Il VW T4, acronimo di Volkswagen Transporter T4, è un furgone prodotto dalla nota casa tedesca, nata sotto la dittatura di Adolf Hitler e produttrice di automobili dagli anni '40. La Volkswagen lanciò la nuova serie tra il 1990 e il 2003, sostituendo il T25 e segnando la quarta generazione dei veicoli commerciali leggeri. Chiamato anche Volkswagen Eurovan nel mercato nordamericano e in Messico, il T4 è stato il primo ad avere un motore anteriore e raffreddato ad acqua. Nonostante anche i suoi predecessori venissero definiti come ‘trasportatori’, il T4 è l’unico che può vantare questa denominazione in modo ufficiale. Dopo quasi 14 anni, la produzione cessò nel 2003, lasciando spazio al T5. Il T4 è sempre comunque rimasto un modello importante per le imprese costruttrici di camper e furgoni, e ancora oggi può contare numerosi nostalgici che organizzano raduni annuali destinati ad altrettanto numerosi appassionati provenienti da tutto il mondo.

Le novità del T4

L’evoluzione rispetto ai suoi predecessori è notevole. Prima di tutto fu abbandonato il motore posteriore, adottando quello a trazione anteriore. Lo schema scelto fu quello del ‘tutto avanti’, proprio per la posizione dove fu deciso di montare il motore. Anno chiave per la forma dei T4 fu il 1996, quando venne introdotto un allungamento nella parte frontale: muso più lungo, fari e mascherina aggiornati. Si trattò di una modifica che era stata resa necessaria dal montaggio del motore a sei cilindri, il VR6. Furono perlopiù i camper e i veicoli ad uso speciale ad essersi dovuti adattare alla nuova trasformazione. Informalmente, le due versioni furono denominate con le sigle T4a e T4b. Vennero effettuate modifiche anche ai motori, introducendo il 1.9 Tdi e il 2.4 Turbodiesel, mentre per i benzina si sviluppò il nuovo 2.5.

I modelli

I principali modelli comprendono i Transporter cabina e doppia-cabina (passo lungo), Transporter commerciale e finestrato, Caravelle per trasporto persone, Multivan e le versioni per il tempo libero Westfalia Multivan e Westfalia California. Oltre alla forma, più o meno squadrata, ciò che differenzia questi modelli è il vano posteriore, costruito con o senza finestre, da una cabina singola o doppia in uno stile che riprende il pick-up. Tra gli standard, erano due i passi disponibili, quello corto e quello lungo (2920 mm e 3320 mm), a cui venivano associate diverse altezze per il tetto (1,940 mm e 2,430 mm).
Torna su