Consigli · Assicurazione auto - Tutti gli articoli

Assicurazione auto internazionale

L’assicurazione auto internazionale è obbligatoria oppure no? Viaggiare a bordo della propria auto all’estero impone di dover provvedere alla cosiddetta assicurazione carta verde, oppure questa regola non vale per tutti i Paesi esteri?

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come richiedere e ottenere la Carta Verde.

L’assicurazione auto internazionale. Di cosa si tratta?

L’assicurazione auto Carta Verde è il documento che certifica l’esistenza di una copertura assicurativa per il veicolo in questione, valida per il Paese nel quale si ha intenzione di muoversi e soggiornare. La garanzia offerta dalla cosiddetta carta verde internazionale è la copertura da eventuali danni, esattamente come se si trattasse di una normale polizza assicurativa RCA. Nella carta verde, che prende il nome dal colore tipico del documento, vengono indicati tutti i dati del contraente, tra cui: la data di decorrenza dell’assicurazione; il codice del Paese nel quale il documento è stato emesso; il codice identificativo dell’assicuratore; il numero di assicurazione; i dati generici della compagnia che ha rilasciato la carta verde; la targa e la tipologia dell’auto; la lista delle nazioni nelle quali è obbligatoria la carta verde; la firma dell’amministratore delegato al rilascio dell’assicurazione valida per l’estero.

Quanto costa e dove va richiesta?

La carta verde deve essere richiesta presso gli uffici della propria compagnia assicurativa. Il documento è valido per un periodo massimo di 15 giorni e presenta un costo che si aggira tra i 15 e i 20 €, in relazione alle tariffe proposte dalla compagnia in questione. La carta verde può essere richiesta anche alla frontiera del Paese nel quale si ha intenzione di entrare. Questa va richiesta in caso si voglia soggiornare e circolare all’interno dei seguenti Paesi europei ed extraeuropei: Israele, Albania, Ucraina, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Macedonia, Turchia, Iran, Marocco e Tunisia. La mancata richiesta della carta verde ad una compagnia assicurativa tradizionale impone la stipula di un’apposita assicurazione di frontiera, che potrà essere richiesta presso gli uffici di volta in volta abilitati a rilasciare tale documento (per molte nazioni è possibile sottoscrivere la polizza presso gli uffici di assistenza turistica). La carta verde, infine, deve essere sempre stipulata prima di circolare all’interno del Paese extraeuropeo in questione, onde evitare costi decisamente superiori in caso di incidente. Nel caso si voglia soggiornare in Paesi che non aderiscono al sistema della carta verde (come Stati Uniti e Canada), diviene necessario stipulare un’apposita copertura assicurativa in loco.

Tutti gli articoli

Assicurazione neopatentati

Incidente con veicolo non assicurato

Pulizie stagionali dell’auto

Mostra di più