Opel Monza - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Opel Monza

Opel Monza

La Monza è una coupé prodotta dalla Opel a partire dal 1977 sulla base dell'ammiraglia Senator e segna l'esordio della casa tedesca nel settore delle sportive di fascia alta. Infatti, fino ad allora, Opel aveva in listino solo un'altra vettura in configurazione coupé, la Manta, basata però sul pianale della media Ascona. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Opel Monza: sportività tedesca

Con la Monza, dunque, Opel si prefigge lo scopo di attrarre clienti da marchi più propensi alla progettazione di sportive, e per farlo immagina una vettura completamente inedita, in grado di andare incontro non solo ai gusti europei. In realtà, sin dal suo esordio, la Opel Monza si caratterizzerà per linee sobrie ed eleganti, e per un comportamento non propriamente da sportiva: se dunque l'immagine era quella della coupé fastback, le prestazioni ricalcavano in sostanza quelle dell'ammiraglia da cui derivava. Comunque, tra le doti della tre porte di casa Opel, c'è di sicuro l'abitabilità, poiché lo spazio destinato a guidatore e passeggeri è decisamente superiore a quello di altre vetture concorrenti: cercarne una presso il mercato dell'usato auto può fare la differenza.

Opel Monza: le motorizzazioni

A dispetto del nome che evoca immediatamente corse leggendarie, i motori della Monza assicurano prestazioni da ammiraglia, ma non certo da sportiva: in Italia, infatti, la vettura esordisce con un 2.3 da 136 cavalli, un 3.0 a iniezione da 180, e un 2.8 a carburatore capace di svilupparne 145. Cavallerie di tutto rispetto, ma che sfigurano rispetto a sportive più blasonate. La trasmissione è meccanica a 5 marce ma, in opzione, è possibile ordinare il cambio automatico a 3 rapporti, scelta fatta per soddisfare anche la clientela nordamericana. Ben equipaggiata e rifinita "alla tedesca", la Monza non è adatta a conquistare il pubblico giovane: a preferirla semmai sono gli automobilisti maturi ed economicamente solidi, che cercano, sul mercato delle auto usate, un'alternativa concreta alle solite berline. Certamente alla Opel Monza non manca l'eleganza, ancora più accentuata dal restyling previsto a partire dal 1982: le linee si fanno più morbide e il frontale più affusolato, mentre la coda ampia richiama immediatamente altri modelli della casa tedesca. Rivisti anche gli interni, ora più moderni e dotati di una scenografica e completa strumentazione optoelettronica.

Progenitrice diretta della Calibra

La Opel Monza, prodotta in circa 50 mila esemplari, non ottiene il successo sperato e viene pensionata nel 1988. Poco dopo la Opel ci riproverà, ottenendo ben altri volumi di vendita con la Calibra, ma la Monza ancora oggi si segnala per il suo stile elegante: chi ha la fortuna di incrociarne un esemplare usato, noterà come a differenza di molte concorrenti del tempo, la coupé tedesca è invecchiata meglio. Merito di uno stile poco appariscente ed equilibrato, privo delle esasperazioni aerodinamiche che spesso caratterizzano certe vetture dell'epoca.