Passa al contenuto principale
Causa lavori di manutenzione attualmente la disponibilità di AutoScout24 è limitata. Questo riguarda in particolare funzioni quali i canali di contatto con i venditori, l’accesso o le modifiche ai veicoli in vendita.
infiniti-q50-front

Infiniti Q50

1 / 3
infiniti-q50-front
infiniti-q50-side
infiniti-q50-back

Pro

  • Sterzo “by wire” preciso e funzionale
  • Comfort e qualità costruttiva di ottimo livello

Contro

  • Freno di stazionamento ancora a pedale
  • Cambio automatico lento

Infiniti Q50 in sintesi

Qui trovi una panoramica generale dell’auto Infiniti Q50 inclusi i dati relativi alle caratteristiche principali, alla motorizzazione, all’equipaggiamento e altre informazioni utili relative al modello dell’auto. Leggi di più

Usato a partire da:
*Prezzo più basso su AutoScout24 nel mese scorso

Infiniti Q50: dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti

La storia di Infiniti è davvero particolare e difficile da comprendere. Il brand di lusso di Nissan, rivale diretto di Lexus (punta di diamante di Toyota), ha avuto un grande successo negli Stati Uniti fin dal suo lancio, nel 1989. Capace di unire l’affidabilità e la robustezza delle vetture Nissan con uno stile e una cura qualitativa superiore, dopo circa 20 anni di consensi crescenti negli States ha tentato l’avventura in Europa dal 2008, ma senza convincere mai a pieno. Uno dei modelli che doveva permettere a Infiniti di fare il salto di qualità anche in Europa era la berlina media Infiniti Q50, rivale diretta di BMW Serie 3, Audi A4 e Mercedes-Benz Classe C. Leggi di più

Ti interessa la Infiniti Q50

Infiniti Q50 usata
Infiniti Q50 offerte concessionario

Tutti gli articoli

E proprio con Mercedes-Benz, come successo per la più piccola Q30, Infiniti ha collaborato per rendere più “europea” la sua Q50. Se infatti il pianale è lo stesso della precedente Infiniti G e della Nissan Skyline venduta sul mercato giapponese, a livello meccanico sono diverse le componenti come motori benzina e Diesel e trasmissioni direttamente derivati dalla Casa della Stella. Nonostante le componenti Mercedes, un interno curato, la presenza del primo sistema di sterzo elettronico su un’auto di serie e uno stile dinamico e lussuoso, Infiniti Q50 non ha convinto, sparendo dal mercato europeo nel 2020 insieme a tutto il brand Infiniti. Ma dietro uno scarso successo commerciale c’è una vettura valida, moderna e dall’ottimo rapporto qualità-prezzo sul mercato dell’usato?

Scopriamo allora dimensioni, interni, motori, prezzi e concorrenti di Infiniti Q50.

Dimensioni Infiniti Q50

Le dimensioni della Infiniti Q50 sono:

  • lunghezza 4,81 metri
  • larghezza 1,82 metri
  • altezza 1,44 metri
  • passo 2,85 metri

Da fuori, Infiniti Q50 evolve i classici stilemi della Casa americana che, da sempre, offre vetture con uno stile personale e dinamico ma senza rinunciare alla giusta dose di cura ed eleganza. La combinazione tra sportività e look premium la ritroviamo già dal frontale, dotato della classica mascherina a clessidra di Infiniti con il logo della Casa al centro, una mascherina sportiva che però unita ai fari sottili ed eleganti e ad un cofano basso e sinuoso regalano un certo portamento alla berlina giapponese. Lateralmente, si fa notare il passo molto lungo, quasi da vettura di segmento superiore, e la linea dei finestrini interrotta nel montante C da una finitura cromata che dona un certo carattere alla vettura.

Più convenzionale la coda, con un terzo volume piuttosto sviluppato, due lunghi fari orizzontali uniti da una finitura cromata dai tratti occidentali e un paraurti molto avvolgente, impreziosito dalla presenza di un doppio scarico sdoppiato su tutte le motorizzazioni, anche sulle Hybrid. Sebbene non sia la più originale delle berline di Segmento C, Infiniti Q50 è piacevole e riuscita, capace di appagare ma anche di non farsi notare troppo con linee eccessivamente sportive. Concludendo con le dimensioni di Infiniti Q50, il bagagliaio è piuttosto capiente con una capacità minima di 500 litri. Non mancano la botola per oggetti lunghi fino a 21 cm, mentre a richiesta si poteva avere anche lo schienale abbattibile, per aumentarne ancora la praticità.

