Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
dacia-sandero-front-1100.jpeg

Dacia Sandero

1 / 3
dacia-sandero-front-1100.jpeg
dacia-sandero-side-1100.jpeg
dacia-sandero-back-1100.jpeg

Pro

  • Praticità e tecnologia ottime
  • Spazio e sicurezza da vettura più grande

Contro

  • Soglia di carico alta e non rivestita
  • Sterzo impreciso

Dacia Sandero in sintesi

Qui trovi una panoramica generale dell’auto Dacia Sandero inclusi i dati relativi alle caratteristiche principali, alla motorizzazione, all’equipaggiamento e altre informazioni utili relative al modello dell’auto. leggi di più

Nuovo a partire da:€ 6.000,-*
Usato a partire da:€ 755,-*
*Prezzo più basso su AutoScout24 nel mese scorso

Dacia Sandero: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Nata come vettura low cost per chi bada esclusivamente al sodo, Dacia Sandero nei quasi 15 anni di carriera è cambiata tantissimo. Nata nel 2008 come alternativa a bassissimo costo alle vetture di Segmento B tradizionali, Sandero è riuscita a farsi apprezzare per altro oltre che per il suo basso costo. L’estetica rassicurante e piacevole, ad esempio, non dava l’impressione di una vettura dimessa e iper-economica, soprattutto nella versione con estetica da SUV Stepway, arrivata nel 2010 e diventata in breve tempo la più apprezzata della gamma. In più, grazie alle dimensioni generose Sandero è da sempre una delle vetture compatte più spaziose della sua categoria. La seconda generazione del 2013, sempre realizzata sul vecchio pianale B0 del Gruppo Renault, sfoggia uno stile più curato e moderno, interni dotati anche di sistema di infotainment e motori turbo moderni e piuttosto vivaci. Continua a leggere

Ti interessa la Dacia Sandero

Tutti gli articoli

Modelli alternativi

Tutto è però cambiato con la terza generazione, che dopo 7 milioni di immatricolazioni in tutta Europa ha deciso di fare un ulteriore passo in avanti. Sandero ora è infatti basata sulla base meccanica dell'attuale Renault Clio, la CMF-B. Questo ha portato un enorme passo in avanti a livello di stile, ora davvero moderno e piacevole, ma soprattutto in qualità degli interni, tecnologia e guidabilità, ora a livello della più blasonata cugina Renault Clio. Il tutto offrendo ancora tanto spazio e prezzi bassi, che la pongono come rivale delle più piccole Segmento A.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Dacia Sandero

Dimensioni Dacia Sandero

Le dimensioni della Dacia Sandero sono:

  • lunghezza 4,09 metri (Stepway 4,10 metri)
  • larghezza 1,76 metri (Stepway 1,78 metri)
  • altezza 1,50 metri (Stepway 1,59 metri)
  • passo 2,60 metri

Sia a livello dimensionale che a livello estetico, la gamma Sandero si divide in due branche: la più cittadina e tradizionale Streetway, della quale vedete le dimensioni qui sopra, e la più accattivante e particolare Stepway, che sfoggia un’estetica in stile SUV con una bella dose di personalità. Sebbene le dimensioni generali, il passo e lo spazio interno siano pressoché identici tra le due versioni, la Sandero Stepway è un centimetro più lunga (arriva a 4,10 metri), 2 cm più larga (1,78 m) e ben 9 cm più alta, arrivando a 1,59 metri. Questa altezza la pone a livello di alcuni SUV medi, e grazie ad un’altezza da terra generosa di ben 17 cm può superare anche gli sterrati più impervi, senza dimenticare che non è prevista la trazione integrale. A livello estetico, la nuova Dacia Sandero taglia i ponti con il suo passato, sfoggiando linee decisamente più moderne e piacevoli. Qua e là si vede l’influenza della nuova Renault Clio, da cui Sandero riprende la base meccanica, come ad esempio nel montante posteriore e nell’andamento del posteriore stesso, chiaramente ispirato a Clio.

Essendo però la quinta serie di Clio una delle più belle Segmento B in circolazione, capite che non si tratti di un difetto, anzi. Il frontale di Dacia Sandero è molto personale, con una bella mascherina cromata decisamente più personale, e dei fari molto più sottili e filanti di prima. Spiccano il cofano piuttosto lungo e solcato da nervature che le danno dinamismo, e anche i fari, con firma luminosa a LED a forma di Y rovesciata, ripresa anche dietro. I fari anteriori, sulle versioni più accessoriate, hanno gli anabbaglianti a LED, un grande salto in avanti rispetto al passato. Anche dietro i fari sono a LED, e si sviluppano decisamente di più in larghezza, dando a Sandero una bella presenza su strada. In coda troviamo anche l’antenna a pinna di squalo per la radio e un lunotto piuttosto piccolo, ottimo per l’estetica ma un po’ meno per le manovre. In definitiva, Dacia Sandero è oggi un’auto molto più matura e rifinita, anche dal punto di vista estetico.

