Passa al contenuto principale

Jaguar X-Type - comprare o vendere auto usate o nuove - AutoScout24

Jaguar X-Type

Colore carrozzeria

Jaguar X-Type: primo modello della classe media della casa produttrice di auto di lusso


Con la Jaguar X la casa britannica, nota come produttrice di auto di lusso di grande tradizione, nel 2001 ha proposto per la prima volta un veicolo della classe media. Ormai passata di proprietà al Gruppo indiano Tata, la casa britannica ha sviluppato il suo primo modello di piccole dimensioni sotto la regia dell’ex proprietaria Ford. Mentre il design riprendeva le forme della carrozzeria delle Jaguar XJ della classe superiore, dimostrando così figlia del suo marchio, l’apparato tecnico proveniva dalla Ford Mondeo. Nello stesso periodo in cui veniva lanciato il tipo X, erano previsti altri due debutti. Due anni dopo l’inizio della produzione, la casa britannica ha infatti proposto per la prima volta un’auto dotata di motore Diesel quattro cilindri, e nel 2004 con la Jaguar X Estate è stata presentata la prima SW. Con l’ingresso in programma dei motori Diesel dai consumi più bassi in assoluto la Jaguar è riuscita a sollevare le sorti delle vendite del tipo X, fino a quel momento un po’ assopite.


Inizio della serie X bel 2001 con la berlina a trazione integrale


Nel 2001, anno in cui è stata avviata la produzione, la Jaguar X è stata proposta inizialmente soltanto in versione berlina a trazione integrale. Il programma delle motorizzazioni prevedeva i grossi motori V6 dalla cilindrata di 2,5 e 3,0 litri che sviluppavano una potenza tra 144 kW (196 CV) e 170 kW (231 CV), portando quindi le berline ad una velocità massima di 235 km/h. Il modello “top” da tre litri compiva lo sprint da 0 a 100 km/h in sette secondi consumando in media 10,5 litri di benzina super (pari a 249 g/km di CO2). Come Successivamente è stato aggiunto in programma come motore iniziale un propulsore V6 dalla cilindrata di 2,0 litri e una potenza di 115 kW (156 CV). In seguito all’intervento di lifting del 2007, che ha apportato qualche ritocco nelle porzioni anteriore e di coda, è stato proposto soltanto ancora il modello da 3,0 litri, disponibile sia per la berlina che per la SW. Le Jaguar X più nuove in versione a benzina erano disponibili esclusivamente con cambio automatico a cinque marce.


SW e Diesel completano il programma


Due anni dopo il lancio sul mercato, la Jaguar X è stata proposta per la prima volta anche con trazione anteriore combinata con il motore Diesel “new-entry” del programma. Inizialmente era possibile scegliere tra un propulsore da 2,0 litri e 96 kW (130 CV) e un motore ad accensione spontanea dalla cilindrata di 2,2 litri e una potenza di 114 kW (155 CV), che raggiungeva una velocità massima di 220 km/h compiendo lo sprint da 0 a 100 km/h in appena nove secondi. La ditta produttrice dichiarava un consumo medio di 6,0 litri di gasolio, equivalenti ad un’emissione di CO2 di 159 g/km. Dal 2007 il piccolo motore Diesel da 2,0 litri è stato eliminato dal programma e la potenza del grosso propulsore è stata modificata a 107 kW (145 CV). Sui modelli Diesel era possibile far montare un cambio manuale a sei marce oppure il cambio automatico a sei marce proposto dall’equipaggiamento optional.


Recensioni dei veicoli Jaguar X-Type

23 Recensioni

4,6