Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
abarth-695-front

Abarth 695

1 / 3
abarth-695-front
abarth-695-back
abarth-695-side

Pro

-Versioni speciali uniche e rare -Prestazioni al top nella gamma 500

Contro

-Interni di scarsa qualità, nonostante le migliorie -Cambio MTA non all’altezza

Abarth 695 in sintesi

Qui trovi una panoramica generale dell’auto Abarth 695 inclusi i dati relativi alle caratteristiche principali, alla motorizzazione, all’equipaggiamento e altre informazioni utili relative al modello dell’auto. leggi di più

Nuovo a partire da:€ 25.190,-*
Usato a partire da:€ 9.999,-*
*Prezzo più basso su AutoScout24 nel mese scorso

Abarth 695: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Le più potenti ed estreme 500 “pepate” in circolazione: questo è, fin dal 1964, l’indole e l’obiettivo delle Abarth 695, il punto più alto di ciò che un Cinquino può dare. La prima 500 elaborata dalla Casa torinese fondata dall’austriaco Karl Abarth arrivò proprio nel 1957, a poche settimane dal lancio della FIAT Nuova 500, nata il 4 luglio dello stesso anno. Dopo i primi timidi tentativi, Abarth lanciò la prima 595 nel 1963, dopo aver venduto con successo le prime Abarth 500. La svolta arrivò però con le Abarth 695 e 695 SS: qui il motore bicilindrico raffreddato ad aria venne portato dai 479 cm3 classici a ben 689 cm3, portando così la velocità massima del piccolo Cinquino a 130 km/h, e ben 140 km/h per la 695 SS.Continua a leggere

Ti interessa la Abarth 695

Tutti gli articoli

Modelli alternativi

Con la 695 nacquero anche le mitiche cassette di trasformazione Abarth, delle vere e proprie casse in legno spedite a casa dei proprietari di 500 per permettergli di rendere più potente, aggressiva e sportiva la propria FIAT direttamente nel proprio garage. Con il lancio della nuova FIAT 500 nel 2007 e della rinnovata Abarth 500 nel 2008, non passò molto prima che Abarth rilanciasse la dicitura 695, utilizzata per le vetture più potenti, sportive e speciali della gamma. Tutte le 695 hanno la versione più potente del 1.4 T-Jet con 180 CV (190 sulla iconica biposto), e sono state tante le versioni speciali basate sulla più potente delle 500, dalla 70° Anniversario alla Rivale, fino alla mitica 695 biposto con cambio a innesti frontali.

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti della Abarth 695.

Dimensioni Abarth 695

Le dimensioni della Abarth 695 sono:

  • lunghezza 3,66 metri
  • larghezza 1,63 metri
  • altezza 1,49 metri
  • passo 2,30 metri

A livello estetico, le Abarth 695 non risultano così diverse dalle altre Abarth 500 moderne. La lunghezza è pressoché invariata, così come l’altezza e le linee principali della carrozzeria. Troviamo quindi i paraurti anteriori e posteriori incattiviti e bombati che “allungano” le vetture di oltre 10 cm rispetto alle normali FIAT, cerchi più grandi, loghi Abarth un po’ dappertutto e il diffusore con scarico posteriore sportivo. Le Abarth 695, infatti, si differenziano poiché sono realmente delle edizioni speciali del Cinquino, con allestimenti unici e particolarissimi.

Senza citare tutte le 695 prodotte, sono degne di nota le Abarth 695 Tributo Ferrari ed Edizione Maserati, entrambe dotate di verniciature, interni, dettagli, cerchi e loghi che omaggiano rispettivamente la Casa del Cavallino e quella del Tridente. Non mancano poi le 695 “Fuoriserie”, delle versioni che i clienti potevano personalizzare in ogni minimo dettaglio la propria Abarth 695, realizzando a tutti gli effetti un esemplare unico. Sono poi arrivate la Abarth 695 Rivale, una versione davvero sfiziosa con dettagli in mogano e carbonio e piccoli dettagli estetici che rimandano alla mitica produttrice di yatch Riva, la Abarth 695 70° Anniversario con alettone posteriore regolabile simile a quello della Lancia Delta Integrale Evoluzione, con inclinazione tra 0 e 60°, l’attuale 695 esseesse top di gamma della Casa e infine l’iconica 695 biposto. Questa è la 500 più estrema e unica mai prodotta, sia a livello di potenza con i suoi 190 CV che a livello estetico, con un’estetica ancora più cattiva sviluppata dal preparatore Zender, verniciatura grigia opaca antigraffio e finestrini laterali fissi con sportelli in policarbonato. Dalla biposto sono poi arrivate due versioni speciali, la Yamaha Factory Racing prodotta in tre esemplari per omaggiare la scuderia Yamaha di MotoGP consegnati a Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e al Team Principal Lin Jarvis, e la biposto Record, omaggio al 50° anniversario del record di velocità della Abarth 1000 Monoposto Record del 1965. Arriviamo poi alla gamma odierna di 695, formata dalla 695 “classica”, la sportiva esseesse e la speciale 131 Abarth Rally, una versione dedicata alla mitica 131 Abarth che vinse il Campionato del Mondo Rally per tre edizioni tra il 1977 e il 1980. Concludendo con le dimensioni di Abarth 695, il bagagliaio è lo stesso da 185 litri delle altre 500.