La Stepway, inoltre, sfoggia protezioni per la carrozzeria ispirate al mondo del fuoristrada, barre sul tetto modulabili e dettagli Stepway sparsi un po’ dappertutto. Concludendo con le dimensioni di Dacia Sandero, il bagagliaio è ai vertici della categoria delle Segmento B: misura infatti ben 406 litri, che salgono a 1.186 abbattendo i sedili. Scegliendo Dacia Sandero con motore GPL, però, si rinuncia a quasi 100 litri di bagagliaio, che scende a 328 litri con i sedili in posizione e 1.108 abbattendo il divano. Peccato per la soglia di carico, davvero alta (79 cm da terra per la Stepway) e con il battente non rivestito: a lungo andare, la vernice si potrebbe graffiare parecchio.

Interni Dacia Sandero

Fuori abbiamo assistito ad una bella evoluzione della ormai lontana utilitaria tutto prezzo ed essenzialità, ma sono gli interni di Dacia Sandero ad aver fatto il più grande salto di qualità. Certo, le plastiche dure sono rimaste un po’ dappertutto, inevitabili per contenere il prezzo ben al di sotto delle rivali dirette. L’intero abitacolo, però, è disegnato con cura, assemblato decisamente bene e sfoggia dettagli e tecnologie che solo un paio di anni fa sembravano fantascienza per una Dacia. Parliamo ad esempio della fascia in tessuto che corre al centro della plancia, una soluzione che non solo è bella da vedere, ma è anche davvero piacevole al tatto e aumenta la sensazione di qualità. Ad aiutare in questa accresciuta sensazione di qualità ci pensano i sedili, rivestiti in un tessuto resistente e di buona qualità, e le linee, eleganti ma minimali.

Sulle versioni più accessoriate non manca poi il clima automatico già visto su Clio, bello da vedere e da usare, nonché il volante multifunzione con Cruise Control, volante e sedili regolabili in altezza e profondità e, sulle versioni superiori alla spartanissima Essential, anche un sistema di infotainment con schermo touch da 8 pollici. La grafica non è delle più nuove, e la qualità è solo buona, ma è veloce, facile da usare e integra di serie Android Auto ed Apple CarPlay wireless, una funzione che spesso non vediamo su vetture che costano anche 5 o 6 volte più di Sandero. Sulla versione Essential, priva di climatizzatore di serie, non troviamo uno schermo, bensì un supporto per lo smartphone: sarà infatti il nostro telefono a fare da navigatore, radio e centro multimediale, aiutato dalla ottima strumentazione analogica con schermo multifunzione centrale, piccolo ma pieno di informazioni.

Piacerà, infine, ai più tecnologici la presenza di un supporto per lo smartphone proprietario posto proprio di fianco allo schermo dell’infotainment, per avere sempre sott’occhio, in maniera sicura, il proprio telefono. Concludendo sugli interni di Dacia Sandero, la compatta romena è davvero spaziosa sia davanti che dietro, con tanto spazio offerto anche per i più alti. Tra le compatte, Dacia Sandero è una delle più spaziose e vivibili, anche in cinque persone.

dacia-sandero-interieur dacia-sandero-seats

Motori Dacia Sandero

La gamma motori di Dacia Sandero è incentrata su un solo motore, il 1.0 tre cilindri Renault, disponibile sia in versione aspirata che turbo. Il motore d’attacco è infatti il 1.0 SCe, la versione aspirata del millino francese: ha 67 CV e 95 Nm di coppia, e trasmette la sua potenza alle ruote anteriori tramite un cambio manuale a 5 marce. Non è di certo il motore più veloce del mondo, anzi: con uno 0-100 km/h di ben 16,7 secondi è una delle vetture più tranquille del listino attuale. Il 1.0 SCe è però fluido, regolare e consuma poco, nonché guidabile da neopatentati. La gamma motori di Dacia Sandero però si incentra sul moderno 1.0 TCe, cuore pulsante della gamma, disponibile con due alimentazioni differenti: benzina e Bifuel benzina/GPL. Il 1.0 TCe a benzina offre 91 CV e 160 Nm di coppia, ed è disponibile con cambio manuale a 6 marce o, per la prima volta su Sandero, con un cambio automatico, nello specifico un CVT a variazione continua.

