Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
Mercedes-A-Klasse

Mercedes A 160

Pro

  • Buon mix potenza/consumi
  • Buon rapporto qualità/prezzo

Contro

  • Piacere di guida prime due generazioni
  • Prestazioni delle prime generazioni

Mercedes-Benz A 160 in sintesi

Qui trovi una panoramica generale dell’auto Mercedes-Benz A 160 inclusi i dati relativi alle caratteristiche principali, alla motorizzazione, all’equipaggiamento e altre informazioni utili relative al modello dell’auto. leggi di più

Nuovo a partire da:€ 40.955,-*
Usato a partire da:€ 290,-*
*Prezzo più basso su AutoScout24 nel mese scorso

Mercedes A 160: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Se prendiamo in esame la Mercedes Classe A quarta serie, o W177, scopriamo che la Mercedes A 160 altro non è che la versione entry level tra le motorizzazioni benzina della generazione oggi in vendita con prezzi a partire da 28.440 euro, che è anche il prezzo di partenza della A 160. Tolto il listino, con questa sigla Mercedes chiama la versione base tra le molteplici motorizzazioni benzina a disposizione. Si parte, dunque, con la A 160 e il suo 1.3 4 cilindri da 109 CV abbinato al cambio manuale a 6 rapporti, per salire con le varie 180, 200 e 250 delle quali non ci occupiamo. Continua a leggere

Ti interessa la Mercedes A 160

Altre informazioni per la tua ricerca

Modelli alternativi

Tornando indietro con la memoria, però, fin dagli esordi la Classe A ha proposto tra le proprie “fila” la A 160: era il 1997 e nel listino dell’allora Classe A monovolume la A 160 rappresentava la seconda motorizzazione, proporzionata alla potenza, dopo la a A 140. Diverso il caso delle Classe A Diesel, dove la A 160 CDI è stato il motore a gasolio proposto inizialmente con il 1.7 4 cilindri turbo da 60 CV diventati poi 75 CV dal 2001 in avanti. Discorso che si è ripetuto anche con la seconda generazione e con la terza generazione: in questo caso la A 160 è tornata a popolare i listini solo in un secondo momento rispetto al lancio, sia con i motori benzina 1.6 da 102 CV sia con i Diesel A 160 CDI (1.5 90 CV).

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Mercedes A 160.

Dimensioni Mercedes A 160

Le dimensioni della Mercedes A 160 sono:

  • lunghezza 4,42 metri
  • larghezza 1,80 metri
  • altezza 1,46 metri
  • passo 2,73 metri

Le dimensioni della Mercedes A 160 qui sopra elencate fanno riferimento alla quarta generazione attualmente in commercio. Ci sono state altre A 160, come accennato, già a partire dalla W168 del 1997. In tanti ricordano le sue forme da tipica monovolume compatta in voga in quel periodo, e si rimane quantomeno sorpresi nello scoprire che la A 160 di 25 anni fa è lunga 3,58 metri (quasi un metro in meno della generazione attuale), larga 1,72 metri e alta 1,60 metri, per un passo di 2,42 metri (29 centimetri in meno di oggi) comunque sufficienti a far accomodare 4 persone. Lo stile si è evoluto pesantemente nel passaggio tra una e l’altra A 160: la carrozzeria monovolume ha lasciato spazio dal 2012 in avanti alla carrozzeria due volumi poi passata anche all’attuale serie. Sono cambiate totalmente le proporzioni, e qui si torna a parlare delle dimensioni della Mercedes A 160 comuni alle altre motorizzazioni. Con la carrozzeria due volumi, dal 2012 al 2018 la Classe A è “cresciuta” di ben 11 centimetri.

Per quanto riguarda il bagagliaio, invece, oggi la Mercedes A 160 ha un vano da 370 litri estendibili fino a 1.270 litri; confrontandolo con l’auto delle origini, si scopre la capacità è cresciuta di appena 20 litri, mentre già la terza generazione presenta un vano addirittura più piccolo rispetto ai primi tempi.

