Ferrari 512 - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Ferrari 512

Ferrari 512 BB, esempio di stile dalle prestazioni mozzafiato

La sigla Ferrari 512 identifica diversi modelli della produzione della casa automobilistica Ferrari. Inizialmente fu utilizzata per il settore delle corse, con la Ferrari 512 F1, monoposto che gareggiò nel campionato Formula 1 del 1964, e con le Ferrari 512 S e 512 M, prototipi Gruppo 4 che presero parte al Campionato del Mondo Sport Prototipi nel 1970. Nel 1976 la sigla 512 viene impiegata per identificare per la prima volta un'auto di produzione, la Ferrari 512 BB. Il progetto di questa nuova vettura a motore posteriore denominato BB fu sviluppato da Enzo Ferrari in sostituzione della Ferrari 365 GT4 BB. La Ferrari 512 BB aveva un motore 12 cilindri con 5000 cc di cilindrata, come suggerito dal nome stesso. La sua linea, realizzata da Pininfarina, prevede un frontale molto caratteristico, con fanali a scomparsa abbinati ad una stupenda copertura in plexiglass di colore arancione, destinata a diventare una caratteristica distintiva del modello. La parte posteriore è costituita quasi integralmente dall'enorme cofano baule, ricco di sfoghi per l'aria calda proveniente dal motore. All'interno l'ambiente è sportivo e lussuoso. Il motore è un capolavoro dell'arte automobilistica, si tratta di un motore piatto di derivazione F1 a 12 cilindri disposti a V di 180°, con potenza da 360 a 340 cv ed in grado di assicurare prestazioni di velocità massima pari a 285 km/h ed accelerazione bruciante. Fu prodotta in versione a carburatori e in versione dotata di iniezione, denominata Ferrari 512 BBi.

Ferrari 512 TR e Ferrari 512 M, le ultime Ferrari con V12 posteriore

La sigla 512 ritorna 8 anni dopo, nel 1992, ancora per identificare due modelli di Ferrari 5000 a 12 cilindri montato in posizione posteriore, la Ferrari 512 TR (testa rossa) e successivamente la Ferrari F512 M (modificata). Entrambe le vetture erano di derivazione Ferrari Testarossa, che aveva a sua volta sostituito la 512BBi nel 1984. La 512 TR di fatto è un restyling della massiccia, filante e stupenda Testarossa, rinnovata nei cerchi, nei paraurti e negli interni. L'auto è un grado di raggiungere i 314 Km/h e di scattare ad 0 a 100 in soli 4,8" grazie ai suoi 428 cavalli. Nel 1994 la 512 TR viene sostituita dalla F512 M più radicalmente modificata, sia esteticamente che meccanicamente. Esteticamente al posteriore viene rimossa la lunga griglia che copriva i fari nella Testarossa e nella 512 TR. Meccanicamente viene potenziato il motore fino a 440 cv, con prestazioni di velocità massima a 315 km/h. La Ferrari F 512 M è al momento l'ultima Ferrari V12 a motore posteriore, poiché al termine della sua produzione venne sostituita dalla 550 Maranello a motore anteriore, schema tuttora preferito dalla Ferrari per le sue berlinette.

Collocazione delle Ferrari 512 nel settore delle auto usate

Tutte le Ferrari 512 sono ricercate e scambiate nel mercato del collezionismo Ferrari, in particolar modo per la 512 BB, considerata una vettura unica e dalla bellezza sempreverde. Come per molti modelli di Ferrari degli anni '70, anche le 512 stanno vedendo salire il loro valore. Grazie anche al numero esiguo di esemplari prodotti, le Ferrari 512 rappresentano un buon investimento per un'auto usata.