Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Honda-CR-V

Pro
  • -Grandissima dotazione di spazio
  • -Comoda e rilassante da guidare
Contro
  • -Sistema di infotainment da svecchiare
  • -Sistema ibrido assetato in autostrada.

Honda CR-V: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Con la nascita di Honda CR-V, la Casa giapponese è entrata a gamba tesa del mondo delle vetture a ruote alte: il SUV medio, nato nel 1995, è stato infatti il primo modello fuoristrada interamente sviluppato da Honda, dopo gli esperimenti di Honda Passport su base Isuzu e di Honda Crossroad, un Land Rover Discovery prima serie con il logo Honda. Dopo questi due esperimenti non proprio entusiasmanti, Honda ha deciso di fare da sé, creando così il suo primo SUV, CR-V. Già dal nome, però, il nuovo modello della Casa giapponese dichiara di non essere affatto un fuoristrada: CR-V è infatti un acronimo che sta per Comfortabile Runabout Vehicle, ovvero “Veicolo confortevole adatto ad ogni situazione”. Basata sulla piattaforma della coeva Honda Civic di sesta generazione, Honda CR-V sfoggiava una carrozzeria monoscocca, le stesse sospensioni raffinate della cugina, parecchio spazio a bordo e un motore 2.0 aspirato da 128 CV. Continua a leggere

Modelli alternativi

A dare quell’aura da vero fuoristrada, però, Honda CR-V sfoggiava una vistosa ruota di scorta sul portellone, con apertura divisa, e anche un sistema di trazione integrale permanente, capace di dare all’auto, insieme ai paraurti in plastica grezza all’anteriore e al posteriore, un look più fuoristradistico. In realtà, però, Honda CR-V è stata apprezzata proprio per la sua guida molto più automobilistica, unita ad un look da fuoristrada ma a comfort e versatilità da auto “tradizionale”. Per questo, Honda ha reso sempre più Crossover il suo CR-V, vero capostipite dei SUV più dedicati alla guida su strada che a quella fuoristrada. Con il passare delle generazioni, Honda CR-V è diventato sempre più apprezzato, e grazie alla sua presenza pressoché globale, la quarta generazione prodotta tra il 2011 e il 2017 è stata per diversi anni il SUV più venduto in tutto il mondo. Oggi, Honda CR-V è arrivato alla quinta generazione, ed è più tecnologico, curato e spazioso che mai. In Europa, però, è ora unicamente disponibile con il particolare sistema ibrido di Honda e:HEV, portato al debutto proprio da CR-V ed ora utilizzato su tutta la gamma Honda. Sarà ancora in grado di essere il SUV più venduto al mondo?

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Honda CR-V di quinta generazione.

Dimensioni Honda CR-V

Le dimensioni della Honda CR-V sono:

  • lunghezza 4,60 metri
  • larghezza 1,86 metri
  • altezza 1,68 metri
  • passo 2,60 metri

Honda CR-V ha guadagnato, con il passare degli anni, uno stile sempre più massiccio e muscoloso. Dopo una tosta quarta generazione, anche la quinta serie sfoggia linee molto muscolose e importanti, a partire da un frontale decisamente tosto. Al centro troviamo una calandra trapezoidale impreziosita nella parte alta da una banda cromata che include al suo interno il logo Honda. Da questa calandra partono poi i fari, Full LED di serie su tutte le versioni, posizionati molto in alto. Il paraurti anteriore è infatti molto pronunciato, a dare una sensazione di maggiore presenza a chi si trova Honda CR-V davanti. Il cofano è piuttosto corto ma molto alto, a dare ancora più “ciccia” al frontale della vettura, mentre lateralmente notiamo come in Honda abbiano avuto sempre in mente la componente “Comfort” nel nome CR-V.