Interni Mercedes A 160

Gli interni della Mercedes A 160 hanno conosciuto un’evoluzione costante dalla prima generazione a oggi. Basti pensare al primo abitacolo dove la seduta è sicuramente più alta di oggi e i tasti fisici, ce ne sono parecchi sulla parte centrale della plancia e ce ne saranno ancora di più con la seconda e la terza generazione, hanno lasciato spazio al debutto dell’inedito MBUX. Quest’ultimo è l’acronimo che sta per Mercedes Benz User Experience e ha fatto il suo debutto proprio sulla nuova Classe A nel corso della prima metà del 2018, per poi arrivare a cascata su tutte le altre Mercedes. Si tratta di un concetto nuovo di intendere gli interni, ora dotati di una particolare “intelligenza artificiale” che si manifesta attraverso i raffinati comandi vocali e il cloud che si arricchisce di funzionalità al crescere degli utenti che utilizzano questo sistema.

Vero, anche gli interni della Mercedes A 160 W176 già presentano lo schermo a sbalzo sulla plancia, ma è solo con l’ultima generazione che arriva il vero upgrade di spessore che cambia connotati alla berlina compatta della Casa di Stoccarda. Con l’aumento delle dimensioni di cui sopra, è aumentata anche l’abitabilità a bordo della Classe A e le dotazioni a disposizione dei passeggeri, così come si è andato parallelamente a incrementare lo spazio per le gambe e per la testa di chi occupa le due file di sedili.

Motori Mercedes A 160

Tecnicamente, la gamma motori della Mercedes A 160 è “nata” con la prima generazione (W168) al lancio del 1997 di questo modello che, non senza scetticismi iniziali poi rivelatisi infondati, ha portato Mercedes a misurarsi con i segmenti delle piccole. Con la sigla A 160 si intende, quindi il 1.6 quattro cilindri aspirato da 102 CV per 150 Nm di coppia a 4.000 giri/min, abbinato di serie alla trazione anteriore e al cambio meccanico a 5 rapporti. Si trattava del secondo motore dopo la versione entry level A 140, con il 1.4 da 82 CV. Sempre con la prima generazione, la A 160 è stata anche la versione Diesel (A 160 CDI) introdotta inizialmente con il 1.7 sovralimentato da 60 CV e, dal 2001, con il 1.7 potenziato fino a 75 CV. Curiosamente, i motori della Mercedes A 160 e della A 140 hanno costituito la “seconda volta” per una trazione anteriore associata allo storico Marchio di Stoccarda dopo il debutto sul primo Classe V del 1995.

La storia si ripete con i motori della Mercedes A 160 della seconda generazione. In questo caso la A 160 sembra scomparire dai listini per i primi anni di commercializzazione di quella che è l’evoluzione naturale del piccolo monovolume di fine anni ‘90; solo nel 2009 si assiste al ritorno della A 160 benzina con il 1.5 da 95 CV, mentre la A 160 CDI viene confermata fin dal lancio nel 2004 e consiste nel 2.0 4 cilindri turbo da 82 CV che rimarrà in gamma fino al 2011. Il 2012 vede il lancio della terza generazione, la W176, la prima Classe A a sposare il concetto di berlina due volumi dal taglio più sportivo.

Come accaduto con la precedente serie, anche in questo caso la gamma motori della Mercedes A 160 "accoglie" nuovamente questa sigla solo a partire dal 2015 per le benzina (1.6 102 CV) e dal 2013 con la A 160 CDI (1.5 90 CV). Venendo al presente, oggi la Mercedes Classe A 160 rappresenta la motorizzazione entry level della gamma benzina, mentre non è più tra le scelte dei motori Diesel. Il benzina in questione è il 1.3 4 cilindri turbo proposto con il solo cambio manuale a 6 rapporti.

Prezzi Mercedes A 160

I prezzi della Mercedes A 160 partono, oggi, da 28.440 euro per la A 160 che apre la gamma delle motorizzazioni benzina della compatta tedesca giunta alla sua quarta generazione. Tutte le versioni, già a partire dall’Executive, propongono di serie il sistema multimediale MBUX, i comandi vocali attivabili con “Hey Mercedes”, la telecamera posteriore, il touchpad e l’assetto comfort ribassato. La Business, secondo allestimento, aggiunge i sedili comfort in Artico/tessuto, il volante in pelle, la navigazione, i cerchi in lega da 17” e i fari LED High Performance. I due allestimenti alto di gamma Sport e Premium, tra le altre cose, aggiungono il volante sportivo, i terminali di scarico a vista e la mascherina del radiatore Matrix AMG con i pin cromati che aiutano a distinguerla dagli altri allestimenti.