Interni Infiniti Q50

Gli interni di Infiniti Q50 uniscono alcuni dettagli decisamente moderni e tecnologici con un’attenzione alla praticità che si ritrova in alcuni comandi ancora “vecchia scuola” all’interno del suo abitacolo. Le linee sono moderne e piuttosto originali, con una plancia con un disegno a onda davanti al passeggero, e tutte le finiture dell’abitacolo sono impeccabili. Qui non troviamo plastiche dure in stile giapponese, ma materiali morbidi praticamente ovunque e assemblaggi come da tradizione impeccabili. A stupire negli interni di Infiniti Q50 è la stretta e alta consolle centrale, che ospita non uno, ma ben due schermi. Quello superiore, da 8 pollici, è dedicato esclusivamente alla visione del navigatore satellitare, sempre a portata di sguardo. Nella parte bassa, invece, troviamo uno schermo da 7 pollici che permette sia di inserire le destinazioni del navigatore che di comandare clima e sistema multimediale.

Sebbene si possa comandare tutto tramite touchscreen, troviamo sia dei comandi fisici intorno allo schermo secondario per gestire il clima, ma anche un rotore per gestire la visualizzazione dello schermo del navigatore. Dietro il volante, invece, troviamo un quadro strumenti analogico con schermo digitale dallo stile semplice e immediato, forse fin troppo simile ai sistemi visti su altre Nissan. Del resto, negli interni di Infiniti Q50 si possono trovare diversi comandi comuni con altre Nissan, come i comandi sul volante, i devioluci e la leva del cambio. Ci sono però anche comandi esclusivi come le palette del cambio rivestite in pelle, e una qualità di pellami e tessuti eccellenti.

Concludendo con gli interni di Infiniti Q50, lo spazio è ottimo davanti e dietro a livello delle gambe, mentre, per la testa c’è da fare qualche rinuncia. Ottima la posizione di guida, distesa e molto comoda, peccato solo per il vetusto freno a mano a pedale, chiaro retaggio di origine Mercedes-Benz.

infiniti-q50-interior infiniti-q50-seats

Motori Infiniti Q50

Ed infatti analizzando la gamma motori di Infiniti Q50 si possono notare diverse componenti di origine Mercedes. Questa collaborazione è nata in seno alla grande condivisione messa in piedi negli anni ’10 dal Gruppo Renault e dal Gruppo Daimler, e ha permesso a Infiniti di offrire due motori tedeschi a prova di Europa. Il motore più venduto è stato il 2.2d, che altro non è che il famoso 2.1 quattro cilindri turbodiesel della Stella, su Infiniti Q50 capace di 170 CV e 400 Nm di coppia, disponibile sia con cambio manuale a 6 marce che con il classico automatico Mercedes 7G-Tronic e con trazione posteriore o integrale. Per la gamma a benzina, ad aprire le danze ci pensa il 2.0t, il 2.0 quattro cilindri turbo visto su alcune Mercedes-Benz come la A250 per citarne una, capace di 211 CV e 350 Nm di coppia, mentre al top della gamma è arrivata l’adrenalinica 3.0t. Qui troviamo un 3.0 V6 biturbo sviluppato da Nissan (è lo stesso montato sulla attuale Nissan Z, non importata in Europa), capace di 405 CV e 475 Nm di coppia, capace di portare la Q50 da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi.

A concludere la gamma motori di Infiniti Q5 ci pensa infine una versione ibrida, la Hybrid, dotata di un 3.5 V6 aspirato (lo stesso della 350Z e delle precedenti G35) accoppiato ad un motore elettrico da circa 70 CV: insieme, erogano 364 CV e 546 Nm di coppia, per uno 0-100 km/h coperto in soli 5,1 secondi, più veloce che sulla 3.0t. Per il resto, il pianale è il Nissan FM a trazione posteriore, condiviso con le precedenti Infiniti G e con la Nissan Skyline, mentre sotto il cofano la più grande novità è il sistema DAS, uno sterzo elettronico privo di un vero e proprio collegamento fisico alle ruote (c’è ovviamente un piantone di emergenza, ma si attiva solo in caso di guasto al sistema principale). In grado di autoregolarsi a seconda delle velocità (in città lo sterzo è leggero, il contrario quando si affronta una curva in modalità piede pesante) con oltre 1.000 impercettibili regolazioni al secondo, il DAS è stato aggiornato sul MY18 per lavorare in sintonia con il mantenitore attivo di corsia (Active Lane Control) così da mantenere la linea di carreggiata in autonomia una volta attivato il tasto “magico” sulla razza destra del volante.

Motori Infiniti Q50

Benzina

  • 2.0t, 2.0 quattro cilindri turbo, 211 CV, cambio automatico a 7 marce, trazione posteriore
  • 3.0t, 3.0 V6 biturbo, 405 CV, cambio automatico a 7 marce, trazione posteriore

Diesel

  • 2.2 diesel, 2.1 quattro cilindri turbodiesel, 170 CV, cambio manuale a 6 marce o aut. a 7 m., traz. post.
  • 2.2 diesel AWD, 2.1 quattro cilindri turbodiesel, 170 CV, c. manuale a 6 marce o aut. a 7 m., traz. int.

