Mercedes-Benz AMG GT - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Mercedes-Benz AMG GT

####Mercedes AMG GT: la supercar della Casa tedesca

C’è un po’ di Ali di Gabbiano nella Mercedes AMG GT che cita la mitica 300SL degli anni Cinquanta con la griglia anteriore a listelli verticali. Disponibile sia con carrozzeria coupé che roadster, la GT due posti è una vera e propria famiglia di modelli, che parte dalla base, per crescere poi con la “S” la “C” e la supersportiva “R”. La versione più potente deriva direttamente dal mondo delle gare: il motore anteriore centrale con configurazione transaxle, un 4 litri V8 biturbo da 585 CV, l’aerodinamica estrema, la costruzione leggera ed intelligente, costituiscono le basi per un’esperienza di guida quasi completamente racing. Grazie ai larghi parafanghi anteriori e posteriori la carreggiata è più larga: di conseguenza si hanno una trazione ottimale e velocità in curva ancora più elevate. Il nuovo spoiler anteriore con elementi attivi, il grande alettone posteriore e la nuova grembialatura posteriore con doppio diffusore aumentano l’efficienza aerodinamica e contribuiscono a un’aderenza ottimale. Anche i cerchi fucinati leggeri con pneumatici da competizione di serie sono studiati in modo da assicurare la massima dinamica di marcia.

Perseguono lo stesso obiettivo anche altre innovazioni, come lo sterzo attivo sulle ruote posteriori, il controllo della trazione a nove regolazioni e l’assetto regolabile a ghiera con regolazione supplementare elettronica.

###Mercedes AMG GT: com’è fatta, pro e contro

Dalla vista laterale della Mercedes AMG GT, risaltano la linea del tetto a forma di cupola e le porte prive di intelaiatura. Lungo la fiancata, una fascia muscolosa crea un’impressione di leggerezza e dinamismo anche a vettura ferma. Le superfici e le linee della fiancata disegnano una rientranza carica di tensione alla confluenza con la coda. Nella zona delle spalle, l’auto è volutamente priva di linee. Soltanto nella parte inferiore una linea, ripresa nel paraurti posteriore, allunga il corpo della vettura accentuando l’impressione di leggerezza.

L’intera struttura della scocca della Mercedes-AMG GT è in alluminio. L’obiettivo, infatti, era assicurare la migliore dinamica trasversale e longitudinale possibile e la massima precisione dello sterzo grazie a una carrozzeria molto leggera e allo stesso tempo estremamente rigida. A fronte di un peso di soli 231 kg lo spaceframe in alluminio soddisfa questa esigenza e allo stesso tempo offre la sicurezza tipica di Stoccarda. Anche la carrozzeria in alluminio e il ricorso a componenti in carbonio e in materiale composito contribuiscono a ridurre il peso. Il portellone posteriore del coupé è in acciaio: modificando lo spessore della parete in base alla sezione del componente da realizzare è possibile ottenere un peso inferiore rispetto a un portellone posteriore equivalente in alluminio.

ll sistema attivo di regolazione dell’aria Airpanel, fatto da lamelle verticali dietro la grembialatura anteriore che si aprono e si chiudono in circa un secondo e l’alettone posteriore estraibile migliorano l’aerodinamica. La AMG GT R ha anche un profilo aerodinamico attivo nel sottoscocca e un alettone posteriore fisso con aletta regolabile manualmente. All’interno dominano il profilo aerodinamico della plancia portastrumenti e la drive unit AMG sulla consolle centrale, dove sono alloggiati gli elementi di comando AMG più importanti, disposti in configurazione V8 stilizzata.

Che si tratti del vano portaoggetti, della cappelliera o di altri elementi del rivestimento, gli interni si distinguono tutti per l’adozione dell’innovativa struttura a microsandwich ideata da Daimler che colpisce per straordinaria versatilità di impiego e caratteristiche termoisolanti. È così possibile ridurre il peso di ogni componente anche nella misura del 50%. Il “Cuore” del sandwich è rappresentato da un nucleo in schiuma termoplastica, integrato in uno strato di copertura in feltro agugliato ibrido.

