TVR Sagaris - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

TVR Sagaris

TVR Sagaris, un'auto da Endurance

La TVR Sagaris è un'auto sportiva prodotta, dall'omonima casa britannica con sede a Blackpool, nella fabbrica di Lancashire. Presentata nel 2003 e immessa sul mercato due anni dopo, fu concepita essenzialmente come auto da corsa per le gare di Endurance, obiettivo questo perseguito attraverso l'introduzione di evidenti scelte aerodinamiche volte a permettere al veicolo un raffreddamento costante. L'edizione definitiva fu comunque molto diversa da quella presentata nel 2003, grazie all'inserimento in corsa di nuovi dettagli e migliorie come ad esempio le prese d'aria poste sull'ala, che fu anch'essa modificata, la posizione del serbatoio e del filler, ed anche i cardini del cofano. Prende il nome da un'antica ascia usata nell'Antica Grecia dai guerrieri Sciti per distruggere le armature degli avversari.

TVR Sagaris, un'auto da corsa mancata

Nonostante nel progetto iniziale fosse previsto l'uso esclusivo della TVR Sagaris in gare su pista di resistenza, di fatto non trovò mai una collocazione tra le vetture da gara, se non in un'unica occasione con la TVR Sagaris versione Racing, che partecipò ad alcune gare della British GT Cup. La sua predisposizione per questa tipologia di corse automobilistiche era riscontrabile nella totale assenza di qualsiasi meccanismo di controllo della trazione e della stabilità, dei dispositivi di controllo della frenata come l'ABS, ed infine dei sistemi di sicurezza come gli airbag.

TVR Sagaris, tutte le caratteristiche tecniche

Auto da corsa con prestazioni molto elevate, risulta comunque poco adatta alla guida su strada, mancando di ogni minimo requisito di sicurezza. Il suo acquisto è pertanto soltanto appannaggio di appassionati del genere, mentre si registra una vera e propria irreperibilità tra le auto usate. Conobbe un'ultima evoluzione nel 2008 denominata TVR Sagaris 2, che conservò quasi intatte le caratteristiche della serie precedente. Tra queste spiccava senza dubbio il motore, un 6 cilindri da 4.0 L di cilindrata, denominato TVR Speed Six, con potenza di 406 CV e coppia massima pari a 473 Nm. Coadiuvato da un cambio manuale a 5 marce, questo propulsore assicurava una velocità massima superiore ai 300 Km/h, mentre nella fase di accelerazione esso impiegava da 0 a 100 Km/h circa 3.7 secondi; la decelerazione da 100 Km/h a 0 era prevista, invece, in soli 2.9 secondi.