Volvo V40 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Volvo V40

Volvo V40

Berlina elegante e compatta

Commercializzata in Europa a partire dal 2012, dopo la presentazione al Salone dell’Auto di Ginevra, la Volvo V40 è una due volumi dallo stile compatto ma elegante, che si inserisce prepotentemente nel mercato, confrontandosi con mostri sacri del segmento C come l’Audi A3, la BMW Serie 1 e la Mercedes classe A. Dopo sette anni di onorata carriera, ora la V40 è in procinto di uscire di scena, ma solo momentaneamente. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Volvo V40 - Carrozzeria

Volvo V40 - Colore carrozzeria

Volvo V40 - Offerte Top

La Casa scandinava, infatti, dopo essersi concentrata sull’ammodernamento delle serie 90 e 60, concentrerà i suoi sforzi proprio sulla più piccola V40 che sarà sottoposta a un profondo lavoro di aggiornamento. La prossima generazione nascerà sul pianale della XC40 e supporterà il processo di elettrificazione in atto in casa Volvo, che porterà alla nascita di varianti ibride ed elettriche.

Volvo V40: com’è fatta, pro e contro

Realizzata sulla piattaforma di tipo C1 di casa Ford, la Volvo V40, pur essendo una compatta di classe C, strizza l’occhio al mondo delle station wagon. Merito soprattutto del particolare sbalzo posteriore. La parte anteriore, invece, molto protesa verso l’asfalto e i fari posizionati ai lati del cofano, donano al frontale della Volvo V40 una bella dose di sportività e grinta, al quale si somma il forte slancio della fiancata e la linea snella e il particolare design della parte posteriore, alta e contraddistinta da gruppi ottici che delimitano verticalmente il lunotto posteriore. Il tutto fa sì che la Volvo V40 non manchi sicuramente di personalità e camuffando al contempo i suoi 4.369 mm di lunghezza.

Molto più razionale e semplice il design degli interni. Oltre al quadro strumenti caratterizzato dalla presenza di una strumentazione circolare con elementi digitali, gli interni si distinguono per la plancia a sviluppo verticale: un tocco tipico del design Volvo. Su di essa trova posto uno schermo da 5 pollici, forse un po’ troppo piccolo, che ospita la radio e alcune informazioni di bordo. Un elemento quest’ultimo, che insieme alla presenza del classico freno di stazionamento a leva, sottolinea l’anzianità del progetto. Questo non si può dire sulla qualità dei materiali utilizzati, tutti ben rifiniti e assemblati; qualità non lontana da quella delle altre vetture premium di pari categoria sul mercato. I sedili sono comodi ma non così avvolgenti.

L’abitabilità è molto buona, anche per chi siede sul divano posteriore. Solo chi viaggia in mezzo è sfavorito dalla sagoma dell’imbottitura e dall’ingombro del tunnel. Il bagagliaio, con i suoi 335 litri, non è molto spazioso per un’auto da famiglia come la Volvo V40 e in generale offre qualche litro di capacità in meno rispetto alle dirette concorrenti. La possibilità di ribaltare i sedili posteriori fa comunque aumentare lo spazio fino a quasi 1.050 litri.

Volvo è da sempre sinonimo di sicurezza, capitolo sul quale, anche per la V40, si sono incentrate molte ore di sviluppo da parte dei tecnici svedesi. La compatta scandinava, è infatti stata la prima Volvo in assoluto ad essere dotata del sistema di Airbag esterno, che protegge pedoni e ciclisti in caso di investimento. Di serie, si trova anche il City Safety, un sistema di frenata d’emergenza in grado di arrestare completamente il veicolo quando si viaggia sotto la soglia dei 50 km/h. Un aiuto non da poco nel traffico cittadino.

