Incidente con veicolo non assicurato

La legge impone che tutti gli automezzi in circolazione siano coperti da una specifica assicurazione per la responsabilità civile (RCA).

Si stima che in Italia circolino oltre quattro milioni di vetture sprovviste di tale copertura. Qualora ci si trovi coinvolti in un incidente con un veicolo non assicurato, il danneggiato può usufruire di un fondo speciale, il Fondo di Garanzia per le vittime della strada, il quale è gestito dalle stesse compagnie assicurative, che vengono designate regione per regione.

Chi protegge il Fondo di Garanzia

Il Fondo di Garanzia per le vittime della strada è stato introdotto nel 1969, proprio per tutelare coloro che subiscono un danno causato da un incidente con un veicolo non assicurato o nel caso in cui il mezzo coinvolto nel sinistro non sia identificato. Il fondo è alimentato attraverso un’aliquota applicata sulle polizze RCA.

Qualora il veicolo responsabile dell’incidente non sia coperto da assicurazione, il danneggiato può chiedere sia i danni alle cose che quelli alle persone, così come nell’ipotesi in cui la compagnia assicurativa sia in liquidazione al momento del sinistro. È possibile chiedere un risarcimento anche in caso di incidente con veicolo non identificato: in questa circostanza il fondo è accessibile esclusivamente se nel sinistro sono stati cagionati danni alle persone. Inoltre, in presenza di danni alle persone, si può ottenere un risarcimento anche per i danni alle cose.

Come si accede al fondo

Il danneggiato, entro 24 mesi dal sinistro, deve presentare una richiesta presso la compagnia assicuratrice designata nella regione in cui è avvenuto l’incidente e inviare una copia alla Consap, ovvero il gestore del Fondo per le vittime della strada. Nella richiesta devono essere specificati i dati dei soggetti coinvolti, la dinamica dell’incidente, i dati delle automobili, il luogo e l’orario in cui si è verificato il sinistro, un identificativo dell’eventuale verbale rilasciato dalle forze dell’ordine e la denominazione della propria compagnia assicuratrice. Se si tratta di una richiesta di risarcimento relativa ai soli danni alle cose, bisogna allegare l’entità del danno, possibilmente con preventivo o fattura, e specificare un giorno e un orario in cui la compagnia incaricata possa effettuare una perizia sulla vettura. Se l’incidente ha provocato danni a persone, è necessario allegare una documentazione relativa alle lesioni o l’attestazione medica di avvenuta guarigione. La compagnia assicuratrice è obbligata a formulare un’offerta di risarcimento oppure comunicare il rigetto della richiesta entro 60 giorni dal ricevimento della stessa.

Tutti gli articoli

Auto e moto d'epoca

Consigli · Consigli - Assicurazione auto

Cambio di assicurazione

Consigli · Consigli - Assicurazione auto

Rc Auto

Consigli · Consigli - Assicurazione auto
Mostra di più