Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Hyundai I10

Pro
  • Moderna e sicura
  • Piacevole e comoda da guidare
Contro
  • La versione base Advanced non ha la radio
  • Soglia di carico alta

Hyundai i10: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Le classiche utilitarie di Segmento A sono ormai una specie in via di estinzione. A causa degli altissimi costi di sviluppo e di vendite ormai sempre più basse, diverse Case stanno abbandonando il segmento delle citycar, semplicemente perché troppo poco remunerative. Opel, Ford, Peugeot, Citroen: Case che hanno fatto la storia con le proprie utilitarie, ma che oggi hanno abbandonato il mercato. Tra le highlander di questo segmento amatissimo in Europa e specialmente in Italia c’è però Hyundai i10: l’erede della Atos, nata nel 2007, ha sempre offerto un rapporto qualità-prezzo-dotazioni eccellente, e con la seconda generazione ha introdotto anche una qualità costruttiva ed optional da vetture di categoria superiore. Continua a leggere

Hyundai i10: la citycar coreana di successo

Modelli alternativi

Le domande e risposte più comuni.

Hyundai i10 parte da 13.450 euro accoppiata al motore 1.0 tre cilindri da 67 CV e in allestimento base Advanced Ecopack. Questa versione offre cruise control, computer di bordo, sistemi di sicurezza alla guida e clima manuale, ma non la radio. Per averla, bisogna puntare almeno alla Tech, offerta a 15.000 euro. La più costosa e sportiva della gamma è la N Line dotata del motore 1.0 turbo da 100 CV, offerta a 17.900 euro.

La Hyundai i10 a GPL sfrutta il 1.0 tre cilindri aspirato della versione esclusivamente a benzina, ma trasformato per andare a gas dagli specialisti della BRC di Cherasco. Secondo il ciclo di omologazione WLTP, in un percorso misto la Hyundai i10 a GPL percorre 14,7 km/l, per un’autonomia di 588 km dato dal suo serbatoio toroidale da xx litri che non costringe a rinunciare neanche ad un litro di bagagliaio.

Hyundai i10 è disponibile esclusivamente con motorizzazioni a benzina o bifuel benzina/GPL. Nei piani di Hyundai, non c’è una versione ibrida, neanche leggera, al contrario delle rivali dirette FIAT Panda, FIAT 500 e Lancia Ypsilon.

Nel 2020, Hyundai i10 è arrivata alla terza generazione ed è più completa che mai. Assemblata con cura, Hyundai i10 si guida bene, è silenziosa e raffinata e sfoggia tecnologie che fino a una manciata d’anni fa erano appannaggio delle vetture più costose. In più, oggi c’è anche una goduriosa versione turbo, la N Line, che la rende una delle pochissime mini Hot Hatch rimaste sul mercato.

Scopriamo dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Hyundai i10.

Dimensioni Hyundai i10

Le dimensioni della Hyundai i10 sono:

  • lunghezza 3,67 metri
  • larghezza 1,68 metri
  • altezza 1,48 metri
  • passo 2,43 metri

Da fuori, Hyundai i10 fa dimenticare le citycar anonime e spartane vendute fino a pochi anni fa, sfoggiando uno stile personale e ricercato, con dettagli che danno una grande sensazione di qualità a dispetto del prezzo molto contenuto. Il frontale è caratterizzato dalla grande mascherina a clessidra, firma di tutte le Hyundai più recenti, che al suo interno include anche le luci diurne a LED circolari, riportate dalla precedente generazione. I fari anteriori sono sottili e personali, mentre a dare carattere al frontale ci pensano anche due increspature sul corto cofano anteriore. Lateralmente infatti si nota come i10 sia la classica citycar: muso corto, tetto alto e vetri ampi, caratteristiche che non devono mai mancare in una piccola da città. Nonostante questo, però, i10 è personale grazie ad un passaruota posteriore muscoloso, delle linee piuttosto personali sulla fiancata e l’andamento ascendente dei finestrini posteriori, uniti al lunotto da una modanatura nera sul montante C.

Anche dietro, Hyundai i10 sfoggia linee decisamente più interessanti e curate che in passato, con un piccolo spoiler posteriore che ne caratterizza le linee insieme al grande paraurti posteriore e ai fari trapezoidali incastonati in coda. Di serie, Hyundai i10 ha cerchi in acciaio da 14 pollici, mentre quelli in lega partono da 15 pollici, per arrivare a 16 pollici sulla sportiva N Line. Concludendo con le dimensioni di Hyundai i10, il bagagliaio misura 252 litri, che diventano 1.050 con il divano posteriore abbattuto. Sorprendentemente, poi, la versione a GPL non rinuncia neanche a un litro di capacità rispetto alla normale i10. Su tutte le versioni, però, la soglia del bagagliaio è piuttosto alta, posta a circa 70 cm dall’asfalto.

