Cadillac Deville - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

}
Cadillac Deville

Cadillac Deville

Nel 1965 la Cadillac DeVille diventa una serie a sé

Le berline, i coupé e i cabriolet di grosso formato della casa statunitense Cadillac hanno vissuto il loro grande momento negli anni Sessanta e Settanta, quando nel resto del mondo erano considerate la quintessenza dello stile di vita americano, dell'auto di lusso caratterizzata dal massimo comfort, in sintesi l'auto da sogno per antonomasia. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Nonostante lo shock dei prezzi del petrolio e la sempre crescente concorrenza europea e asiatica, la casa madre General Motors (GM) ha saputo coltivare a lungo questa immagine anche nel proprio Paese. Dalla fine degli anni Quaranta, con la serie 62 la GM ha presentato alcuni modelli dall’equipaggiamento caratterizzato da un lusso particolare dal nome Cadillac DeVille. Il tutto è iniziato nel 1949 con la Cadillac DeVille coupé della serie 62, cui poco dopo sono seguite le omonime varianti berlina e cabriolet. Nel 1965 la Cadillac DeVille è stata infine promossa a serie a sé stante, prodotta in sette generazioni fino al 2005, anno in cui è stata sostituita dalla Cadillac DTS.

Cadillac DeVille berlina, cabriolet e coupé

Nel rispetto della tradizione, la GM ha prodotto la Cadillac DeVille in quattro varianti di carrozzeria, precisamente coupé due e quattro porte, berlina quattro porte e cabriolet due porte. Anche i modelli della prima vera e propria serie DeVille (1965-1970) inizialmente non facevano eccezione. La lunghezza della Cadillac DeVille, che può arrivare fino a 5,71 metri, cambia pochissimo tra una variante e l’altra. Anche l’interasse di circa 3,30 metri era standard per tutte le varianti di carrozzeria, ed era identico anche il motore V8, che in questa generazione presentava una cilindrata fino a 7,7 litri e sviluppava una potenza fino a 276 kW (375 CV). Secondo le consuetudini diffuse negli Stati Uniti per i veicoli di questa classe, questo modello era disponibile esclusivamente con cambio automatico.

Downsizing per la Cadillac DeVille durante la prima crisi petrolifera

Se fino a questo momento le Cadillac DeVille avevano realizzato oltre la metà delle vendite della Cadillac, i modelli della generazione successiva, proposti dal 1971 al 1976 soltanto in versione coupé e berlina non erano più molto di moda con la loro carrozzeria estesa su una lunghezza di oltre 5,80 metri. In effetti la prima crisi del petrolio degli anni Settanta aveva messo fortemente in discussione la costruzione di veicoli dal peso di oltre due tonnellate, dalla cilindrata di 7,7 litri e con motorizzazioni da 254 kW (345 CV). Nel 1972 la GM ha reagito riducendo radicalmente la potenza dei motori della Cadillac DeVille a 162 kW (220 CV). Nel 1974 le Cadillac DeVille sono state dotate dei propulsori V8 della Cadillac Eldorado, dalla cilindrata di 8,2 litri e una potenza di 140 kW (190 CV).

Debutto della Cadillac DeVille con motori Diesel e V6

Per la generazione di veicoli presentata nel 1977, che è stata prodotta fino al 1984, la GM ha reagito alle tendenze dei tempi apportando anche alcune modifiche alla carrozzeria. I coupé e le berline Cadillac DeVille sono accorciati a 5,61 metri e “dimagriti” di quasi mezza tonnellata, cosa che si è fatta notare positivamente attraverso il calo del consumo medio di benzina di 14,4 litri. Nel contempo è migliorata anche la forza di accelerazione, per cui la DeVille è risultata in grado di compiere lo sprint da 0 a 100 km/h in dieci secondi. Tra le altre innovazioni di una certa importanza vi è il lancio della prima Cadillac DeVille Diesel. Il presente otto cilindri, dalla cilindrata di 5,7 litri, sviluppava una potenza di 88 kW (120 CV). Nel 1980 è stato inoltre proposto per la prima volta un modello Cadillac DeVille dotato di motore V6, e un anno più tardi la Cadillac DeVille era disponibile con un dispositivo di disattivazione cilindri di nuovo sviluppo, mirato a ottimizzare ulteriormente il consumo. Nonostante tutto ciò non è riuscito tuttavia a stabilizzare le cifre delle vendite della Cadillac DeVille ormai divenuta in modello iniziale di questo marchio di auto di lusso.

Misure più compatte dal 1985

Con la nuova generazione di Cadillac DeVille, presentata nel 1985, la GM ha rinunciato alla trazione posteriore e ha proposto per la prima volta berline e coupé a trazione anteriore. Nel contempo la Cadillac DeVille con una carrozzeria accorciata quasi 70 centimetri e “dimagrita” di oltre 350 chilogrammi era praticamente diventata un’auto compatta per gli standard americani. In virtù di ciò venivano ora proposti addirittura due motori Diesel da 77 kW (105 PSCV) e 62 kW (85 CV), i quali però sono stati eliminati dal programma già un anno più tardi, per cui fino 1989 la Cadillac DeVille era inizialmente disponibile soltanto ancora in versione a benzina dalla potenza di 116 kW (155 CV).

Nuovi motori e nuovo design per la Cadillac DeVille

Nella generazione successiva, fabbricata dal 1990 al 1998 la GM ha inizialmente rinunciato alla politica del downsizing. Una Cadillac dotata di motore Diesel o da 85 CV si era rivelata improponibile per il mercato americano. Fino al 1998 le Cadillac DeVille sono state nuovamente provviste di motori più potenti, che a bordo dei coupé e delle berline sviluppavano una potenza fino a 224 kW (305 CV). Nel 2000 è stata lanciata sul mercato l’ultima generazione della Cadillac DeVille con un design più moderno, che al posto delle classiche forme spigolose delle Cadillac degli anni precedenti presentava un’evoluzione più sinuosa. A bordo di queste berline veniva ora montato un motore da 205 kW (279 CV). Nel 2005 la vendita delle auto di questa serie è proseguita con il nuovo nome Cadillac DTS.

Recensioni dei veicoli Cadillac Deville

1 Recensioni

4,0