Volkswagen Multivan - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

VW Multivan: storia e informazioni

Da auto da campeggio a multivan

Dopo che nel 1950 la casa di Wolfsburg ha iniziato la produzione di serie di un primo transporter, il VW T1, gli acquirenti hanno notato molto presto che le potenzialità del minibus soprannominato Bulli non erano limitate al trasporto di oggetti voluminosi o nove passeggeri. Con gli schienali dei sedili abbassati e la collocazione di materassini, il T1 si lasciava trasformare molto agevolmente e senza ampliamenti particolari in auto da campeggio ideale. A metà degli anni Ottanta Volkswagen ha ripreso questo uso multifunzionale in un concetto di veicolo a sé stante, che combinava in sé le caratteristiche di un transporter, una familiare e un camper, creando sulla base del Volkswagen T3 il primo Volkswagen Multivan, presentato nel 1985 in occasione dell’IAA di Francoforte e prodotto di serie un anno più tardi. Le sue caratteristiche consistono in un divano tre posti ribaltabile in una superficie cuccetta, un sedile di guida girevole dietro al quale è applicato un sedile individuale in senso contrario alla direzione di marcia e un tavolino ribaltabile.


Evoluzione da Volkswagen Multivan a berlina spaziosa

Il concetto del VW Multivan sembrava soddisfare le aspettative degli acquirenti. Di quest’auto estremamente maneggevole, ideale per l’uso quotidiano che si lascia trasformare agevolmente in un comodo “vano cuccetta” o in un capace vano di carico dalla superficie di circa quattro metri quadrati, sono stati venduti ogni anno oltre 10.000 esemplari, dimostrando che si tratta di una delle auto da tempo libero più apprezzata della sua classe di appartenenza. Con modelli speciali quali VW Multivan Magnum, Blue e White Star, Volkswagen trasformato il multivan iniziale un po’ rustico in un’elegante auto da tempo libero con box frigo integrato e linea caratterizzata da alcuni elementi particolari quali cerchi in lega leggera, telaio ribassato e pneumatici più larghi. Nel 1992 gli ultimi VW Multivan realizzati sulla base dei modelli VW T3 con motore posteriore sono stati trasformati in una Limited Last Edition in modelli Bulli di culto. Con l’introduzione del Multivan T4 a trazione anteriore, la casa di Wolfsburg ha realizzato la serie dei multivan più vicina alle ambiziose berline di grosso formato con diverse varianti di equipaggiamento, dal modello speciale VW Multivan Atlantis caratterizzato dal  massimo dinamismo fino alla sala conferenze mobile dal nome VW Multivan Business.


Modelli

Dal 1992 l’equipaggiamento di base dei VW Multivan prevedeva un rivestimento dell’abitacolo, singoli sedili centrali con braccioli montati nel senso contrario alla direzione di marcia, tendine optional, una seconda batteria e un box frigo integrato nel sedile. Nel 1993 con i VW Multivan Allstar e Classic sono stati lanciati dei sette posti con confort quali climatizzatore, contagiri, alzacristalli elettrici e vetri di protezione termici. Dal 1995 i VW Multivan venivano dotati di serie di servosterzo. Nella serie successiva del VW Multivan, basata sul VW T5, Volkswagen ha proposto dal 1999 il suo multivan per la prima volta in versione dei berlina spaziosa con sedili centrali montati su guide, bloccabili anche nel senso di marcia. Il modello iniziale con corredo di serie ridotto era costituito dal VW Multivan Startline. Un equipaggiamento più pregiato si trovava invece a bordo delle versioni Comfortline e Highline. Sul VW Multivan United era montato un telaio sportivo, mentre il VW Multivan PanAmericana a trazione integrale sostituiva il den VW Multivan syncro. All’interno del VW Multivan Business la casa di Wolfsburg ha addirittura allestito un ufficio mobile con moderni apparati di telecomunicazione. Dal 2007 il VW Multivan è disponibile anche con due diversi interassi di 2,92 metri e 3,32 metri, che consente di omologare la versione più lunga per otto posti.


Motorizzazioni

I primi VW Multivan creati sulla base del T3 sono stati fabbricati tra il 1985 e il 1990 in versione a benzina dalla potenza di 37 kW (50 CV), Boxer da 92 CV raffreddato ad acqua e turbodiesel da 51 kW (70 CV). Nel 1996 Volkswagen monterà per la prima volta a bordo del VW Multivan motori TDI dalla potenza tra 65 kW (88 CV) e 111 kW (151 CV). I motori Diesel più recenti con la loro cilindrata di 1,9 litri sviluppavano una potenza di 62 kW (84 CV) e 75 kW (102 CV) e con i grossi propulsori da 2,5 litri e 96 kW (131 CV) e 128 kW (174 CV). Dalla fine del 2006 i Volkswagen Multivan erano disponibili con filtro anti particolato. Nel 1996 è stato inserito in programma un nuovo motore V6 a benzina da 150 kW (204 CV), che nella serie VW T5, proposta dal 2003, è stato sostituito con un propulsore più potente da 173 kW (235 CV) con cambio automatico a sei marce. Il motore a benzina più piccolo da 85 kW (116 CV) era abbinato ad un cambio a cinque marce. A seconda della propulsione il consumo di un VW Multivan potrebbe variare tra 13,3 litri (pari a 316 g/km di CO2) per il motore a benzina a trazione integrale e 8 litri (pari a 199 g/km di CO2) per il Diesel più piccolo.

Mehr anzeigen