Corvette - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Corvette.

I modelli Corvette più cercati

Trova ora lauto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Inserisci gratis il tuo annuncio.

Nel 2005 GM innalza la Corvette a marchio indipendente in Europa

Nel momento in cui il produttore Chevrolet, appartenente al gruppo automobilistico statunitense General Motors (GM), ha presentato la prima Corvette nel 1953, è iniziata la storia di un modello che è rimasto un’eccezione nell’industria automobilistica caratterizzato da costanti innovazioni tecnologiche, regolari cambiamenti di serie e molte denominazioni più o meno fantasiose. 

Nonostante i periodi di crisi negli anni settanta e ottanta con le vendite in forte calo, GM non ha mai abbandonato il marchio Corvette preservando la tradizione della prima vettura sportiva americana che, grazie al suo distintivo ed inconfondibile aspetto, al suo comportamento di guida da gara e, non da ultimo, grazie al livello di prezzo molto inferiore a quello delle altro auto sportive di lusso è diventata, nel corso dei decenni, un’auto di culto. Uno stato di cui la casa madre era ben consapevole per cui almeno nei mercati europei, dal 2005, Corvette è stato utilizzato come marchio indipendente per il modello tradizionale, mentre nel mercato statunitense i modelli coupé e cabriolet sono stati ancora commercializzati con il nome di Chevrolet Corvette.

La terza generazione della Corvette ha una forte influenza sull’immagine della serie

Le prime due generazioni di Corvette offerte nei primi anni solo come cabriolet, con le serie costruite dal 1953 al 1962 e dal 1963 al 1967, si sono basate sull’esempio dei modelli italiani e sul design delle auto sportive britanniche di quel periodo. Il tipico stile Corvette aggressivo, le cui caratteristiche hanno plasmato per molti anni l’immagine delle vetture sportive statunitensi, ha trovato posto nel veicolo a due posti con grandi parti della carrozzeria in vetroresina solo con la terza generazione, presentata nel 1968 e costruita con piccole modifiche fino al 1982. L’abitacolo spostato più indietro, il lunghissimo cofano ed in particolare i parafanghi ondulati e svasati erano esattamente il segno distintivo della Corvette coupé e cabriolet, così come i motori V8 costruiti dalla metà degli anni cinquanta con una potenza massima di oltre 400 CV e una cilindrata superiore a sette litri.

Nuovi design e motori più piccoli per la Corvette degli anni ottanta

La follia delle grandi cilindrate alla fine degli anni settanta si vendicò nei periodi di crisi del petrolio facendo crollare le vendite di Corvette anche negli Stati Uniti. I costruttori di GM hanno reagito di conseguenza snellendo la vettura sportiva dal 1984 con il lancio sul mercato della quarta generazione di Corvette, modernizzando fondamentalmente il design e la tecnologia dei motori. Con un nuovo motore in alluminio V8, la Corvette nella sua quinta generazione si è avvicinata per la prima volta al limite magico dei 300 km/h di velocità massima, anche per i veicoli di serie.

La sesta generazione della Corvette mostra le prestazioni di un veicolo supersportivo

Nel 2005 è stata introdotta sul mercato la sesta generazione di Corvette. Più corta e stretta, l’aspetto esteriore della Corvette era più classico e meno aggressivo. Sotto il cofano dei coupé e cabrio che, per la prima volta dall’inizio della costruzione della serie di modelli Corvette, sono stati costruiti senza fari pieghevoli, regnava ancora un grande aggregato V8 con oltre sei litri di cilindrata, che nell’equipaggiamento di punta sviluppava una potenza di 325 kW (442 CV) e faceva entrare di diritto la Corvette nella classe delle auto supersportive con una velocità superiore ai 300 km/h.