Interni Hyundai i10

Gli interni di Hyundai i10 sono appaganti alla vista e realizzati in maniera piuttosto curata, molto più di quanto ci si potrebbe aspettare da un’auto così piccola. L’interno delle versioni più accessoriate è infatti tutt’altro che anonimo e triste, con una finitura in plastica che corre per tutta la larghezza dell’abitacolo e ne impreziosisce l’abitacolo. Piacciono anche le bocchette dell’aria tonde, ma anche la tasca portaoggetti aperta al di sopra del classico vano portaoggetti davanti al passeggero. Non abbiamo un quadro strumenti completamente digitale, che sarebbe un po’ superfluo in un segmento dove la praticità vince su tutto il resto. Infatti, il quadro strumenti digitale di i10 è pulito e quasi sportivo nella sua impostazione, molto piacevole da guardare e da consultare. Un altro inno alla praticità è la presenza di una comoda plancetta per il clima con tasti fisici, una vera manna nella vita di tutti i giorni.

Questo però non vuol dire che gli interni di Hyundai i10 non siano antiquati, anzi. La piccola coreana può offrire delle dotazioni che anche alcune vetture più grandi non hanno. Ad esempio? Il pad per la ricarica wireless, ma anche un sistema di infotainment “da grande”. Al centro della plancia, in continuità con il quadro strumenti, troviamo infatti uno schermo da 8 pollici touch, circondato da tasti fisici e al cui interno troviamo l’ultima versione del Sistema Operativo di Hyundai. Il sistema sfoggia infatti Apple CarPlay, Android Auto e la presenza di una sim integrata che permette di interfacciarsi all’auto tramite l’App BlueLink di Hyundai, nonché di avere informazioni in tempo reale sul traffico e le previsioni del tempo. Non mancano poi volante e sedili riscaldabili e un’ergonomia davvero ottima.

La posizione di guida di Hyundai i10 è infatti piuttosto alta, ma il sedile permette anche ai più alti di trovare la posizione perfetta, mentre la leva del cambio rialzata di “scuola” FIAT Panda è comodissima nella vita di tutti i giorni. Per concludere sugli interni di Hyundai i10, la piccola coreana è sorprendentemente comoda al posteriore, dove troviamo ampie portiere che permettono di inserire agevolmente un seggiolino e una buona dotazione di spazio, che permettono all’auto di ospitare senza problemi due adulti. Per viaggiare in cinque, però, dietro possono esserci solo dei bambini.

Motori Hyundai i10

La gamma motori di Hyundai i10 è molto semplice, formata da un propulsore principale, un moderno 1.0 tre cilindri, declinato in tre versioni differenti. A fare la parte del leone è il vendutissimo 1.0 aspirato, dotato di 67 CV e 94 Nm di coppia, ed accoppiato ad un cambio manuale a 5 marce o ad un automatico classico con convertitore di coppia, sempre a 5 marce. Fluido e molto regolare, non è il motore adatto se vi piace correre. Grazie ai 920 kg di peso della piccola coreana, però, è più vivace di quanto ci si possa aspettare, ed offre consumi davvero ridotti. Per massimizzare i consumi, comunque, Hyundai offre una versione ridotta all’osso, la Advanced EcoPack, che offre solo quattro posti, ha un cambio con rapporti più lunghi e migliore aerodinamica. Con questo allestimento, che è anche il più economico della gamma, si percorrono oltre 20 km/l di media.

Per chi vuole abbattere i costi di gestione, Hyundai propone il 1.0 a benzina anche in versione a doppia alimentazione, benzina/GPL. L’impianto, curato dalla cuneese BRC, riduce la potenza a 65 CV e costa 1.850 euro in più a parità di allestimento, ma se fate tanti km, in assenza di un diesel in gamma, potrebbe davvero fare al caso vostro. Da pochi mesi, infine, la gamma motori di Hyundai i10 si è “incattivita” un po’ con un’inedita versione N Line. Dotata di paraurti anteriori e posteriori più cattivi, nonché dei cerchi in lega da 16” e di interni con volante e sedili specifici, sotto il cofano troviamo anche un turbo a fare compagnia al 1.0 tre cilindri. Capace di 100 CV e di ben 174 Nm di coppia, la piccola i10 diventa una mini compatta sportiva da 185 km/h e capace di scattare da 0 a 100 km/h in 10,5 secondi. Non si tratta di certo di una rivale di Abarth 595, ma per avere un po’ di brio e divertimento in più con consumi contenuti è una vetturetta da tenere in considerazione.

