Mercedes-Benz A 180 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Mercedes-Benz A 180

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Con la Mercedes A 180 decolla nel 2004 la seconda generazione della classe A


La nuova classe A, lanciata nel 1997, ha segnato un cambiamento notevole per la casa tedesca produttrice di auto premium Mercedes. Per la prima volta l’azienda ha osato debuttare nel contesissimo segmento delle auto compatte, finora dominato dalla concorrente di Wolfsburg, che a sua volta aveva iniziato ad ampliare il suo programma con modelli nella fascia alta. Il motivo di questi nuovi orientamenti dell’industria automobilistica è dovuto al fatto che i responsabili della strategia dei vari gruppi avevano capito che in un mercato sempre più globalizzato poteva garantirsi l’indipendenza economica soltanto chi era in grado di proporre un programma di prodotti completo, vale a dire dalle auto di piccole dimensioni fino alle berline della classe superiore. La prima generazione della nuova classe A è stata fabbricata fino al 2004 subendo modifiche soltanto di lieve entità, dopodiché ha debuttato la nuova generazione. Tra i primi modelli di quest’ultima vi era anche la Mercedes A 180.


”Crescita” di 26 centimetri rispetto ai primi modelli della classe A


La seconda generazione della classe A è stata realizzata secondo lo stesso concetto di progettazione strutturale adottato in precedenza, nella fattispecie la cosiddetta struttura a sandwich che, in caso di incidente, provvedeva a migliorare la sicurezza. Invariata è rimasta anche la posizione dei sedili in alto, dovuta a questo tipo di struttura, che per altro offriva al conducente i vantaggi di una salita a bordo agevole e di una buona visuale, ed inoltre l’altezza della carrozzeria di 1,57 metri. Viceversa in lunghezza la Mercedes A 180 è “cresciuta” di 26 centimetri a 3,83 metri, aumentando così la spaziosità dell’abitacolo. La linea esterna è stata leggermente modificata: i nuovi modelli presentavano un tetto dall’elegante linea in discesa, ed inoltre proiettori anteriori e luci posteriori in posizione obliqua.


Massima parsimonia in versione Diesel


La Mercedes A 180 veniva proposta in due versioni di carrozzeria, precisamente berlina cinque porte e una versione quattro porte che la casa di Stoccarda definiva come coupé. Al momento del lancio della seconda generazione della classe A, la Mercedes ha proposto inizialmente un solo motore Diesel per la Mercedes A 180. Il propulsore turbodiesel Common Rail dalla cilindrata di 2,0 litri sviluppava una potenza di 80 kW (109 CV) e raggiungeva una velocità massima di 186 km/h. Il consumo in versione combinata veniva dichiarato pari a 5,2 litri di gasolio ogni cento chilometri, equivalenti ad un’emissione di 137 g/km di CO2, per cui la Mercedes A 180 CDI con cambio manuale a sei marce risultava essere il modello più parsimonioso della classe A, ovviamente fino al lancio dei modelli dotati della tecnologia ecologica BlueEfficiency, avvenuto nel 2009.


Lancio della Mercedes A 180 a benzina nel 2009


Una versione a benzina della Mercedes A 180 è stata proposta per la prima volta nel 2009. Il motore a benzina dalla cilindrata di 1,7 litri sviluppava una potenza di 85 kW (116 CV), utile per raggiungere una velocità massima di 183 km/h. Il consumo medio di questo modello con cambio automatico era di 6,6 litri (pari a 157 g/km di CO2). La Mercedes A 180 era inoltre disponibile in una variante definita BlueEfficiency. Questi modelli modificati per ottenere un consumo di carburante più ridotto e dotati di pneumatici scorrevoli e dispositivo di avviamento e arresto automatico presentavano la stessa potenza della Mercedes A 180 tradizionale. Viceversa il consumo di benzina era stato ridotto da 0,3 litri a 6,3 litri, pari a un’emissione di 145 g/km di CO2. Il modello Blue era combinato con un cambio manuale a cinque marce, mentre la Mercedes A 180 standard era disponibile esclusivamente con cambio automatico.

Recensioni dei veicoli Mercedes-Benz A 180

95 Recensioni

4,5