Passa al contenuto principale

Nuovo aspetto – le stesse funzionalità

Scopri il nostro nostro nuovo stile, che stiamo implementando passo dopo passo in tutto il sito.

Un'altra cosa...

Grazie per aver partecipato alla nostra nuova anteprima del design. Vedrete qualche altro cambiamento di colore mentre aggiorniamo la vostra esperienza al nostro design finale.

Toyota Pro Ace - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Toyota Pro Ace

Toyota Proace: il commerciale di qualità

È un veicolo commerciale, ma con tutti i comfort di una normale vettura. L’ultima generazione del Toyota Proace, presentata sul finire del 2016, nasce dalla collaborazione con il Gruppo PSA e porta su strada tutta la praticità e l’operatività di un veicolo commerciale, senza trascurare la comodità, lo stile e l’attenzione al dettaglio di una “normale” automobile.

Toyota Proace: com’è fatta, pro e contro

La primissima generazione del Toyota Proace risale al 2013, anno di stipula della partnership tra il brand giapponese e il gruppo francese, ma con l’ultima serie i cambiamenti sono stati moltissimi. Nonostante si tratti di un veicolo commerciale, il Toyota Proace mette in mostra uno stile che fonde sapientemente eleganza e ricercatezza delle linee, con l’immagine robusta che un mezzo di questa categoria richiede. Il frontale è quindi dominato dalla grande calandra dall’andamento a V che ingloba il logo Toyota posizionato esattamente nel mezzo e, alle estremità, i fari. Più in basso trova posto la grande presa d’aria dalla forma trapezoidale contornata da due elementi della stessa forma che accolgono i fendinebbia. Molto pulita la vista laterale, dove le linee corrono dritte verso la coda, in contrasto con le forme più tondeggianti dei passaruota, volutamente marcati, sempre per enfatizzare quell’immagine di robustezza di cui parlavamo prima. Più semplice e in linea con i classici canoni stilistici dei furgoni la parte posteriore. Qui, ovviamente, a farla da padrona sono le ampie porte che danno accesso al vano di carico. Accanto a queste trovano posto i fanali a sviluppo verticale.

Anche gli interni sono spiccatamente automobilistici nello stile, con la plancia curata nelle linee, ma anche nei materiali, che sono piuttosto ricercati per essere utilizzati su un veicolo da lavoro. Qui il lavoro congiunto con il Gruppo PSA è particolarmente evidente, tanto in positivo, quanto in negativo. In positivo ci sono sicuramente elementi come il sistema di infotainment, lo stesso valido dispositivo in uso su alcuni modelli marchiati Peugeot e Citroën . In negativo, invece, per i controlli del cruise control, che rimangono posizionati su una poco pratica leva posizionata dietro il volante. Difficile da raggiungere e controllare se non la si conosce bene. A proposito di sistema di infotainment, questo è dotato anche di navigatore satellitare e fa affidamento su uno schermo da 7 pollici, che integra il sistema radio e il computer di bordo, oltre a garantire un buon livello di connettività con i moderni smartphone.

Il Toyota Proace è disponibile in tre configurazioni: Compact, con una lunghezza di 4,60 metri e un passo di 2,90 metri, per un volume di carico complessivo di 5,1 metri cubi. C’è poi il Medium, lungo 4,95 metri con un passo di 3,27 metri e un carico utile di 5,8 metri cubi. Infine, c’è il Long, che raggiunge i 5,30 metri, pur mantenendo un passo di 3,27 metri, mentre la capacità di carico raggiunge i 6,6 metri cubi. Una delle principali peculiarità del Proace è rappresentata dal sistema Smart Cargo, una paratia apribile tra la zona di carico e la cabina, sotto il sedile del passeggero, che aumenta la lunghezza di carico di 1,16 metri, permettendo di trasportare oggetti con una lunghezza massima di 4 metri sulla versione Long. Tra i rivali del Toyota Proace, escludendo i fratelli Peugeot Expert e Jumpy, troviamo il Ford Transit e il Volkswagen Transporter .

Toyota Proace: allestimenti, motori e prezzi

Gli allestimenti disponibili sono due: uno base denominato semplicemente Proace e il più ricco Comfort. A questi, per essere precisi, si aggiunge la variante Verso, ovvero quella passeggeri, dotata di otto comodi posti singoli. Tre anche le motorizzazioni disponibili, tutte a gasolio. Si parte con il 1.6D, ordinabile in due livelli di potenza: da 95 CV a 3.750 giri e 210 Nm di coppia a 1.750 giri, oppure da 115 CV a 3.750 giri e 300 Nm a 1.750 giri. L’unica differenza tra i due è rappresentata dal cambio. Quello meno potente monta un manuale a 5 marce, mentre quello da 115 CV un manuale a sei. Al top dell’offerta si posiziona il 2.0D da 122 CV a 4.000 giri e 340 Nm di coppia a 2.000 giri al minuto con un manuale a sei marce. Quest’ultima unità, però, è disponibile unicamente per le varianti Medium e Long.

Il prezzo di partenza del Toyota Proace è di circa 13.000 euro, Iva esclusa.

Toyota Proace: conclusioni

Pensato per essere un mezzo da lavoro robusto, affidabile e soprattutto molto trasversale, il Toyota Proace non rinuncia a tutti quei comfort tipici delle automobili. A ben vedere, non rinuncia nemmeno allo stile, unendo sapientemente forma e funzione in un mezzo che rimane sì da lavoro, ma che nella sua variante passeggeri non sfigura nel confronto con una più tradizionale monovolume