Quanto costava la Mercedes A 160? Scorrendo i listini del 1998, si scopre che il prezzo della Mercedes A 160 benzina partiva da 35.450.000 lire, equivalenti a circa 18.308 euro di oggi, mentre partiva da 34.300.000 lire la Mercedes A 160 CDI turbodiesel (circa 17.714 euro attuali). Con il rinnovamento della gamma nel 2004, la versione Diesel partiva da 23.060 euro, l’A 160 benzina da 20.780 euro. Terza serie, terzo rinnovamento dei prezzi della Mercedes A 160: 26.155 euro per la 160 CDI, 25.550 euro per la 160 nel primo allestimento Executive.

L’offerta di Mercedes A 160 usate comprende centinaia di vetture d’occasione. Per una stima dei prezzi delle Mercedes A 160 usate, si parte indicativamente da 1.000 euro per una A 160 Classic del 2001 con 195.000 km, per arrivare ai 30.900 euro della A 160 Sport W177: si tratta di un esemplare che conta su una percorrenza di 9.032 km immatricolato nel settembre 2020.

Mercedes A 160: conclusioni e concorrenti

La Mercedes A 160 è stata fin dagli esordi una delle versioni più vendute di quella che è stata la monovolume compatta più di successo nel periodo corrispondente alla fine del secolo scorso. Insieme alla A 140, ha rappresentato la porta d’accesso al mondo Mercedes con motori benzina e Diesel, poi replicati anche con la seconda e con la terza generazione seppur in tempi diversi. La Mercedes A 160 oggi è, invece, la vera e propria entry level di una delle segmento C più desiderate sul mercato: costa 28.440 euro e viene proposta con il 1.3 benzina da 109 CV abbinato al solo cambio manuale, mentre non c’è più traccia della “160” nella gamma dei motori a gasolio. Con l’evoluzione che ha interessato la Mercedes A 160 in più di vent’anni di storia, siamo passati da un monovolume che tutti ricordano fino alla berlina iper-tecnologica presentata a inizio 2018; la parola chiave è MBUX, che proprio dalla Classe A è stato poi installato su tanti modelli seguenti della Casa tedesca.

Le concorrenti della Mercedes Classe A 160 oggi sono la Opel Astra, la Peugeot 308, la Renault Megane, la BMW Serie 1, l’Audi A3. Indicativamente anche le precedenti generazioni hanno avuto le stesse concorrenti, considerando altre “player” del segmento che nel frattempo sono uscite dal commercio come l’Alfa Romeo Giulietta, la Volvo V40 e, considerando il diverso approccio telaistico della prime due generazioni, anche la Lancia Musa, la Renault Modus, la Nissan Note e l’Audi A2.

FAQ

Quanto costava la Mercedes A 160?

I prezzi nel 1998 partivano da 18.308 euro per la versione benzina da 102 CV, e da 17.714 euro per la Diesel. I prezzi sono via via saliti con le A 160 di seconda, terza e quarta generazione: oggi la Classe A 160 costa 28.440 euro.

Qual è la potenza della Mercedes A 160?

Si è passati attraverso diverse motorizzazioni, partendo dai 102 CV del 1.6 benzina aspirato e del 1.7 turbodiesel da 60 CV diventati poi 75. Oggi a più di vent’anni di distanza la Mercedes A 160 è la entry level della gamma benzina e conta sul 1.3 quattro cilindri turbo da 109 CV.

FAQ

Quanto costava la Mercedes A 160?
I prezzi nel 1998 partivano da 18.308 euro per la versione benzina da 102 CV, e da 17.714 euro per la Diesel. I prezzi sono via via saliti con le A 160 di seconda, terza e quarta generazione: oggi la Classe A 160 costa 28.440 euro.
Qual è la potenza della Mercedes A 160?
Si è passati attraverso diverse motorizzazioni, partendo dai 102 CV del 1.6 benzina aspirato e del 1.7 turbodiesel da 60 CV diventati poi 75. Oggi a più di vent’anni di distanza la Mercedes A 160 è la entry level della gamma benzina e conta sul 1.3 quattro cilindri turbo da 109 CV.

Valutazioni sul veicolo per Mercedes-Benz A 160

120 Valutazioni

4,2