Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
Lotus Emira test: Lotus neemt afscheid van de verbrandingsmotor

Lotus

1 / 3
Lotus Emira test: Lotus neemt afscheid van de verbrandingsmotor
Lotus Eletre test
lotus-evija-yellow-front

Lotus: storia, modelli, prezzi, nuovo e usato

Trova ora il modello più adatto a te.

Lotus è un brand che tutti gli appassionati di guida sportiva, e di motorsport, conoscono bene. Fondata da Colin Chapman, tra i più illustri ingegneri e innovatori del ventesimo secolo, Lotus si è fatta una grossa reputazione partecipando fin dagli albori al campionato del mondo di F1, più volte vinto, e per le tante vetture stradali che si sono susseguite negli anni, dalle prime Eleven, Seven, Esprit ecc fino alle più recenti, sotto una diversa gestione dopo la morte del fondatore nel 1982, Exige, Evora ed Elise. Già, Lotus Elise, nata nel 1996 quando la proprietà passò sotto il controllo dell’imprenditore Romano Artioli, famoso per la leadership di Bugatti a inizio anni ‘90, che volle omaggiare la nipote Elisa con il nome di una delle Lotus più apprezzate dagli appassionati. leggi di più

lotus-seven-m-02.jpg

I modelli Lotus più cercati

Aktuelle Topmodelle

Trova ora l'auto dei tuoi sogni. Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

L’epoca più recente di Lotus ha visto una situazione stantia per molti anni, fino al 2017. In quell’anno, la cinese Geely acquisisce il brand britannico promettendo un’importante rivoluzione nel segno dell’elettrificazione. C’è ancora stato il tempo per l’ultima termica Lotus, la Emira, mentre il nuovo che avanza si chiama soprattutto Eletre, primo SUV che avrebbe quanto meno incuriosito Colin Chapman, e Evija, hypercar prodotta in serie limitata e accreditata di quasi 2.000 CV. Numeri e tecnologie, l’elettrico su tutte, che mal si sposano con la storia di Lotus. Vero è che, mettendolo al servizio delle prestazioni e confidando nel progresso delle tecnologie, al centro c’è sempre la prestazione, come avrebbe chiesto niente meno che Anthony Colin Bruce Chapman in persona.

Caratteristiche del brand Lotus

  • Brand sportivo
  • Emira ultima termica da collezione
  • Elettrificazione e nuovi modelli

Storia di Lotus

Per approfondire la storia di Lotus si torna al 1952, anno in cui Colin Chapman, un ex pilota decisamente appassionato di meccanica trova nel socio Colin Dare la volontà di fondare un brand che fosse in grado di produrre auto da corsa come mai se ne erano viste prima. L’impronta di Colin Chapman è palese, così come il suo pensiero, fin dal logo: sopra la scritta Lotus ci sono le iniziali del suo nome completo: Anthony Colin Bruce Chapman. Già nel 1948 il ventenne Colin creò una vettura da corsa rudimentale nel proprio garage, e già con quel primo prototipo il “Colin pensiero” influenzò la nascita di quella che ancora oggi è uno dei brand più sportivi del corollario europeo. Parola d’ordine leggerezza, più che potenza. Forse a Chapman non sarebbe piaciuto sapere che il nuovo SUV Eletre sarebbe arrivato a pesare più di 2,5 tonnellate, ma questo è un altro discorso.

lotus-elise-front

Leggerezza che passa per lo studio di nuovi materiali, il carbonio sarebbe arrivato solo più di trenta anni dopo, come fibra di vetro e studio di leghe di metalli leggeri, nonché del telaio monoscocca che diventerà lo standard in F1 con la Lotus 25. Leggerezza sulle vetture da competizione, con due mondiali conquistati da Jim Clark negli anni ‘60, che passa anche per la produzione stradale. La Eleven è forse la prima nonché la più emblematica Lotus storica, con un modus operandi che si estenderà a tutti i modelli dei decenni successivi. La morte di Colin Chapman in seguito a un incidente aereo scombina i piani della Casa inglese, che si trova ceduta prima agli americani di GM, poi a Romano Artioli (che consegna alla storia la Elise, oggi pronta alla pensione con la Final Edition) e i malesi di Proton. Sotto quest’ultima gestione si sono viste le ultime vere novità prima di Emira, Evija ed Eletre, con la Evora presentata nel 2009 con propulsore V6 di origine Toyota, montato ancora su una delle due versioni di Emira.

Modelli di Lotus

I modelli di Lotus attuali sono due, considerando come terzo la serie limitata Evija. Quest’ultima è una hypercar che è stata presentata nel 2019 ed è stata la prima Lotus sotto la gestione Geely. Fin dal suo unveiling al Guangzhou Auto Show, in Cina, si è capito la direzione che avrebbe preso lo sviluppo dei modelli Lotus del futuro. C’è stato, però, il tempo e la volontà di regalare al mondo l’ultima Lotus termica, la Emira. Un piccolo, è lunga solo 4,41 metri, capolavoro di ingegneria. Ovviamente leggera, monta dal 2023 due tipologie di motori: il V6 della First Edition che è il 3.5 da 405 CV, e il nuovo 2.0 quattro cilindri sovralimentato di origine AMG, che è poi lo stesso montato sulla AMG A 45 con i suoi 364 CV. Due Emira in uno per sognare, a occhi aperti, un’Emira ancora legata al termico senza troppi fronzoli già proiettata nell’era moderna. Lo si percepisce dagli interni, con il doppio schermo digitale. Tra le due la V6 ha il cambio manuale, la 2.0 AMG no e sulla guida di una piccola sportiva come questa non è un dettaglio di poco conto.