Un anno dopo il lancio commerciale, Volvo presenta la variante Cross Country della V40. Si tratta della versione con carattere più votato all’offroad del modello, ma che condivide meccanica, prestazioni e consumi con le altre versioni della V40 a listino. Le principali differenze, infatti, sono di tipo estetico. Leggermente più alta da terra, la Cross Country si caratterizza per la presenza di ampi fascioni in plastica nera che corrono tutt’intorno alla carrozzeria proteggendola dai piccoli urti in cui è possibile incappare guidando lontano dall’asfalto.

Al Salone di Ginevra del 2016, invece, è stato presentato un restyling che, senza stravolgere l’estetica della serie lanciata quattro anni prima, l’ha avvicinata al nuovo family feeling del brand lanciato sui modelli più grandi. Fanno così il loro debutto i nuovi fari a led anteriori, con la tipica firma luminosa denominata “Martello di Thor” e la nuova mascherina anteriore con il logo Volvo rivisto.

Volvo V40: allestimenti, prezzi, motori

Sicuramente per quanto riguarda gli allestimenti della Volvo V40, non si può non citare l’R-design. Un allestimento che aumenta la sportività della berlina svedese. Non solo il design esterno subisce notevoli modifiche con i cerchi in lega da 17 pollici Ixion III Diamond Cut con pneumatici da 22545 R17, il doppio scarico cromato e le calotte degli specchietti retrovisori esterni in metallo cromato, ma troviamo anche uno schermo da 8” con informazioni su diversi parametri di funzionamento dell’auto in tempo reale e una serie di modifiche nel design interno come rifiniture specifiche e i tappetini R-Design. Gli altri due allestimenti sono il Plus e il Business Plus. Le principali differenze tra le due versioni si concentrano nella presenza sul Business Plus del Sensus Connect con audio streaming, del Sensus Navigation con servizio Real Time Traffic Information e del Park Assist posteriore.

Per quanto riguarda i propulsori, Volvo offre, dopo il restyling del 2016, i nuovi motori VEA a 4 cilindri in linea, Euro 6 e interamente made in Volvo: i motori a benzina di base sono 2 litri turbo ad iniezione diretta, recupero dell’energia in frenata e sistema start&stop, ovvero il T2 con 122 CV e il T3 con la stessa unità ma con una potenza di 152 CV. Entrambi i propulsori sono disponibili anche in abbinamento al cambio automatico Geartronic. In questo caso, però, la cilindrata dei motori scende a 1,5 litri, pur garantendo il medesimo livello di potenza e coppia dichiarato per i 2.0. I propulsori turbodiesel, aventi lo stesso basamento e la stessa cilindrata del propulsore benzina da 2 litri, sono il D2 con potenza di 120 CV e il D3 che arriva fino a 150 CV e possono essere equipaggiati anch’essi con il cambio automatico Geartronic, questa volta senza modifiche alla cilindrata. Per la Cross Country sono disponibili i medesimi motori a gasolio, mentre per quanto riguarda i benzina, l’unico disponibile è il T3 con cambio automatico e 152 CV di potenza massima. Il prezzo di partenza della Volvo V40 è di poco meno di 25.000 euro, mentre gli esemplari di seconda mano sono su AutoScout24.

Benzina

  • 1.5 T2 122 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio automatico Geartronic
  • 1.5 T3 152 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio automatico Geartronic
  • 2.0 T2 122 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale
  • 2.0 T3 152 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale
Diesel
  • 2.0 D2 120 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale o automatico
  • 2.0 D3 150 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale o automatico

Volvo V40: conclusioni

Nonostante si appresti ad essere profondamente rivista sia dal punto di vista estetico, sia tecnico, la Volvo V40 rimane una due volumi compatta dallo stile ancora attuale. Il comfort e la sicurezza la rendono una macchina ideale per la famiglia e per i lunghi viaggi. L’unico difetto da sottolineare è la capacità del bagagliaio, un po’ troppo bassa rispetto alle dimensioni generali della vettura.

Recensioni dei veicoli Volvo V40

80 Recensioni

4,3