Mazda SUV - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Mazda SUV

I primi modelli su licenza e i successivi sviluppi

Pur essendo un brand storico del mercato dell'auto e uno dei colossi dell'industria automobilistica giapponese, Mazda si affacciò molto tardi sul mercato dei SUV. Il brand, fondato nel 1920, infatti, diede alla luce il primo SUV solo nel 1991 e per giunta non si trattò neppure di un modello originale. Mazda produsse su licenza una propria versione del leggendario Ford Explorer, che fu ribattezzato Mazda Navajo. Il mezzo fu pensato espressamente per il mercato americano e non differiva dal SUV originale se non per gli interni più curati e gli optional disponibili anche nei modelli base. Le versioni successive portarono ad alcune migliorie meccaniche, ma le vendite, considerevolmente più basse rispetto all'Explorer, spinsero Mazda ad interrompere la produzione del Navajo già nel 1994. Passati alcuni anni (nel 1998), Mazda si avventurò nuovamente nella produzione di un SUV con un nuovo prodotto su licenza: una propria versione del vendutissimo Suzuki Jimmy. La versione Mazda, chiamata AZ-Off-road, era una copia quasi identica dell'originale, equipaggiata con motore Suzuki, quattro ruote motrici e cambio automatico opzionale. L'AZ-Offroad rimase in produzione per 5 anni, anche se nuovamente con un rateo di vendite non paragonabile a quello del modello Suzuki. Con l'avvento del nuovo millennio, arrivò un nuovo modello su licenza, il Tribute, derivato dal Ford Escape. Il progetto, questa volta, ebbe un buon successo e questo modello di Mazda SUV restò in produzione per un decennio. Di lì a poco, però, iniziò la produzione di Mazda SUV, interamente concepiti dal marchio giapponese, con modelli interessanti e di indubbia qualità.

La serie CX: i Mazda SUV fatti in casa

Il 2007 è un anno importante per Mazda, poiché viene lanciato sul mercato il CX7, il primo SUV realizzato interamente dalla casa giapponese, utilizzando componentistiche del minivan Mazda MPV e della Mazda5. Il SUV, tuttavia, non andò molto bene sul mercato, ed infatti, uscì di produzione nel 2012 per fare spazio al CX5. Quasi contemporaneamente al CX7 arrivò negli autosaloni anche il CX9, derivato Ford CD3, e si comportò meglio a livello di vendite del CX7, tant'è che al momento è ancora in produzione. Infine, il 2013 vide l'uscita, dallo stabilimento di Hiroshima, del CX5, un compact cross-over che presenta elementi, quali il cambio ed il motore, in comune con la Mazda3. Il nuovo SUV ottenne subito un buon successo di vendite in Giappone e negli USA: dal momento della sua comparsa sul mercato, le vendite sono incrementate sensibilmente ogni anno. Lo scarso successo commerciale ha reso molti dei modelli dei SUV Mazda poco appetibili e poco disponibili sul mercato delle auto usate, ma viste le buone performance di vendita dell'ultimo nato c'è da aspettarsi una maggiore presenza dei SUV Mazda anche nel settore dell'usato usato, che presto sarà popolato da questi modelli all'avanguardia ad un prezzo molto più concorrenziale di quello proposto da altri brand più blasonati.