Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.

Alfa Romeo Sprint

Pro
  • Motori
  • Linea
Contro
  • Spazio
  • Prezzi

Alfa Romeo Sprint: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

Nel 1954 nacque la prima versione della Alfa Romeo Sprint, un modello della casa automobilistica italiana che si è fatto strada nel tempo fino al 1983 con la sua ultima generazione. Nei primi anni la Sprint prendeva la denominazione di “Giulietta” o “Giulia sprint” e venne prodotta fino al 1965. Si tratta di una coupé sportiva nata nel dopoguerra, un veicolo che pose nuovi stimoli al mercato automobilistico dell’epoca. In quegli anni iniziò la motorizzazione di massa e Alfa Romeo fece la sua parte con il modello Giulietta con lo scopo di affacciarsi sul mercato nazionale ed europeo delle auto di grande serie. Continua a leggere

Modelli alternativi

Solo nel 1963 venne presentata la Alfa Romeo Giulia GT, a sostituire la versione precedente. La carrozzeria venne progettata da Giorgetto Giugiaro, un noto designer italiano. La Giulia GT venne presentata nel settembre del ’63 assieme alla nuova linea di montaggio nello stabilimento di Arese e tre giorni dopo arrivò al Salone dell’automobile di Francoforte. L’ultima generazione della Alfa Romeo Sprint fu la Alfasud Sprint, una coupé sportiva nata nel 1976 e prodotta fino al 1989 e che finalmente, dal 1983 prende il solo nome di Alfa Romeo Sprint.

È arrivato il momento di scoprire insieme le dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti della Alfa Romeo Sprint.

Dimensioni Alfa Romeo Sprint

Le dimensioni della Alfa Romeo Sprint sono le seguenti:

  • Lunghezza 4,020 metri
  • Larghezza 1,620 metri
  • Altezza 1,305 metri
  • Passo 2,455 metri

Esteticamente la Alfa Romeo Sprint vera e propria, quindi quella lanciata nel 1983, subì un lieve restyling dalle precedenti versioni. In particolare la maschera è in plastica dura, così come il paraurti anteriore che ha incorporato un piccolo spoiler, mentre su quello posteriore troviamo i retronebbia ed i gruppi ottici posteriori; questi sono stati modificati e prendono una forma trapezoidale e si uniscono al porta targa con una fascia nera in plastica. La carrozzeria della Sprint assume una forma particolare, più squadrata del solito nella parte posteriore, mentre all’anteriore risaltano i fari a forma circolare posti alle estremità.

Concludendo con le dimensioni della Alfa Romeo Sprint è opportuno considerare che la capacità del bagagliaio non è ad alti livelli; siamo circa sui 325 litri. Un dato rilevante invece è il peso della vettura, che sta sotto la tonnellata e si aggira intorno ai 915 kg, il che conferisce alla coupé una leggerezza non da poco. Infine la Alfa Romeo Sprint usciva dallo stabilimento con dei cerchi da 14 pollici, che potevano essere modificati a proprio piacimento aumentando leggermente il diametro.

Interni Alfa Romeo Sprint

Gli interni della Alfa Romeo Sprint emanano la classica essenza italiana, caratterizzati da un design retrò con lo stile degli anni ’80. I sedili sono stati rivisti nell’ultima generazione, con il rivestimento di un panno nero operato bianco nelle zone di appoggio, mentre nelle altre parti in alfatex; gli stessi materiali e combinazioni sono stati riportati per i pannelli porta. La plancia in plastica nera venne ridisegnata e rivista del tutto. Il volante riprendeva una forma particolare; tre razze principali e una sorta di anello con un diametro inferiore che si trova al centro tra il volante e il clacson.

Dietro al volante compare il piccolo cruscotto, dove si intravede il contagiri e l’indicatore di velocità a forma circolare. Il tunnel centrale invece non è del tutto inesistente ma quasi; la leva del cambio infatti si trova in basso in un leggero rialzo. Ovviamente gli interni della Alfa Romeo Sprint non presentano tecnologie particolari o finiture eleganti, ma d’altra parte esprimono al meglio lo stile italiano in un abitacolo vintage e curato allo stesso tempo. Parlando di spazi, l’abitacolo non è certamente paragonabile a quello di una vettura familiare, ma riesce a regalare comunque soddisfazioni, garantendo un comfort di guida non da poco e una buona abitabilità.

alfa-romeo-sprint-l-02.jpg

Motori Alfa Romeo Sprint

La parte più varia e intrigante di questa vettura sono sicuramente i motori della Alfa Romeo Sprint. Sotto il cofano della prima versione si trovava un motore boxer da 1.2 litri a quattro cilindri, che successivamente divenne un 1.3 litri a carburatore doppio, il quale riusciva ad erogare 76 CV. Questo motore veniva abbinato ad un cambio manuale a cinque marce sincronizzato. Nel 1978 al posto del 4 cilindri entrano in scena un motore 1.4 e un 1.5 di cilindrata, entrambi alimentati a carburatore doppio; nel tempo la prima variante divenne la più venduta in Italia, mentre la seconda veniva venduta solo su richiesta.