Motori Hyundai i10

Benzina

  • 1.0, 1.0 tre cilindri aspirato, 67 CV, cambio manuale a 5 marce o automatico a 5 marce, trazione ant.
  • 1.0 T-GDI, 1.0 tre cilindri turbo, 100 CV, cambio manuale a 5 marce, trazione anteriore

GPL

  • 1.0, 1.0 tre cilindri aspirato benzina/GPL, cambio manuale a 5 marce, trazione anteriore

Prezzi Hyundai i10

Così come la gamma motori, anche il listino prezzi di Hyundai i10 è piuttosto semplice e immediato. La versione d’accesso è la Advanced, che ha una dotazione decisamente particolare. Rinuncia infatti alla radio, sostituita dalla semplice predisposizione per una radio aftermarket, ma offre di serie cruise control, clima manuale, computer di bordo, sistema anti-intrusione di corsia e anti-colpo di sonno. Una dotazione particolare, che sulla Advanced Ecopack vede sparire il quinto posto mentre il cambio manuale adotta rapporti più lunghi per massimizzare i consumi. Ed è proprio la Advanced Ecopack la i10 più economica, con prezzo di partenza di 13.450 euro.

La versione Tech offre in più i cerchi in lega, la radio DAB, i fendinebbia, i retrovisori elettrici e riscaldabili e i vetri posteriori scuri. La Prime, invece, sfoggia il sistema di navigazione con schermo da 8 pollici, sensori di parcheggio posteriori e la retrocamera. La sportiva N Line, infine, offre la stessa dotazione della completa Prime, con in più i cerchi in lega da 16 pollici e il motore 1.0 T-GDI da 100 CV. Per questo, è proprio la N Line la più costosa della gamma, con un prezzo di listino di 17.900 euro. Il cambio automatico, disponibile per le Tech e Prime a benzina, costa 1.000 euro.

Listino prezzi Hyundai i10

Advanced Ecopack

  • 1.0 Advanced Ecopack, 13.450 euro

Advanced

  • 1.0 Advanced, 13.600 euro
  • 1.0 GPL Advanced, 15.450 euro

Tech

  • 1.0 Tech, 15.000 euro
  • 1.0 GPL Tech, 16.850 euro

Prime

  • 1.0 Prime, 17.300 euro

N Line

  • 1.0 T-GDI N Line, 17.900 euro

Hyundai i10: concorrenti e conclusioni

Nonostante le citycar siano sempre meno diffuse e sempre più Case decidano di produrre automobili più grandi e redditizie, ci sono ancora dei brand che puntano sulle vetture piccole da città, come Hyundai. La Casa coreana ha però fatto molto più che riproporre la sua apprezzatissima i10: oggi, la piccola Hyundai i10 ha una dotazione di sicurezza di serie che fino a 5 anni fa sarebbe stata impensabile su un’auto da neanche 3,7 metri. In più, non manca sulle versioni più accessoriate l’ormai irrinunciabile sistema di mirroring per il proprio smartphone, e soluzioni per il confort come volante e sedili riscaldabili, retrocamera e sensori di parcheggio. Alla guida, poi, Hyundai i10 è agile, scattante e molto piacevole, e diventa quasi sportiva con l’esuberante 1.0 T-GDI da 100 CV. Ovviamente non è perfetta: le versioni d’accesso mancano della radio, la soglia di carico del bagagliaio è piuttosto alta e non ci sono maniglie d’appiglio per i passeggeri posteriori.

A fronte di un’automobile ben fatta, spaziosa, comoda e curata, però, questi difetti sono sormontabili a fronte di avere una piccola così completa e utilizzabile a 360°. Nonostante la dipartita di tantissime rivali dirette, le concorrenti di Hyundai i10 ci sono, e sono davvero agguerrite. La rivale numero 1 è senza dubbio la vendutissima Fiat Panda, che continua a possedere lo scettro di citycar più venduta. Attenzione però alla più piccola ma più cool Fiat 500, che in Europa e in Italia continua a mietere successi, e alla più grande e chic Lancia Ypsilon. Tra le concorrenti di Hyundai i10 non manca poi la sua sorellina di casa KIA, la Picanto, così come la teutonica Volkswagen up!, la francese Renault Twingo e l’elettrica Dacia Spring.

Recensioni dei veicoli Hyundai I10

76 Recensioni

4,5