Lotus-Eletre-hero-image_5.jpg

Al suo fianco il secondo tra i modelli Lotus oggi in vendita è il SUV Eletre: anche in questo caso la gestione Geely ha fatto le cose letteralmente in grande, staccandosi formalmente da quello che è sempre stato lo spirito della Lotus originale, con un veicolo lungo 5,10 metri e disponibile in tre versioni, con potenze da 612 a 918 CV. Numeri davvero inconsueti per una Lotus ma segno del tempo che avanza. Criticabile o no, Eletre ha già ricevuto un gran numero di ordinazioni e segna il nuovo approccio, anche stilistico, di una vettura sicuramente in controtendenza sui classici canoni dei modelli di Lotus.

Prezzi Lotus

Prezzi Lotus nuove

lotus-evija-yellow-front

I prezzi delle Lotus nuove si differenziano, essendo non pubblico il listino di Evija, tra i listini di Emira già aggiornato con le due motorizzazioni e quello di Eletre e dei suoi tre allestimenti. In alcuni listini può anche capitare di trovare le Lotus della vecchia generazione. Il motivo è che Lotus si appoggia ancora ai suoi concessionari privati, di cui 8 in Italia e non esiste ancora nel momento in cui scriviamo una vera rete di distribuzione gestita da Lotus in quanto casa madre. Concentrandosi su Emira ed Eletre, i prezzi base si somigliano anche se Emira parte da una cifra più bassa di circa 3.000 euro. Con 95.480 euro questo è il prezzo d’ingresso tra i prezzi Lotus nuove e si riferisce per l’appunto alla quattro cilindri con motore AMG. L’ordinabilità delle V6 First Edition si è già aperta e presto arriveranno nuovi allestimenti. Per quanto riguarda Eletre, la struttura della gamma copre tre allestimenti: base, S, R. Base e S condividono la potenza di 612 CV, con la trazione che è sempre integrale. Il prezzo parte da 98.490 euro e sale fino ai 154.890 euro della R che, con 918 CV, è un missile sullo 0-100 km/h nonostante il peso superi le 2,5 tonnellate in ordine di marcia.

Ricapitolando i prezzi di Lotus nuove in ordine crescente:

  • Lotus Emira da 95.480 euro
  • Lotus Eletre da 98.490 euro

Prezzi Lotus usate

Brand di nicchia molto amato dagli appassionati della guida senza troppi fronzoli, Lotus si è fatta una reputazione a livello globale quale Marchio adatto a chi gode del “less is more”, cioè tutto il superfluo è inutile per il piacere di guida. Ecco perché anche in Italia è possibile comparare i prezzi Lotus usate e comprare per cifre economiche vetture che faranno venire il sorriso a chi ama la guida nel vero senso della parola. Su Autoscout24 con una cifra compresa tra 15.000 e 20.000 euro si può comprare una Elan seconda serie, famosa per la sua trazione anteriore, e nata sotto la gestione General Motors. Fu un’auto, in realtà, che non ebbe molto successo in Italia, da cui i prezzi più bassi. Delle varie serie di Elise i prezzi partono da 22.000 euro nel momento in cui scriviamo, mentre per Emira la convenienza dell’usato si scontra con prezzi ancora troppo alti per sperare di concludere un buon affare.

lotus-evora-front

Brand concorrenti di Lotus

I brand concorrenti di Lotus si contano sulle dita di una mano. Sicuramente per know how e tipologia di prodotto, anche se l’arrivo del SUV Eletre ha scombinato un po’ questa analisi, i maggiori concorrenti di Lotus sono Alpine e Porsche. Nel primo caso Emira è la sfidante perfetta di Alpine A110, anche se la sportiva francese con motore posteriore e due posti secchi come Emira non arriva ai 405 CV e soprattutto non monta un V6. Più facile confrontare A110 e Emira con il motore 2.0 AMG, anche se quest’ultima arriva a costare più della Emira (112.000 euro) nella versione R che si ferma a 300 CV. Anche Porsche propone con la sua 718 Cayman S una degna rivale della Emira, sia per architettura, sia per potenza e non ultimo il prezzo.

Con Eletre, invece, si sono aggiunti nuovi brand concorrenti di Lotus. Basti pensare a un veicolo come la Tesla Model S Plaid, con i suoi 1.020 CV. Lotus ha anticipato i tempi visto che molti concorrenti premium hanno in gamma SUV elettrici ad alte prestazioni. Tra le tedesche lo dimostra BMW con iX (fino a 619 CV, prezzi confrontabili).

FAQ Lotus

Quanto può costare una Lotus?
Nel caso della Eletre, il nuovo SUV elettrico, si può spingere fino a 155.000 euro per la potente R con trazione integrale e 918 CV. Una Emira parte da poco più di 98.000 euro, meno di una Evora che può costare circa 117.000 euro.
Perché si chiama Lotus?
La leggenda vuole che Colin Chapman avesse scelto questo nome per ricordare il fiore di loto, associato nell’Odissea ai lotofagi e alla capacità di dimenticare l’oblio. Tradotto, chi si fosse messo al volante di una Lotus avrebbe dimenticato tutte le altre auto per il maggiore piacere di guida.
Quanto costa la Lotus Elise?
La Elise Final Edition parte da 61.230 euro per la Sport 240 e da 68.880 euro per la Cup 250.

Tutti i modelli, tutte le versioni

Modelli

Speciale

Varianti carburante

Più dettagli