L’abitacolo è infatti molto ampio, complice anche il corto cofano, e con una linea dei finestrini alta dona una sensazione di spazio interno molto importante e rassicurante. I cerchi, da 17 pollici di serie, possono arrivare fino a 19 pollici, e il passo di 2,60 metri è ampio ma non da record. Il posteriore è la parte più originale della vettura, con dei fari a sviluppo verticale che però sfoggiano anche una importante sezione trasversale che si spinge fino all’ampio portellone posteriore. Ad unire idealmente i due fari ci pensa poi una vistosa fascia cromata, che come sul frontale ospita il grande logo Honda al centro. Il paraurti posteriore, privo di qualsivoglia scarico, è poi dotato di protezioni sottoscocca e di una finitura in plastica grezza che riprende i passaruota, mentre il lunotto leggermente inclinato e l’alettone posteriore denotano un’attenzione importante all’aerodinamica, fondamentale per un’auto ibrida. Concludendo con le dimensioni di Honda CR-V, il bagagliaio è decisamente generoso con 499 litri di capacità, che scendono di due litri (497) per la versione AWD a quattro ruote motrici.

Interni Honda CR-V

Gli interni di Honda CR-V segnano un deciso passo in avanti rispetto al passato. La precedente generazione di CR-V, infatti, segnava un po’ il passare del tempo dentro, dove sfoggiava plastiche di media qualità e un doppio schermo per infotainment e informazioni di bordo decisamente scomodo. Oggi, invece, gli interni di Honda CR-V di quinta generazione riprendono i pregi della precedente generazione rendendo però il tutto più elegante, pulito e funzionale. Dalla quarta serie, l’attuale CR-V riprende la posizione rialzata del selettore del cambio: sulle versioni termiche (non più proposte in Italia) è una leva tradizionale, mentre sull’ibrida e:HEV è sostituita da dei tasti dalle diverse forme a seconda della funzione svolta.

Al centro della plancia, Honda CR-V ospita in un pannello in Piano Black lo schermo dell’infotainment, derivato da quello della Civic di decima generazione. Non si tratta del miglior sistema sul mercato, dotato di schermo da 7 pollici e di un’interfaccia un po’ datata e confusionaria, basata su una vecchia versione di Android. Di serie, però, ci sono Apple CarPlay e Android Auto, che funzionano estremamente bene. Il resto della plancia è realizzato con materiali di ottima qualità, disegnata con cura e dotata di tanti vani portaoggetti. Nelle versioni top di gamma, ci sono anche i rivestimenti in pelle per plancia e sedili, ma anche inserti in alluminio e in un particolare legno chiaro, che può non piacere a tutti. Concludendo con gli interni di Honda CR-V, il SUV medio giapponese conferma un’abitabilità da prima della classe. Se infatti davanti anche i più alti trovano una posizione di guida rialzata e confortevole, dietro il pavimento piatto e il divano accogliente permettono anche a tre adulti di stare molto comodi.

honda-cr-v-interieur

honda-cr-v-seats

Motori Honda CR-V

Se fino a qualche mese fa la gamma motori di Honda CR-V ospitava sia un motore a benzina che la versione ibrida, oggi è disponibile per il mercato italiano solamente la motorizzazione e:HEV. Salutato quindi il 1.5 VTEC Turbo da 174 CV visto fino a poco tempo fa, oggi Honda CR-V è disponibile unicamente con motorizzazione full hybrid, sfruttando un sistema davvero particolare. Sotto il cofano, infatti, Honda CR-V è priva di marce, ha due motori, una batteria molto compatta e anche una trazione integrale di tipo tradizionale, con albero di trasmissione. Ma andiamo con ordine. Sotto il cofano, sono due i motori di Honda CR-V: ci sono infatti un 2.0 benzina quattro cilindri i-VTEC a ciclo Miller da 145 CV e 175 Nm di coppia e un motore elettrico molto grande, da 184 CV e 315 Nm di coppia. Tra i due motori, è proprio l’elettrico quello principale, una soluzione inusuale per una full hybrid.

