Fiat 124 Spider - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Fiat 124 Spider

Fiat 124 Spider

Fiat 124 Spider prodotta dal 1966 al 1985

Prima che la Fiat diventasse il complesso imprenditoriale inglobante pressoché tutti i marchi automobilistici italiani, molto presente anche nel settore dei veicoli industriali e commerciali e in possesso di quote di partecipazione al gruppo americano Chrysler, i piccoli coupé e cabriolet erano una componente fissa del programma di produzione della casa torinese. Continua a leggere

Trova ora l'auto dei tuoi sogni

Oltre 2,4 milioni di veicoli nel più grande sito internet di annunci auto in Europa.

Fiat 124 Spider - Colore carrozzeria

Soltanto dopo l’acquisto dell’Alfa Romeo, che risale al 1986, le auto sportive con marchio Fiat sono diventate una rarità, in quanto si era deciso che all’interno del Gruppo soltanto l’Alfa Romeo doveva occuparsi di auto sportive. Da quando era stata lanciata la Fiat 1500 Spider, la casa torinese aveva fatto disegnare i suoi cabriolet presso lo studio di progettazione Pininfarina, che realizzava anche carrozzerie complete. La Fiat ha puntato su questa collaborazione anche per il lancio del modello successivo della Fiat 1500, il quale ha completato la nuova serie 124 del 1966 con la Fiat 124 Spider, che verrà realizzata fino al 1985, vale a dire per ben diciannove anni.

Caratteristiche da roadster

Nonostante il nome in comune con le berline e coupé Fiat 124 e alcuni componenti attinti dalle auto della classe media, la Fiat 124 Spider veniva realizzata sulla base di una piattaforma propria, con interasse accorciato a 2,28 metri e una carrozzeria lunga 3,96 metri che veniva fabbricata presso la Pininfarina in versione monoscocca. Con la sua capote in stoffa e le forme lineari con parabrezza dalla pendenza molto ripida, paraurti in cromo e proiettori anteriori di forma circolare, la Fiat 124 Spider sembrava rappresentare la tradizione delle classiche roadster britanniche piuttosto che quella delle auto sportive dai motori potenti e stile che ispira un senso di velocità delle ditte italiane produttrici di auto sportive di alto livello. Ad eccezione dei paraurti leggermente modificati, nel corso dei diciannove anni in cui è stata prodotta la Fiat 124 Spider 2+2 posti ha mantenuto la linea pressoché sempre invariata.

Motorizzazioni proposte dal 1966 al 1985

La Fiat 124 Spider è stata lanciata nel 1966 con un motore da 1,4 litri che sviluppava una potenza di 66 kW (90 CV). In seguito all’introduzione dei nuovi motori dalla cilindrata di 1,6 litri, nel 1979 la potenza era aumentata fino a 78 kW (105 CV). I modelli successivi, con propulsori da 2,0 litri e una potenza fino a 74 kW (100 CV), sono stati commercializzati con il nome di Fiat 2000 Spider. Una versione Abarth della Fiat Spider 124 è stata provvista di un motore da 86 kW (128 CV). Quando nel 1982 questo modello è stato ritirato dal programma, la Fiat 124 Spider è stata fabbricata ancora per altri tre anni presso la Pininfarina con il marchio di quest’ultima. Nel 1983 la Pininfarina ha presentato anche il modello "top" con compressore dalla potenza di 99 kW (135 CV). Mentre le altre Fiat 124 Spider raggiungevano soltanto una velocità massima di 175 km/h, il modello Volumex riusciva ad arrivare a 190 km/h. Poco prima del termine della produzione, avvenuto nel 1985, la casa italiana ha dotato il cabriolet anche di marmitta catalitica.

Accelerazione sportiva grazie al cambio a cinque marce

Una particolarità della Fiat 124 Spider era costituita dal cambio manuale a cinque marce montato già a bordo dei primi modelli, cosa molto insolita negli anni Sessanta per le auto sportive di questa classe d’appartenenza, che però si faceva notare positivamente nella forza di spunto del cabriolet dal peso di appena 1000 chilogrammi. Dal 1979 la Fiat 124 Spider è stata proposta in via opzionale anche con cambio automatico.

Recensioni dei veicoli Fiat 124 Spider

1 Recensioni

4,0