Audi S1

audi-s1

Audi S1

Audi S1, la piccola della serie S che non teme paragoni

La sigla S è adottata da Audi da decenni per identificare tutte quelle versioni più potenti e prestazionali derivate da auto di serie della propria produzione, ma in questo caso, con la sigla S1 Audi ha voluto anche omaggiare una vettura che si è ritagliata un bel pezzo di storia delle corse nel Mondiale Rally Gruppo B, la Audi Sport Quattro S1. 

Questa auto da rally fu progettata da Audi a metà degli anni '80 per poter competere con le Peugeot 205 Turbo 16 EVO, che stavano dominando le corse grazie ad una macchina appositamente progettata per le competizioni rally. La Audi Sport Quattro S1 riuscì a togliersi qualche soddisfazione, dando filo da torcere alle Peugeot e riuscendo a portare a casa la vittoria al Rally di Sanremo nel 1985, oltre alle Pikes Peak del 1985 e del 1987. La linea dell'Audi S1 di oggi è accattivante e si sviluppa in modo armonioso sulle ridotte dimensioni dell'auto, che misura poco meno di 4 metri di lunghezza, 174 cm di larghezza e 141 cm di altezza da terra. Vista lateralmente, il frontale ha una linea compatta, la zona abitacolo è ben proporzionata, e la parte posteriore è tronca, su base tondeggiante. Essendo una versione sportiva, molti dettagli della linea ne richiamano il carattere e la vocazione. Gli elementi distintivi dell'Audi S1 sono le ampie prese d'aria del paraurti anteriore, gli specchietti in color alluminio, le minigonne, i cerchi in lega da 17" o da 18", lo spoiler posteriore come appendice del tetto, l'estrattore posteriore e i 4 scarichi di forma rotonda. I gruppi ottici posteriori hanno un aspetto molto fresco, prevedono luci di posizione, luci freno, frecce e luci targa con tecnologia LED a basso consumo, secondo un effetto tridimensionale omogeneo del conduttore luminoso. Anche all'interno l'Audi S1 presenta molti richiami alla sua natura sportiva, come le bocchette di areazione, dotate di un profilo rosso all'interno, e la parte della console centrale, in colore vettura. I sedili sono avvolgenti e di tipo sportivo, disponibili in opzione anche a guscio e con poggiatesta integrato. Il volante presenta una dotazione di comandi ergonomici e molta tecnologia, tutto a portata di mano sul volante stesso. La strumentazione, di base in un sobrio sfondo grigio, può essere integrata a richiesta con il display a scomparsa da 6,5" del sistema di navigazione MMI Plus. Il tocco finale agli interni dell'Audi S1 è dato dalla pedaliera che è in alluminio, una vera chicca per gli amanti delle auto da corsa. La dotazione di sicurezza attiva e passiva è completissima, e tutto questo concentrato di tecnologia è disponibile in soli 1.400 kg di peso complessivo.

Motorizzazione ed equipaggiamento dell'Audi S1

La carrozzeria sportiva ed accattivante riveste una meccanica raffinata e ben riuscita. Il motore a benzina TFSI 2.000 cc di cilindrata 4 cilindri, dotato di turbocompressore, sviluppa una potenza di 231 cv ed una coppia di 370 Nm, in gran parte già disponibile anche ai bassi regimi. La velocità massima raggiungibile è di 250 Km/h, mentre l'accelerazione da 0 a 100 Km/h avviene in 5,8 secondi per la versione a 3 porte, e solo un decimo in più per la versione sportback. La decisione di sovralimentare il motore anziché aumentarne la cilindrata ha permesso di ridurre le dimensioni e diminuire il peso, mantenendo comunque performance dinamiche e brillanti. Tutta questa potenza è trasmessa alle ruote tramite il sistema Quattro, la trazione integrale permanente sulle quattro ruote, che permette dinamicamente di avere un eccellente controllo in ogni situazione della strada, anche grazie al differenziale autobloccante elettronico. La gestione elettronica della vettura garantisce una continua personalizzazione dei parametri dell'auto, in una dinamica di guida improntata alla sportività. Il cambio manuale è ottimamente rapportato e le 6 marce consentono di avere sempre a disposizione una coppia e una potenza eccellenti. L'assetto della vettura è completamente rivisto rispetto alla A1, nuovi bracci oscillanti all'anteriore e un sistema di tipo multilink al posteriore garantiscono una aderenza eccellente. Lo sterzo elettromeccanico è tarato con una fasatura sportiva e gli ampi freni a disco da ben 310 mm all'asse anteriore garantiscono una frenatura sicura e perfetta. I cerchi in lega da 17" o da 18" lasciano ben in vista i dischi e le pinze freno, disponibili a richiesta verniciate in rosso con logo S. Come in tutte le vetture di casa Audi, la lista degli optional è ampia e consente una eccellente personalizzazione della vettura in base alle esigenze del cliente. Il propulsore dell'Audi S1 è omologato Euro 6, con emissioni di CO2 che si attestano a 162-166 g/Km per la 3 porte, e 166-168 g/Km per la versione Sportback. Si tratta di un motore molto efficiente e dai bassi consumi, che si attestano su 7,0 l/100km nel ciclo combinato. Con questo progetto Audi è riuscita nell'intento di raggiungere la maggior potenza con il minor consumo di carburante possibile.

Il mercato vendite dell'Audi S1

Essendo di fatto una vettura pensata per un pubblico più giovane, Audi S1 è stata equipaggiata con molta tecnologia di interconnessione a smartphone e a sistemi GPS e con un eccellente impianto audio BOSE, che la rendono desiderata e ricercata anche nel mercato delle auto usate. Audi S1 è disponibile con un prezzo di listino base di 31.500 euro, mentre per acquistare la versione sportback sono necessari circa 1.000 euro in più. L'Audi S1 si pone in diretta concorrenza con le vetture similari appartenenti allo stesso segmento auto, tra cui le più determinate sono la MINI in versione John Cooper Works e la Citroën DS3 racing. Il settore delle auto usate di queste piccole supersportive è molto attivo, in quanto si tratta di vetture in grado di creare un appeal maggiore nel pubblico dei giovani, che spesso non possono acquistare una vettura nuova Audi a causa del costo non sempre contenuto.