Interni Abarth 695

Gli interni delle Abarth 695 sono tendenzialmente identici alle altre Abarth 500, ma con differenze specifiche piuttosto importanti a seconda della versione speciale scelta. Rimangono quindi invariati i pregi e i difetti degli interni di 500, come l’estetica appagante e retrò con i giusti tocchi sportivi, la posizione comoda del cambio vicino al volante ma anche la qualità costruttiva scarsa, i materiali sottotono e la posizione di guida molto rialzata. A seconda della versione, però, gli interni di Abarth 695 si sono “vestiti” per l’occasione. Per la Tributo Ferrari, ad esempio, sono comparsi sedili e volante specifici, loghi Tributo Ferrari un po’ ovunque e un quadro strumenti ridisegnato, nonché il primo pannello della plancia in fibra di carbonio montato su una Abarth 500.

Molto simile alla Tributo Ferrari è l’Edizione Maserati, con colori e riferimenti al mondo del Tridente, mentre la versione Rivale è a dir poco iconica con i rivestimenti blu per sedili, volante e palpebra del quadro strumenti e il mogano con logo Riva per il pannello della plancia e per la leva del cambio manuale (disponibili entrambi anche in fibra di carbonio). Più sportivi e classici gli interni della Abarth 695 70° Anniversario, mentre l’iconica 695 Biposto ricorda più le Abarth Assetto Corsa da competizione che una normale Abarth. Addio radio, climatizzatore, sedili posteriori e vetri elettrici, e benvenuti sedili in carbonio, cruscotto digitale da vettura da competizione, pannello in fibra di carbonio e, spendendo 10.000 euro, il mitico cambio Bacci a innesti frontali.

abarth-695-interieur

Motori Abarth 695

Come detto in apertura, la gamma motori di Abarth 695 gira intorno al mitico 1.4 T-Jet quattro cilindri turbobenzina nella sua versione più potente, quella da 180 CV. Per portare il 1.4 della famiglia Fire a questa potenza è stato necessario utilizzare una turbina più grande e prestante, la Garrett GT 1446, iniettori specifici e scarico sportivo. In questo modo, la potenza arriva a 180 CV, e la coppia raggiunge i 250 Nm. Non mancano poi un impianto frenante Brembo con dischi forati di dimensioni maggiorate, sospensioni Koni, cerchi in lega più grandi e dettagli differenti per le diverse versioni.

Le Abarth 695 Tributo Ferrari, Edizione Maserati e diverse Fuoriserie erano offerte con il solo cambio manuale automatizzato MTA a 5 marce, mentre poi le successive Rivale, Esseesse e biposto erano offerte con il cambio manuale a 5 marce classico della 500 Abarth. Parlando proprio della biposto, la gamma motori di Abarth 695 arriva al suo punto massimo: grazie alla presenza del differenziale autobloccante meccanico, al cambio a innesti frontali Bacci a 5 rapporti (optional) e ad una carrozzeria alleggerita a soli 997 kg, la 695 Biposto è la Abarth più potente mai prodotta, con una potenza di 190 CV, un’accelerazione 0-100 km/h in 5,9 secondi e una velocità massima di 230 km/h.

Motori Abarth 695

Benzina

  • 1.4 T-Jet, 1.4 quattro cilindri turbo, 180 CV, cambio manuale a 5 marce, trazione anteriore
  • 1.4 T-Jet biposto, 1.4 4 cilindri turbo, 190 CV, c. m. a 5 m. o a innesti frontali Bacci a 5 m., traz. ant.