Inoltre, il cambio è a rapporto singolo, capace di collegare tramite delle frizioni il motore termico alle ruote quando c’è bisogno della massima spinta, ma anche di scollegarlo e dare al solo motore elettrico il compito di muovere la vettura. Il 2.0 i-VTEC ha infatti il compito principale di generatore di energia per la piccola batteria da 1,4 kWh, in modo da permettere sempre il massimo della guida in full electric. Questo sistema permette quindi di avere una guida più simile ad una vettura elettrica ma senza l’ansia da ricarica, in quanto è il 2.0 a caricare la piccola batteria di CR-V. I consumi omologati in ciclo WLTP sono interessanti per una vettura di questa stazza: parliamo di una media omologata di 14 km/l, penalizzata dai 12 km/l in autostrada ma capace di consumare molto poco in città (quasi 19 km/l) e in statale (oltre 17 km/L). Le prestazioni, infine, sono vivaci grazie alla coppia immediata del motore elettrico: 0-100 km/h in 9,2 secondi e 180 km/h di velocità massima. A richiesta, infine, i due motori di Honda CR-V sono poi in grado di offrire un sistema di trazione integrale, ottenuto non mediante un secondo motore elettrico come gran parte delle ibride, ma tramite un albero di trasmissione meccanico, che porta la trazione alle ruote posteriori.

Motori Honda CR-V

Full Hybrid

  • 2.0 HEV, 2.0 quattro cilindri aspirato + mot. el., 184 CV, cambio assente, trazione anteriore
  • 2.0 HEV AWD, 2.0 quattro cilindri aspirato + mot. el., 184 CV, cambio assente, trazione integrale

Prezzi Honda CR-V

Il listino prezzi di Honda CR-V non è tra i più bassi nel panorama dei SUV, una situazione comprensibile se ricordiamo che è disponibile unicamente con motorizzazione full hybrid. La versione d’attacco della gamma CR-V è infatti la Comfort, offerta a 37.350 euro. Di serie, questa versione offre l’avviso di superamento della corsia, i cerchi in lega, il clima automatico, lo schermo da 7 pollici per l’infotainment senza navigatore ma con Apple CarPlay e Android Auto, i fari Full LED con abbaglianti automatici, la frenata automatica d’emergenza, il Cruise control adattivo e i sedili anteriori riscaldabili. Per avere la trazione integrale bisogna passare alla più accessoriata Elegance Navi, offerta con trazione anteriore a 39.750 euro e con trazione integrale a 2.500 euro in più, 42.250 euro.

Al top del listino prezzi di Honda CR-V troviamo la lussuosa Executive Navi, disponibile unicamente con la trazione integrale e offerta a ben 47.800 euro. Su questa versione troviamo tutte le dotazioni più lussuose disponibili per la gamma CR-V, non ottenibili sulle altre versioni. Come da tradizione nipponica, infatti, anche Honda CR-V è dotata di pochissimi optional a pagamento, solamente due: la vernice metallizzata e gli interni in pelle color avorio, tra l’altro disponibili solamente per le Lifestyle ed Exclusive. Ogni allestimento ha la sua dotazione, e per avere ciò che si vuole basta scegliere quello giusto. Nel caso della Exclusive Navi AWD, oltre alla trazione integrale è di serie l’head-up display, il portellone posteriore elettrico, il sedile del guidatore elettrico, i sedili anteriori e posteriori riscaldabili e il tetto apribile in cristallo.

Listino prezzi Honda CR-V

Comfort

  • 2.0 HEV Comfort, 37.350 euro

Elegance Navi

  • 2.0 HEV Elegance Navi, 39.750 euro
  • 2.0 HEV Elegance Navi AWD, 42.250 euro

Sport Line Navi

  • 2.0 HEV Sport Line Navi, 41.750 euro
  • 2.0 HEV Sport Line Navi AWD, 44.250 euro

Lifestyle Navi

  • 2.0 HEV Lifestyle Navi, 42.250 euro
  • 2.0 HEV Lifestyle Navi AWD, 44.750 euro