Le concorrenti della Mercedes AMG GT sono la Aston Martin DB 11, la Audi R8 V10, la Chevrolet Corvette, la Ferrari Portofino, la Jaguar F-Type SVR, la Lamborghini Huracan Cabriolet, la McLaren 570S Spider e la Porsche 911 Turbo Cabriolet.

###Mercedes AMG GT: allestimenti, motori e prezzi

Sulle Mercedes AMG GT è di serie la nuova architettura telematica con l’innovativo display sulla plancia completamente digitale, con strumentazione da 12,3 pollici e display multimediale da 10,25 pollici sulla consolle centrale. Sono di serie a partire dal modello di base i sedili sportivi AMG, il volante Performance AMG in pelle nappa, il climatizzatore automatico, la retrocamera, i cerchi in lega da 19 pollici, i fari full LED, il sistema di infotainment con modulo LTE e accesso remoto alla vettura, la frenata automarica di emergenza, il sensore luci e quello per la pioggia, i sedili in tessuto regolabili in altezza.

Tra gli accessori più interessanti, invece, segnaliamo: il caricatore DVD, il sintonizzatore TV l’impianto hi-fi Burmster; la carrozzeria bicolore, le pinze dei freni colorate e mille altre opzioni per personalizzare la carrozzeria, in particolare con diversi pacchetti in carbonio. Nello stesso materiale si possono richiedere diversi componenti per l’abitacolo.

La Mercedes AMG GT propone la trazione posteriore e un cambio automatico doppia frizione a 7 rapporti.

I consumi omologati nel ciclo misto vano dagli 11,4 l/100 km della versione base ai 12,4 l/100 km della R, che salgono a 15 l/100 km e nel ciclo urbano e a 9,5 l/100 km e 10,9 l/100 km in quello extraurbano, a fronte di emissioni che spaziano dai 261 ai 284 g/km di CO2.

Il prezzo di listino della Mercedes AMG parte dai 129.000 euro circa della versione base, per salire ai 149.000 della S, ai 162.000 della C e finendo con i quasi 180.000 della R. Per la AMG GT di seconda mano, queste sono disponibili su AutoScout24.

###Mercedes AMG GT: conclusioni

La Mercedes AMG GT coniuga un’eccellente dinamica di marcia e prestazioni su pista di prima classe con un’elevata idoneità all’uso quotidiano e un’efficienza da riferimento. Il V8 biturbo da 4 litri è disponibile in quattro classi di potenza comprese tra 476 CV e 585 CV e tra 630 Nm e 700 Nm di coppia. Ha una struttura compatta e grande capacità di ripresa già ai bassi regimi grazie al turbocompressore posizionato all’interno della V dei cilindri. La lubrificazione è a carter secco e favorisce il montaggio del propulsore molto in basso, inoltrre garantisce l’alimentazione d’olio anche in presenza di accelerazioni trasversali estreme. La produzione è artigianale secondo la filosifia “One Man One Engine” di Affalterbach. Il cambio a doppia frizione 7 marce si trova sull’asse posteriore, secondo lo schema transaxle. Ha tutto quello che contraddistingue un’autentica vettura sportiva firmata Mercedes-AMG: dal caratteristico design alla tecnologia purosangue derivata dal Motorsport, fino ad una ripartizione ottimale dei pesi. Si contraddistingue per le tipiche proporzioni di una vettura a trazione posteriore.

Particolarmente incisivi risultano il lungo cofano motore con i powerdome in evidenza, la parte superiore molto arretrata, le grandi ruote e la coda dall’aspetto ampio. Sotto il grande portellone posteriore si cela un pratico bagagliaio da 350 litri di capienza.