Questi motori della Alfa Romeo Sprint erogavano rispettivamente una potenza di 79 CV e 84 CV. Un anno dopo, nel ’79, arrivò un aggiornamento e la potenza del motore da 1.4 litri aumenta a 86 CV e 95 CV per il 1.5. Dal 1983 le cose cambiarono e arrivò la versione Quadrifoglio Verde, con un motore 1.5 da 105 CV di potenza massima. Nel 1987 la Quadrifoglio si aggiorna e monta un motore 1.7 da 118 CV che riusciva a garantire una velocità massima di 196 km/h. Dal 1988 questa versione venne affiancata da un’iniezione completamente elettronica.

Motori Alfa Romeo Sprint

Benzina

  • 1.3, 76 CV, cambio manuale, trazione anteriore
  • 1.4, 79 CV, cambio man. Traz ant.
  • 1.5, 84 CV, cambio man. Traz ant.
  • 1.4, 86 CV, cambio man. Traz ant.
  • 1.5, 95 CV, cambio man. Traz ant.
  • 1.5, 105 CV, cambio man. Traz ant.
  • 1.7, 118 CV, cambio man. Traz ant.

Prezzi Alfa Romeo Sprint

La vettura italiana ha segnato la storia della casa automobilistica di Milano, un’auto che tutt’oggi viene ricordata per il suo fascino. Ormai fuori produzione e considerabile un’auto d’epoca, è opportuno considerare che i prezzi della Alfa Romeo Sprint si riferiscano esclusivamente al mercato dell’usato. È difficile constatare una cifra esatta che identifichi la Sprint negli anni della sua commercializzazione, me è ben più interessante valutarne l’andamento ai giorni nostri. La Alfa Romeo Sprint ha visto un’evoluzione nel corso del tempo, passando per diverse generazioni; ebbene, cambiano le generazioni e cambiano di conseguenza i costi.

Dando un’occhiata a quello che propone il mercato dell’usato si nota che le vettura della terza generazioni, le più recenti, costano in media dai 10.000 ai 12.000 euro; il prezzo medio per portarsi a casa una vettura in buono stato e non eccessivamente datata. Le cose si fanno ben diverse invece quando si parla della prima versione, la Giulietta Sprint, ed in questo caso i prezzi della Alfa Romeo Sprint salgono parecchio. In linea di massima le vetture meno costose si trovano sui 40.000 euro, mentre le più gettonate arrivano a toccare i 60.000 euro. Questi prezzi si riferiscono ad una vera e propria auto da collezione, quindi è comprensibile.

Alfa Romeo Sprint: concorrenti e conclusioni

La Alfa Romeo Sprint rappresenta un vero e proprio gioiellino italiano che ha segnato la storia delle automobili, nata nel periodo di massima espansione del settore è riuscita ad affermarsi a tal punto da venire riconosciuta ancora oggi come una valida soluzione in termini di usato. Un design sia esterno che interno molto curato, caratterizzato da uno stile vintage tipico dell’Alfa. Il comfort di guida è in linea con le auto dell’epoca, anche se in termini di spazi non si possono avere troppe aspettative. Molto varia invece la parte dei motori, che offre una vasta possibilità di scelta dalle versioni più “soft” a quelle più aggressive.

Come abbiamo detto è nata nel periodo di massima espansione del settore automobilistico e questo ha portato le altre case a produrre le concorrenti della Alfa Romeo Sprint. Una grande rivale fu la Volkswagen Scirocco, una coupé della casa tedesca prodotta dal 1974. Anch’essa offriva una gamma di motori molto varia e la carrozzeria era molto simile alla Sprint.

Un’altra grande rivale della Alfa Romeo Sprint fu la Renault 17, una coupé francese nata nel 1971, è stat venduta per un totale di 304.856 esemplari è rimasta impressa nella storia della casa automobilistica francese.

FAQ

Quando è nata la Alfa Romeo Sprint?

L’Alfa Romeo Sprint è nata nel 1954 nella sua prima versione, la Giulietta Sprint, per poi evolversi in tre generazioni fino all’ultima nata nel 1983.

Quanto Pesa la Alfa Romeo Sprint?

L’Alfa Romeo Sprint è nota per il suo peso basso che si aggira intorno ai 915 kg.

Quanto costa la Alfa Romeo Sprint?

Sul mercato dell’usato si possono trovare Alfa Romeo Sprint che vanno in media dai 10.000 euro ai 12.000 euro, mentre la prima generazione va dai 40.000 euro ai 60.000 euro per un pezzo da collezione.