Ibrida

  • Hybrid, 3.5 V6 aspirato benz.+mot.el., 364 CV, cambio automatico a 7 marce, traz. posteriore
  • Hybrid AWD, 3.5 V6 aspirato benz.+mot.el., 364 CV, cambio automatico a 7 marce, traz. integrale

Prezzi Infiniti Q50

Il listino prezzi di Infiniti Q50, durante la sua commercializzazione, partiva da poco sotto i 40.000 euro per la versione d’accesso in allestimento Premium con motore 2.2d da 170 CV e cambio manuale, e che saliva fino a 54.400 euro per le top di gamma Sport Tech con trazione integrale e cambio automatico. Al top della gamma Q50 si trovavano la goduriosa 3.0t con motore V6 da 405 CV, offerta a 59.900 euro, e la più economica ibrida, che partiva da 51.900 euro. Si trattava già all’epoca di prezzi concorrenziali, che permettevano a Q50 di rapportarsi con potenze e dotazioni da premium alle versioni d’attacco da neanche 140 CV delle rivali più costose.

E oggi, questo ottimo rapporto qualità-prezzo è stato ulteriormente valorizzato dai prezzi di Infiniti Q50 sul mercato dell’usato. A causa dell’abbandono di Infiniti dal mercato europeo (la manutenzione può essere effettuata senza problemi dalle officine autorizzate Nissan) e dallo scarso successo commerciale nonché dalla poca conoscenza di questa vettura, Infiniti Q50 ha visto abbassarsi molto i suoi prezzi, diventando parecchio appetibile. Possono bastare meno di 14.000 euro per portarsi a casa una Infiniti Q50 con motore 2.2 diesel e cambio automatico, con gli esemplari Euro 6 con meno di 4 anni di vita che arrivano a meno di 25.000 euro con pochi km e molto ben accessoriati. Per una Q50 a benzina o ibrida, invece, la ricerca è molto più complicata in quanto ne vennero venduti davvero pochi esemplari.

Infiniti Q50: concorrenti e conclusioni

Poco compresa quando è stata venduta, Infiniti Q50 è una vettura che, se superati i dubbi sul brand poco conosciuto ma con alle spalle una Casa longeva e nota come Nissan, può offrire uno stile sportivo ed elegante, un’ottima posizione di guida, tanto comfort e uno sterzo che, sulle prime, può dare dei dubbi per la sua natura “by wire” senza comandi meccanici diretti, ma che convince per la funzionalità e l’unione con i sistemi di assistenza alla guida più avanzati. Gli interni ben realizzati e con solo qualche scivolone come il freno a mano a pedale, la silenziosità e il comfort di marcia, uniti all’autonomia monstre di oltre 1.200 km per le versioni Diesel grazie al serbatoio da 80 litri rendono Q50 una vera stradista, adatta sia a chi viaggia tanto per lavoro sia a chi vuole godersi un viaggio confortevole e rilassante con la famiglia. Certo, non è perfetta: la soluzione a doppio schermo è tanto appariscente quanto non sempre molto pratica, il cambio automatico 7G-Tronic di origine Mercedes è lento e poco “intelligente” nel capire le diverse situazioni e, rispetto ad alcune concorrenti, Infiniti Q50 è comoda per quattro ma per cinque costringe a diverse rinunce.

Nonostante questi limiti, però, Infiniti Q50 è una berlina moderna, completa e originale, diversa dalle solite tedesche, e soprattutto ai prezzi a cui è facilissimo trovarla oggi diventa un’automobile molto appetibile per chi cerca comfort, una bella guida, tecnologia e un interno tecnologico e ben rifinito al prezzo di una compatta media usata. Concludiamo citando le concorrenti di Infiniti Q50, con le più agguerrite rappresentate ovviamente dalle tedesche Audi A4 B8, BMW Serie 3 F30 e Mercedes-Benz Classe C W204, mentre non vanno dimenticate le outsider Jaguar XE e la “nostra” Alfa Romeo Giulia, riferimento per quanto riguarda il piacere di guida.

FAQ

Quanto è lunga Infiniti Q50?
Infiniti Q50 arriva a misurare 4,81 metri di lunghezza.
Quanto costa una Infiniti Q50?
Da nuova, Infiniti Q50 era offerta a partire da 39.900 euro. Oggi, invece, per una Q50 con motore Diesel bastano meno di 15.000 euro per un esemplare in buone condizioni e con meno di 150.000 km.
Che motore monta la Infiniti Q50?
Infiniti Q50 è stata offerta con un motore Diesel di derivazione Mercedes, il 2.2d da 170 CV, con due motori a benzina, il 2.0t turbo da 211 CV e il 3.0t top di gamma da 405 CV, nonché una versione ibrida, la Hybrid con motore 3.5 V6 a benzina unita ad un motore elettrico da 364 CV.

Valutazioni sul veicolo per Infiniti Q50

1 Valutazioni

5,0

Altri collegamenti

Più dettagli