Opel Rekord - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Opel Rekord

Opel Rekord

Un record di nome e di fatto

Mentre dopola fine della seconda guerra mondiale le case automobilistiche tedesche hanno attraversato un periodo di difficoltà economica a causa ad esempio di una politica di modelli non adeguata ai tempi, come nel caso della BMW oppure hanno tratto profitto dal miracolo economico grazie a certi modelli sviluppati nel periodo prima della guerra, come è successo alla Volkswagen, la casa automobilistica ricca di tradizione Opel, integrata dal 1929 nel complesso aziendale americano General Motors (GM), con l'aiuto della casa madre è riuscita a lanciare con successo sul mercato il nuovo sviluppo di modello proprio. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

La Opel Olympia Rekord presentata nel 1953 con un design di gusto spiccatamente americano è diventata il prototipo della serie Opel Rekord, che verrà prodotta dalla casa di Rüsselsheim in otto generazioni fino al 1986, laureandosi così tra le serie di modelli prodotte più a lungo in Germania. In virtù di circa dieci milioni di esemplari venduti, il record di vendite di questo modello della classe media proposto in versione berlina, SW e coupé è stato battuto soltanto dal Maggiolino Volkswagen.

Opel Rekord berlina, SW e coupé

Dopo la soppressione dell’attributo “Olympia”, nel 1957 è stata presentata la prima Opel Rekord che, in virtù della particolare verniciatura bicolore, del lunotto posteriore bombato e delle modanature decorative laterali dalle eleganti curvature, si presentava con un design decisamente moderno. Meno innovative erano invece le propulsioni quattro cilindri rispettivamente da 29 kW (40 PCV) nella versione di partenza e da 44 kW (60 CV) nel modello "top" presentato nel 1960, in quanto riprendevano la tecnologia dei motori degli anni Trenta. Con un peso minore di una tonnellata, la berlina lunga 4,43 metri della versione "top" della Opel Rekord raggiungeva pur sempre una velocità massima di quasi 140 km/h. La dotazione e la potenza dei motori non cambierà neppure nella seconda generazione della Opel Rekord, prodotta tra il 1960 e il 1963, e che presentava una linea più sobria ed era disponibile anche in versione coupé.

Cicli di modelli di breve durata con design innovativo e motori obsoleti

La terza generazione di queste auto della classe media della casa di Rüsselsheim, prodotta a partire dal 1963, presentava nuovamente un design di gusto chiaramente americano. Il largo radiatore a griglia con proiettori anteriori di forma circolare integrati traeva chiaramente ispirazione dalla Chevrolet Nova, che la GM aveva lanciato sul mercato americano un anno prima. La Opel Rekord rielaborata, che ora portava il nuovo nome del tipo “A”, era disponibile soltanto nelle due classi di cilindrata 1,5 litri e 1,7 litri. Vista la brevità dei cicli dei modelli Opel Rekord, le innovazioni tecniche ad essi legate potevano essere soltanto poche. Una controtendenza in questo senso è subentrata soltanto nell’ultimo anno di produzione della generazione “A”, quando con la Opel Rekord L-6 è stato lanciato il  nuovo modello "top" che, in virtù di una cilindrata di 2,6 litri e una potenza di 74 kW (100 CV), era finalmente dotata di un motore dalla potenza adeguata alla classe media Opel.

Nuova generazione di motori dal 1965

Questo rinnovamento tecnico è continuato con la Opel Rekord della serie “B”, prodotta nel 1965/66 per appena un anno. Anche per le berline, le SW e i coupé di bassa cilindrata sono stati previsti i motori più potenti che, ad esempio a bordo della Opel Rekord 1900 S, erano in grado di sviluppare fino a 66 kW (90 CV). Nella generazione “C” della Opel Rekord dal nuovo design, presentata nel 1966, questo modello ha assunto la posizione del modello "top" di serie dopo l’eliminazione dal programma del sei cilindri.

Prima versione Diesel nel 1972

Dopo le forme tondeggianti del modello precedente, nel 1971 la casa di Rüsselsheim ha proposto in commercio la Opel Rekord della serie “D” in una veste esplicitamente squadrata, considerata tipica degli anni Settanta. Con il modello da 2,0 litri è stata introdotta una nuova versione "top" della Opel Rekord dalla potenza di 74 kW (100 CV). Nel 1972 ha debuttato anche il primo Diesel della serie, dalla potenza piuttosto modesta di appena 44 kW (60 CV) e dalla velocità massima di 130 km/h. Con la sua potenza di 48 kW (65 CV), il motore Diesel da 2,3 litri della generazione “E” lanciato nel 1977 non vantava molto performance molto migliore. Soltanto due anni prima dell’uscita di produzione della Opel Rekord è stata lanciata una versione Diesel più potente con sovralimentazione mediante turbocompressore. Nel 1985 era disponibile il primo e ultimo motore da 1,8 litri a benzina con marmitta catalitica. La produzione della Opel Rekord è cessata nel 1986 dopo oltre trent’anni a favore del modello successivo Opel Omega.

Recensioni dei veicoli Opel Rekord

1 Recensioni

4,0