Honda Civic - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Honda Civic

Honda Civic

La media del Sol Levante

Da anni ormai, la media della Casa nipponica rappresenta la vettura ideale per chi vuole distinguersi dalla massa ed è alla ricerca di un'auto dal “sapore tech”. Questa è in sintesi la Honda Civic, modello che ha avuto sempre un discreto successo commerciale anche in Italia. La sua storia inizia nel 1972 (solo la Toyota Corolla, lanciata nel 1968, può vantare una longevità più lunga). Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Carrozzeria

Colore carrozzeria

Oggi, giunta alla sua decima generazione, la Civic continua a fare del design il suo principale punto di forza, ponendo oltretutto particolare attenzione anche alla qualità dei materiali e degli assemblaggi, che non sfigurerebbero nemmeno sulla più classica delle premium appartenente a questa categoria. Nonostante l’origine nipponica, la Civic per il mercato europeo viene prodotta proprio nel Vecchio Continente, più precisamente a Swindon, in Inghilterra.

Honda Civic: com’è fatta, pro e contro

L’ultima generazione della Honda Civic viene proposta in due varianti di carrozzeria a quattro oppure cinque porte. In termini di dimensioni, le due versioni differiscono l’una dall’altra unicamente per la lunghezza: 4.650 mm la quattro porte, contro 4.518 mm per la cinque porte. Buona parte dei centimetri in più a favore della quattro porte sono stati ricavati nello sbalzo posteriore. Questo permette quindi alla più lunga delle due di poter contare su una maggiore capacità di carico, che si attesta sui 519 litri contro i 478 della cinque porte.

Detto della capacità del bagagliaio, anche lo spazio a bordo per i passeggeri risulta notevole. I sedili anteriori sono confortevoli ma comunque ben contenitivi, soprattutto a livello lombare. Dietro in due si viaggia molto comodi, mentre il terzo passeggero potrebbe risultare un po’ sacrificato. Solo chi supera il metro e ottanta di altezza rischia di dover are i conti con la linea discendente del tetto, che se da una parte dona un innegabile tocco di sportività agli esterni, limita leggermente l’abitabilità interna. A proposito di esterni, a livello estetico, le due varianti di carrozzeria condividono lo stile del frontale, caratterizzato dalla presenza di un’ampia calandra che si allarga verso i lati della carrozzeria affogando nei fari che, a seconda dell’allestimento scelto, possono essere full led. A dominare, poi, sono le due grandi prese d’aria posizionate subito sotto i fari, che donano al frontale della Civic un aspetto molto aggressivo e sportiveggiante. Dove invece la quattro porte differisce rispetto alla cinque porte è nella vista posteriore.

Qui la prima mette in luce una forma più allungata dell’ultimo quarto, mentre la cinque porte mostra linee più compatte e nel complesso aggraziate. A livello estetico necessita di un capitolo a parte la versione Type R, la più sportiva a listino e disponibile solo a cinque porte, immediatamente riconoscibile per il grande alettone posteriore, i paraurti e i cerchi dedicati, oltre che per il triplice terminale di scarico centrale.

Il design aggressivo degli esterni si riflette anche all’interno dell’abitacolo. Qui le forme sono meno estrose che in passato, con una plancia non più strutturata su più livelli ma con un più tradizionale andamento orizzontale. Risaltano invece i tanti schermi digitali presenti a bordo, da quelli del quadro strumenti immediatamente dietro il volante a quello del sistema di infotainment posizionato al centro della plancia. Questo ha una diagonale di 7 pollici e offre la compatibilità con i sistemi Apple CarPlay e Android Auto.

Honda Civic: allestimenti, motori e prezzi

Abbandonata per ora la configurazione a tre porte, la Honda ha deciso di puntare sulle versioni a cinque e a quattro porte: una berlina e una “quasi” coupé. La gamma della quattro porte si suddivide in tre allestimenti: Comfort, Elegance Navi ed Executive. La variante a cinque porte, invece, vede la gamma dividersi in Comfort, Elegance, Dynamic, Executive, Executive Premium, Sport, Sport+ ed infine Prestige. A parte troviamo l’allestimento Type R, che oltre all’abito da sportiva di razza, è l’unico della gamma ad essere abbinato al propulsore 2.0 turbo da 320 CV. Tra le altre motorizzazioni più “umane” troviamo per la cinque porte due unità a benzina: un 1.0 turbo da 126 CV e un 1.5 sempre sovralimentato da 182 CV entrambi disponibili con cambio manuale o automatico cvt.

Unico Diesel a listino, invece, il 1.6 da 120 CV con cambio manuale o automatico a nove rapporti. La quattro porte propone gli stessi propulsori della cinque porte, ad eccezione del 1.0 che per questa variante di carrozzeria non è disponibile. Come da tradizione, anche l’ultima generazione della compatta nipponica promette un piacevole comportamento su strada, garantito soprattutto da una buona taratura del comparto sospensivo che non compromette il comfort, senza rinunciare alla precisione di guida. Merito anche della scelta tecnica fatta dagli ingegneri Honda, che hanno optato per uno schema MacPherson all’anteriore e un multilink al posteriore. Ottima la dotazione di sicurezza, che tra i vari sistemi di assistenza alla guida annovera anche il cruise control adattivo, il riconoscimento dei segnali stradali e il sistema di mantenimento della corsia oltre ovviamente alla frenata automatica d’emergenza. Le concorrenti sono la Volkswagen Golf, la Ford Focus,l’ Opel Astra e la Renault Megane, ma c’è da considerare che molti acquirenti della Civic sono ormai fidelizzati e difficilmente si indirizzano sulla concorrenza. Il prezzo di partenza della Civic cinque porte è di circa 22.000 euro, mentre per la quattro porte ne servono circa 26.000.

Benzina

  • 1.0 Turbo VTEC 126 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale o cvt (solo su cinque porte)
  • 1.5 Turbo VTEC 182 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale o cvt
  • 2.0 Turbo VTEC 320 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale (solo Type R)
Diesel
  • 1.6 i-DTEC 120 CV esclusivamente a trazione anteriore con cambio manuale o automatico

Honda Civic: conclusioni

Per capire meglio la Honda Civic è bene descrivere il suo acquirente tipo: attento alla qualità e alle prestazioni, è generalmente un buon conoscitore del mondo automobilistico e amante del piacere di guida. Nel corso delle sue varie evoluzioni la Civic ha saputo conquistare molti automobilisti grazie anche allo stile mai banale. Un modo per distinguersi dalle vetture europee, mantenendo però un certo contatto con quelle che sono le tradizioni giapponesi in fatto di auto: esclusività, tecnologia, ricerca estetica e grande livello di finiture.

Recensioni dei veicoli Honda Civic

135 Recensioni

4,6