La versione più interessante per il mercato italiano, in assenza del 1.5 BluedCi a gasolio che aveva accompagnato l’ascesa di Sandero, è il 1.0 TCe Eco-G. Si tratta dello stesso 1.0 turbo a tre cilindri della versione solo a benzina, ma portato a 100 CV e 170 Nm di coppia. Disponibile solo con il cambio manuale a 6 marce, la versione Eco-G può offrire un’autonomia da record: grazie al serbatoio da 32 litri di GPL, unito al serbatoio da 50 litri di benzina, ha un’autonomia teorica capace di superare ampiamente i 1.000 km. Non ci sono più motorizzazioni a gasolio, ormai sempre più abbandonate dalle vetture di Segmento B, mentre la versione Stepway è offerta solo con il 1.0 turbo a benzina o bifuel.

Motori Dacia Sandero

Benzina

  • 1.0 SCe, 1.0 tre cilindri aspirato, 67 CV, cambio manuale a 5 marce, trazione anteriore
  • 1.0 TCe 1.0 tre cilindri turbo, 91 CV, cambio manuale a 6 marce o automatico CVT, trazione anteriore

GPL

  • 1.0 Eco-G, 1.0 tre cilindri turbo, 100 CV, cambio manuale a 6 marce, trazione anteriore

Prezzi Dacia Sandero

Il listino prezzi di Dacia Sandero è ancora il più basso del mercato, ma oggi i prezzi si sono inevitabilmente alzati. Attenzione, non parliamo di un innalzamento enorme, ma la versione da circa 7.000 euro è un ricordo del passato. Fino a qualche mese fa, la versione d’attacco era la 1.0 SCe con allestimento Access, privo persino di clima, radio e sedile regolabile, con clima e radio non disponibili neanche a richiesta. Oggi, il listino prezzi di Dacia Sandero si apre invece con la 1.0 SCe in allestimento Essential, che come indica il nome punta ad offrire solo l’essenziale, e nulla più. La radio è quindi sostituita dal supporto per lo smartphone, il clima è optional (solo sulla Streetway, sulla Stepway Essential è di serie), il volante è regolabile solo in altezza ma non mancano il computer di bordo, il controllo per le partenze in salita e gli alzacristalli anteriori elettrici.

La versione top di gamma di Sandero è, invece, la Comfort, che offre davvero tutto quello che potete desiderare su una vettura cittadina, e anche qualcosa in più. Di serie abbiamo infatti il Cruise Control, i retrovisori elettrici e riscaldabili, il volante regolabile in profondità, lo schermo da 8 pollici con Apple CarPlay e Android Auto e i sensori di parcheggio posteriori. In più, è possibile dotare Sandero Streetway e Stepway anche di sensori di parcheggio anteriori, navigatore proprietario, caricatore wireless per lo smartphone, telecamera posteriore e anche la frenata automatica di emergenza. Sulle 1.0 TCe a benzina il cambio automatico si paga 1.500 euro in più, mentre per il 1.0 da 100 CV a GPL si pagano 500 euro in più. Nel listino prezzi di Dacia Sandero, infine, il top di gamma è rappresentato dalla Sandero Stepway Eco-G Comfort SL, una versione speciale che include l’estensione di garanzia SL Dacia Plus per 7 anni o 150.000 km. Il suo prezzo? Non proprio bassissimo: 18.250 euro.

Listino prezzi Dacia Sandero

Streetway Essential

  • Streetway 1.0 SCe Essential, 10.800 euro
  • Streetway 1.0 TCe Essential, 11.900 euro
  • Streetway 1.0 Eco-G Essential, 12.400 euro

Stepway Essential

  • Stepway 1.0 TCe Essential, 13.700 euro
  • Stepway 1.0 Eco-G Essential, 14.200 euro

Streetway Comfort

  • Streetway 1.0 SCe Comfort, 11.850 euro
  • Streetway 1.0 SCe Comfort SL, 14.050 euro
  • Streetway 1.0 TCe Comfort, 12.950 euro
  • Streetway 1.0 TCe CVT Comfort, 14.450 euro
  • Streetway 1.0 TCe Comfort SL, 15.150 euro
  • Streetway 1.0 TCE CVT Comfort SL, 16.650 euro
  • Streetway 1.0 Eco-G Comfort, 13.450 euro
  • Streetway 1.0 Eco-G Comfort SL, 15.650 euro

Stepway Comfort

  • Stepway 1.0 TCe Comfort, 14.550 euro
  • Stepway 1.0 TCe CVT Comfort, 16.050 euro
  • Stepway 1.0 TCe Comfort SL, 16.750 euro
  • Stepway 1.0 TCe CVT Comfort SL, 18.250 euro
  • Stepway 1.0 Eco-G Comfort, 15.050 euro
  • Stepway 1.0 Eco-G Comfort SL, 17.250 euro

