Peugeot 505

Peugeot 505

Peugeot 505

Peugeot 505, classe e comodità

Le dimensioni elevate, l'affidabilità, i grandi spazi interni e un bagagliaio da 523 litri, ne facevano un'auto adatta a lunghi viaggi, regalando un'elevata sensazione di comfort ai passeggeri. La Peugeot 505 rivaleggiava sul mercato con concorrenti quali Renault 20, Volkswagen Passat, Lancia Gamma e Audi 100, ottenendo ottimi riscontri di vendite. La produzione della vettura terminò nel 1990, lasciando spazio alla Peugeot 605.

Altri tipi di carrozzeria e il restyling del 1985

Nel 1982 furono introdotti due nuovi tipi di carrozzeria: la station wagon, denominata "Break" e un modello a 8 posti, battezzato come "Familiale", le quali avevano dimensioni maggiori rispetto alla berlina. Nel 1985 arrivò il primo e unico restyling della Peugeot 505, dopo ben sei anni dall'uscita della prima serie, complice il grande successo che la vettura continuava a riscuotere. Le forme dell'auto vennero aggiornate, ma non stravolte: furono introdotti dei nuovi paraurti e nella parte posteriore fu aggiunto un piccolo spoiler. I cambiamenti più importanti riguardarono gli interni, con l'abitacolo totalmente ristrutturato. Data la grande mole di produzione della vettura, la Peugeot 505 è ancora presente nel mercato delle auto usate.

Tante motorizzazioni nei 12 anni di carriera

Al debutto, la Peugeot 505 era disponibile con tre diverse motorizzazioni, due a benzina e una a diesel. I motori a benzina, entrambi da due litri, si differenziavano per l'iniezione elettronica montata su uno dei due propulsori, il quale era dotato di un numero di cavalli maggiore: 110 contro 96. Il motore diesel era da 2,3 litri, con una potenza di 70 cavalli. Nel 1980 quest'ultimo fu sovralimentato con un turbocompressore, raggiungendo gli 80 cavalli. La prima serie fu equipaggiata anche con un motore a benzina da 2,2 litri turbo, in grado di sviluppare 180 cavalli nella sua versione più potente. Con il restyling arrivarono nuove motorizzazioni, sia diesel che benzina, con prestazioni migliori dal punto di vista dei consumi di carburante.