Mini Countryman John Cooper Works - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Mini Countryman John Cooper Works

Mini Countryman John Cooper Works

La Mini John Cooper Works Countryman è stata presentata nel 2010. Per rispondere alle esigenze del mercato europeo, il SUV della casa britannica offre più spazio e maggiore altezza da terra rispetto alla MINI 5 porte. La Countryman JCW è stata aggiornata al Salone di Shanghai nel 2017, presentando un look tutto nuovo pur mantenendo l’anima “MINI” che contraddistingue tutte le vetture del Marchio. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

###Mini John Cooper Works Countryman: com’è fatta, pro e contro

Rispetto alla precedente generazione, la Mini John Cooper Works Countryman è cresciuta di 20 centimetri in lunghezza per un totale di 4,3 metri, 1,8 di larghezza e 1,6 di altezza. La piattaforma UKL è la stessa utilizzata da BMW X1, X2 e Active Tourer. La trazione integrale permette anche qualche percorso off-road ma l’angolo di attacco, quello di uscita e l’altezza minima da terra hanno valori più vicini a quelli di un crossover rispetto a quelli di un fuoristrada.

Il look cambia radicalmente rispetto al modello precedente: le linee curve e tondeggianti lasciano spazio a qualche sottile nervatura che rende il design più accattivante. I proiettori ottici anteriori sono Bi-LED con funzione Cornering. La John Cooper si distingue per il Kit di aerodinamico con prese d’aria anteriori particolarmente grandi e un look che, in generale, sottolinea una versatile sportività. Sono disponibili accessori insoliti come gli specchietti che proiettano il logo Mini sull’asfalto quando si apre la vettura o il Picnic Bench (un cuscino che rende comodo sedersi sulla soglia di carico).

All’interno si respira un’atmosfera hi-tech, grazie all’iconico LED ring posizionato al centro della plancia, in perfetta sintonia con materiali di ottima fattura e con una maniacale cura nel dettaglio. Scenografiche le luci LED che colorano l’abitacolo. Il sistema di infotainment Connected Navigation Plus (+ 2.000€ circa) offre un display touchscreen da 8,8’’ abbinato ai servizi MINI Connected e alla ricarica wireless per lo smartphone. Disponibile la compatibilità con il protocollo Apple CarPlay, mentre manca AndroidAuto. La radio DAB si paga a parte così come l’head-up display e la telecamera posteriore. Infine, il quadro strumenti rimane analogico, mantenendo una forma circolare, come da tradizione.

Se è infinitamente variegata la personalizzazione a livello estetico, lo stesso non si può dire per quanto riguarda i sistemi di ausilio alla guida. A richiesta si possono avere il cruise control, il cruise control adattivo e il Driving Assistant, che comprende il riconoscimento dei segnali stradali, gli abbaglianti automatici e la frenata di emergenza (che agisce solo per limitare i danni). Non ci sono però tutti i dispositivi per garantire un primo livello di guida autonoma come per esempio il mantenimento di carreggiata.

Per quanto riguarda l’handling, la Countryman JCW stupisce grazie all’assetto ribassato, alle sospensioni MacPherson all’anteriore e multilink al posteriore, all’Electronic Differential Lock Control e all’impianto frenante Brembo.

L’abitabilità di bordo è migliorata parecchio rispetto alla Countryman del 2010. In quattro si viaggia molto comodi, mentre, il quinto passeggero soffre gli spazi, soprattutto quando deve fare i conti con il tunnel che nasconde l’albero della trasmissione nella versione integrale ALL4. La capacità di carico è di 450 litri (espandibili fino a 1.390 litri) e cresce di 100 litri grazie al doppio fondo. Anche se i cavalli della Countryman JCW sono solitamente inferiori, le principali concorrenti portano il nome di BMW X2 M35i, CUPRA Ateca e Range Rover Evoque.

###Mini John Cooper Works Countryman: allestimenti, motori e prezzi

La Mini John Cooper Works Countryman vanta un equipaggiamento di serie che comprende il MINI Driving Modes, i proiettori a LED, il Comfort Access e la radio MINI Visual Boost.

Le trasmissioni disponibili per questo propulsore sono il cambio manuale a sei marce e il cambio automatico Steptronic a otto rapporti, abbinate, di serie, alla trazione integrale ALL4.

Benzina

  • 2.0 TwinPower Turbo 231 CV abbinato alla trazione integrale ALL4
I consumi medi si attestano intorno ai 7,4 l/100 km.

La Mini John Cooper Works Countryman parte da un prezzo di circa 42.100 euro. Per quanto riguarda i prezzi di Mini John Cooper Works Countryman di seconda mano, questi sono disponibili sul sito di AutoScout24.

###Mini John Cooper Works Countryman: conclusioni

La Mini John Cooper Works Countryman, aggiornata nel 2017 con un modello completamente nuovo, regala forti emozioni al volante, grazie al motore 2.0 TwinPower Turbo da 231 CV, il motore più potente della gamma. Il livello di personalizzazione è altissimo, la qualità è molto buona ma sono davvero troppi gli optional da dover aggiungere all’equipaggiamento di serie. Se all’interno dell’abitacolo la tecnologia stupisce con lo schermo da 8,8” e una retroilluminazione molto scenografica, durante la guida mancano all’appello alcuni sistemi di ausilio alla guida, ormai presenti anche su vetture di segmento minore.

Recensioni dei veicoli Mini Countryman John Cooper Works

1 Recensioni

5,0