Dacia Sandero: concorrenti e conclusioni

Come abbiamo visto, quindi, se ricordate la Dacia Sandero ancora come una vecchia utilitaria antiquata ed arretrata, la terza generazione vi farà completamente cambiare idea. La nuova Dacia Sandero è decisamente più carina, moderna e curata dal punto di vista estetico, è più tecnologica, più sicura e decisamente più piacevole da guidare. La vetusta piattaforma B0 derivata da quella della Renault Clio II del 1998 è stata degnamente sostituita da una molto più moderna piattaforma modulare, la CMF-B. Con questa novità, Dacia Sandero diventa più comoda, più sicura grazie allo spazio per l’implementazione di sistemi di sicurezza moderni, e decisamente più bella da guidare. Con uno sterzo un po’ vago e un assetto tendente al morbido, comunque, Sandero si guida meno brillantemente della sua cugina ricca, Renault Clio V. Nonostante questo, però, oggi Dacia Sandero è diventata un’automobile valida non solo più per chi vuole risparmiare, ma anche per chi cerca un’auto moderna, tecnologia, spaziosissima per le dimensioni e piacevole da guidare. Il tutto, spendendo sempre il giusto.

Quali sono quindi le concorrenti di Dacia Sandero? La rivale numero uno di Sandero è sicuramente Renault Clio, l’auto dalla quale eredita piattaforma, motori, alcune linee e diverse soluzioni tecniche. Un’altra auto che assomiglia a Sandero per l’altezza da terra e la robustezza è Citroen C3, che però è meno spaziosa. Grazie al suo prezzo vantaggioso di almeno 3/4 mila euro più basso delle competitor, Dacia Sandero si propone come alternativa decisamente più spaziosa anche a vetture di fascia più bassa. Ad esempio, Dacia Sandero si propone come alternativa alle più piccole FIAT Panda, Volkswagen up!, Lancia Ypsilon e Suzuki Swift, rispetto alle quali costa addirittura meno. Grazie alla sua spaziosità e alla bella dose di tecnologia, però, tra le concorrenti di Dacia Sandero figurano anche i mostri sacri Peugeot 208, Volkswagen Polo, Ford Fiesta, SEAT Ibiza, Skoda Fabia e così via. La nuova ricetta romena di Sandero, però, sembra aver convinto più di tutte: pensate infatti che nel 2021, in Europa, è stata la terza vettura più venduta in assoluto.

FAQ

Quanto costa Dacia Sandero GPL?
Dacia Sandero dotata di motore 1.0 turbo bifuel benzina/GPL si chiama Eco-G, ed è offerta sia in versione tradizionale Streetway che nella più interessante Stepway, dotata di paracolpi e dettagli di ispirazione fuoristradistica. La versione d’accesso Essential con carrozzeria Streetway parte da 12.400 euro, mentre una ben accessoriata Confort costa 13.450 euro. Per una Stepway, a parità di allestimento, servono 1.400 euro in più.
Che motore monta Dacia Sandero Streetway?
Dacia Sandero Streetway è la versione più tradizionale di Sandero, con un’altezza da terra normale, di circa 14 cm, carrozzeria senza paracolpi da off-roader come per la sorella più estrosa Stepway e interni senza dettagli colorati. Posta come base d’accesso alla gamma Sandero, la Streetway è l’unica della gamma adatta ai neopatentati, essendo dotata del 1.0 SCe tre cilindri aspirato da 67 CV. Gli altri motori nella gamma Streetway sono il 1.0 TCe turbobenzina da 91 CV e il 1.0 Eco-G turbo benzina/GPL da 100 CV.
Quanti km fa Dacia Sandero GPL?
Davvero tanti. La versione Eco-G di Sandero, infatti, affianca al classico serbatoio di benzina da 50 litri un secondo serbatoio toroidale del GPL da 32 litri. Grazie ai parchi consumi del vivace 1.0 turbo da 100 CV sotto il cofano, che consente di percorrere in media 13 km/l, Dacia Sandero a GPL è in grado di percorrere 458 km in ciclo misto WLTP con un pieno di GPL. Questi consumi, uniti agli oltre 900 km dichiarati per la versione a benzina da 90 CV, consentono di avere un’autonomia teorica di quasi 1.400 km: nel mondo reale, però, fare 1.200 km senza fermarsi a rifornire sono ben più che possibili.

Valutazioni sul veicolo per Dacia Sandero

74 Valutazioni

4,4

Altri collegamenti

Modelli