Alfa Romeo 156

Alfa Romeo 156

Alfa Romeo 156

Per quanto riguarda la variante a benzina, si può scegliere fra la versione da 1,6 litri, quella da 1,8 litri o quella da 2,5 litri a sei cilindri con 190 CV.

Come turbodiesel l'Alfa 156 sa convincere gli amanti della guida sportiva con fino a 175 CV (modello 2,4 JTD). A chi questi esemplari modello di design italiano del motore (ovvero design da vettura sportiva) non bastano ancora, viene offerta con l'Alfa 156 GTA da 250 CV una variante di potenza maggiore. Naturalmente tutti i modelli dell'Alfa 156 forniscono anche alle alte velocità la più elevata stabilità di guida possibile e una maneggevolezza ineccepibile. Allo stesso tempo l'Alfa 156, come quasi tutti i modelli del marchio AlfaRomeo, rispetto ad altre automobili di classi simili come per esempio l'Audi A4, offre tutti i comfort che si possono attendere da una berlina di media categoria - soprattutto la versione di lusso conquista con il classico design italiano in mogano e pelle.

Naturalmente anche questo modello di punta mette a disposizione innumerevoli optional in fatto di comodità dei comandi, dalle luci interne fino alla regolazione elettrica dei sedili, tutti di serie. Anche nell'ambito della sicurezza soddisfa tutti i requisiti - nell'abitacolo sono presenti sei airbag di serie e, grazie all'ESP, il veicolo è all'avanguardia anche nella tecnologia di guida. Non ultimo, l'Alfa 156, soprattutto nella versione station wagon, è in grado di accogliere un'intera famiglia, bagagli compresi. Se si ribaltano i sedili posteriori, il bagagliaio dell'Alfa Sportwagon raggiunge un volume di oltre 1.000 litri.

Un'auto per tutte le occasioni. Ciò rispecchia sicuramente la natura dell'Alfa Romeo 156, anche se non se ne possono tacere alcuni sporadici difetti. Nei test sono stati lamentati soprattutto i guasti dell'elettronica, sia nell'abitacolo che nel motore. In alcuni esemplari non è raro che l'ABS qualche volta non funzioni. Lo stesso vale per l'apertura improvvisa dei finestrini posteriori.