Prezzi Abarth 695

Al momento, il listino prezzi di Abarth 695 è formato da tre versioni: la 695 “liscia” da 180 CV, offerta a 31.000 euro, la sportiva esseesse che arriva a 36.750 euro e la top di gamma 695 Tributo 131 Rally, proposta a 37.000 euro. La 131 Tributo Rally è disponibile con un allestimento simile alla 70° Anniversario, con l’alettone posteriore regolabile, i passaruota allargati e, esteticamente, tre colori specifici (Blu Rally, Blue Rally con tetto e montanti neri e Grigio Record), scarico Record Monza “obliquo” e la silhouette della 131 Abarth Rally nella parte bassa della portiera, sulla plancia e incisa nei poggiatesta dei sedili sportivi.

E invece quali sono i prezzi di Abarth 695 nelle precedenti versioni limitate. Il modo più economico per portarsi a casa una vera 695 è quella di puntare su una Rivale, la versione più prodotta della speciale 695 e con prezzi che partono da 25.000 euro. Prezzi simili per la 70° Anniversario, che parte da circa 26/27.000 euro. Le Tributo Ferrari, invece, partono da 32.000 euro e possono arrivare facilmente a 36/37.000 euro, così come le Edizione Maserati, mentre al top troviamo le Biposto. Le versioni con cambio manuale “classico” partono da 39.000 euro, mentre quelle con cambio ad innesti frontali arrivano anche a superare i 60.000 euro.

Listino prezzi Abarth 695

695

  • 695 1.4 T-Jet 180 CV, 31.000 euro

695 esseesse

  • 695 esseesse, 36.750 euro

695 Tributo 131 Rally

  • 695 Tributo 131 Rally, 37.000 euro

Abarth 695: concorrenti e conclusioni

Punto più alto dell’intera produzione, Abarth 695 è la versione più desiderata del mitico Cinquino. Grazie al classico stile iconico e inconfondibile di 500, ad un motore 1.4 T-Jet che portato a 180 CV o più diventa davvero aggressivo e ignorante e ad una guidabilità agile e nervosa, le 695 sanno divertire come poche altre Abarth. All’interno delle versioni speciali del piccolo Cinquino c’è poi qualcosa per tutti: ci sono le iconiche ed elegantissime Tributo Ferrari, Edizione Maserati e Rivale, le cattive esseesse e 70° Anniversario, la nostalgica Tributo 131 Rally e l’estrema biposto, unica vettura stradale con cambio Bacci a innesti frontali. Certo, come tutte le automobili anche le Abarth 695 hanno i loro difetti: gli interni, nonostante siano versioni speciali, rimangono sottotono, così come il cambio MTA, unica trasmissione disponibile per le Tributo Ferrari ed Edizione Maserati. Rispetto poi alle dirette concorrenti le Abarth 695 sono sempre state estremamente costose, rivaleggiando con le più potenti, capaci e veloci Hot Hatch di Segmento C.

Nonostante questo, però, Abarth 695 è davvero divertente, veloce e iconica, e grazie alla produzione di quasi tutte le 695 in edizione limitata saranno sicuramente delle protagoniste del panorama delle auto classiche dei prossimi decenni. Per quanto riguarda le versioni attualmente in produzione, infine, le concorrenti di Abarth 695 sono la MINI Cooper S JCW e la più potenti ma più grandi e meno glamour Ford Fiesta ST, Volkswagen Polo GTI e Hyundai i20 N.

FAQ

Cosa cambia tra 595 e 695?

Abarth 595 è il nuovo nome della “classica” Abarth 500, prodotta in serie non limitata e con potenze comprese tra i 145 e i 180 CV della Competizione. Le Abarth 695, invece, sono edizioni speciali della piccola sportiva italiana, dotate di allestimenti specifici, produzione limitata e del motore da 180 CV di serie.

Quanti cavalli ha la 695 Abarth?

Le normali Abarth 695 sono dotate della versione più potente del 1.4 T-Jet delle altre 595, con una potenza di 180 CV. A superarle ci ha pensato solo l’estrema Biposto, che arriva a 190 CV.

Quante 695 biposto sono state prodotte?

Abarth non ha mai dichiarato quante 695 biposto sono state prodotte, dichiarando però che la produzione e gli ordini della speciale 695 hanno “superato le più rosee aspettative”. Sappiamo che la Casa dello Scorpione ha prodotto 133 Abarth 695 biposto Record, e 3 695 biposto Yamaha Factory Racing.