Executive Navi

  • 2.0 HEV AWD Executive Navi, 47.800 euro

Honda CR-V: concorrenti e conclusioni

Come da tradizione, Honda CR-V è un crossover completo, che punta su un comportamento su strada confortevole, rilassato piuttosto che su sportività e capacità fuoristrada come alcune rivali. La disponibilità della sola motorizzazione ibrida e:HEV, poi, ne mette subito in chiaro il posizionamento e l’ambito di utilizzo perfetto. Il particolare sistema privo di cambio e con motore elettrico principale da i suoi frutti soprattutto in città e a velocità costante, dove CR-V riesce a consumare poco, risultare vivace e silenziosa e adattarsi benissimo alla guida in città. Le sospensioni sono infatti molto morbide (anche se un po’ secche sulle asperità più dure), lo sterzo leggero e l’automobile ben insonorizzata, fluida e regolare, dotata anche di una buona visibilità.

Per contro, però, abbandonata la città quando si chiede tutto al 2.0 i giri salgono molto per il classico “effetto scooter”, le sospensioni lasciano spazio ad un bel po’ di rollio e, in autostrada, i consumi salgono parecchio. Honda CR-V, nonostante quindi sia molto spaziosa e silenziosa, non è perfettamente a suo agio nei lunghi viaggi autostradali, quanto più in una routine quotidiana fatta di città, extraurbano e qualche puntatina sporadica in tangenziale. Al netto di un infotainment decisamente da svecchiare, in questi frangenti la sua grande fluidità di marcia, la spaziosità e la dotazione generosa la rendono una delle SUV più confortevoli e adatte alla famiglia.

Le concorrenti di Honda CR-V non stanno però a guardare, e propongono ricette leggermente diverse per rispondere alle esigenze quotidiane di una famiglia. Sono infatti parecchi i C-SUV che rivaleggiano con Honda CR-V per lo scettro di “SUV quotidiano ideale”, come i bestseller Jeep Compass, Volkswagen Tiguan, BMW X1, Peugeot 3008, Audi Q3 e Opel Grandland, tutte disponibili anche con motorizzazione ibrida plug-in. Le concorrenti di Honda CR-V più temibili sono però le altre full hybrid, come Hyundai Tucson, Ford Kuga, Toyota CH-R e soprattutto Nissan Qashqai, che con il suo sistema e-POWER offre, sulla carta, una simile esperienza da auto elettrica senza ricarica con un motore termico a fare da generatore per quello elettrico.

FAQ

Dove viene prodotta la Honda CR-V?

Le Honda CR-V destinate al mercato europeo sono state prodotte fino al 2018 nella fabbrica britannica di Honda di Swindon, nel sud dell’Inghilterra. Dopo la Brexit, però, Honda ha abbandonato il suo storico stabilimento inglese, affidando la produzione per il mercato europeo alla fabbrica giapponese della Casa di Sayama.

Quanto costa la nuova Honda CR-V?

Honda CR-V è disponibile unicamente in versione ibrida e:HEV da 184 CV, e parte da un prezzo di 37.350 euro per la versione d’accesso Comfort, dotata di serie dell’avviso di superamento della corsia, i cerchi in lega, il clima automatico, lo schermo da 7 pollici per l’infotainment con Apple CarPlay e Android Auto, i fari Full LED con abbaglianti automatici, la frenata automatica d’emergenza, il Cruise control adattivo e i sedili anteriori riscaldabili. La trazione integrale AWD costa, a partire dall’allestimento Elegance Navi da 39.750 euro, 2.500 euro in più, mentre al top della gamma troviamo la ricca Executive Navi da 47.800 euro.

Quanto traina Honda CR-V?

Honda CR-V Hybrid e:HEV è in grado di trainare 750 kg in caso di rimorchio frenato, e un massimo di 600 kg per un rimorchio privo di sistema di frenata.

Recensioni dei veicoli Honda-CR-V

47 Recensioni

4,7