca un’auto che possa circolare anche all’interno dei centri abitati e in grado di muoversi con disinvoltura e sicurezza anche sui fondi a bassa aderenza. I due motori disponibili sono un 1.2 Dualjet aspirato con una potenza massima di 90 CV e un 1.0 Boosterjet turbo da 110 CV. Entrambe le unità possono essere abbinate al sistema ibrido di Suzuki denominato SHVS. Questo è in grado di recuperare energia dalle fasi di rilascio e frenata, immagazzinandola all’interno di una piccola batteria agli ioni di litio con una capacità di 12 V. L’energia immagazzinata viene poi restituita alla vettura in fase di accelerazione e ripresa per assistere il lavoro del propulsore termico e durante le soste, momento nel quale assolve alla funzione di alternatore e motorino di avviamento. La trazione integrale è disponibile unicamente in abbinamento al propulsore 1.2 aspirato, mentre il cambio automatico a sei rapporti solo con il 1.0 sovralimentato. Gli allestimenti per la Dualjet sono Easy, Cool e Top, mentre la Boosterjet può essere scelta nelle varianti Cool ed S. A parte, è presente la variante Sport, dedicata ai clienti più sportivi, che si caratterizza per un’estetica dal sapore più racing e da soluzioni tecniche più corsaiole. Sotto il cofano di questa versione trova posto un 1.4 turbo da 140 CV.

Molto ricca la dotazione di serie, che in base all’allestimento arriva ad offrire anche i fari full led, il navigatore satellitare, il sistema keyless e la telecamera di retromarcia. Al top anche la dotazione di sicurezza, che fa affidamento su contenuti da vettura di segmento superiore: a bordo della Swift, infatti, si trova il cruise control adattivo, la frenata automatica d’emergenza e il mantenimento di corsia. I prezzi della Suzuki Swift partono da circa 11.000 euro, mentre gli esemplari usati sono disponibili anche su AutoScout24.

Benzina

  • 1.2 Dualjet 90 CV a trazione anteriore e solo con cambio manuale
  • 1.2 Hybrid 90 CV a trazione anteriore o integrale e solo con cambio manuale
  • 1.0 Boosterjet 110 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale o automatico
  • 1.0 Boosterjet Hybrid 110 CV esclusivamente a trazione anteriore e solo con cambio manuale
  • 1.0 Boosterjet 140 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale

Suzuki Swift: conclusioni

Nonostante le piccole dimensioni, la Swift racchiude in sé molti contenuti e tecnologie da veicolo di categoria superiore. Nonostante a listino non siano presenti versioni a gasolio, Suzuki propone varianti ibride in grado di contenere i consumi e le emissioni. Con la integrale si viaggia anche sui terreni più accidentati, mentre chi è in cerca di prestazioni può puntare sulla versione sport.

Recensioni dei veicoli Suzuki Swift

103 Recensioni

4,3