Chevrolet Captiva - vendo e cerco usato o nuovo - AutoScout24

Trova la tua auto da sogno

Offerte per la tua ricerca

Offerte per la tua ricerca

Chevrolet Captiva: progetto comune di GM e Daewoo

Di fatto gli Sport Utility Vehicles (SUV) sudcoreani erano appannaggio della Hyundai che, con i modelli Galloper e Sportage dell’affiliata Kia, aveva presentato già all’inizio degli anni Novanta veicoli idonei per l’uso sia su strada che fuori strada. Viceversa la casa coreana Daewoo si è concentrata su utilitarie e vetture compatte, nonché sulla costruzione di berline della classe media. Quando nel 2002 il Gruppo americano General Motors (GM) ha acquisito la maggioranza delle quote Daewoo, i nuovi proprietari hanno deciso di sviluppare insieme ai sudcoreani un nuovo modello per il mercato crescente dei SUV.


Chevrolet Captiva e Opel Antara accomunate dagli stessi antenati

I progettisti sono partiti da un’auto Concept che la GM aveva presentato nel 2004 come studio con il marchio Chevrolet, ideata sulla base della piattaforma di costruzione di un altro sviluppo della GM. Nel 2006 è partita la produzione del nuovo SUV presso la sede GM Daewoo sudcoreana e lo stabilimento GM situato in Russia. In Asia questo crossover compatto è stato lanciato con il nome Daewoo Winstorm, mentre in Europa si chiamava Chevrolet Captiva. Attraverso qualche leggera modifica al design della carrozzeria e alla configurazione dell’abitacolo, la GM Daewoo ha realizzato contemporaneamente sulla base della Captiva un SUV compatto, proposto in Europa come Opel Antara.


Chevrolet Captiva cinque e sette posti

Questa macchina, lunga circa 4,64 metri e alta 1,72 metri, è stata prodotta con due diversi equipaggiamenti interni in versione cinque posti  o anche sette posti con divano posteriore supplementare, a scelta con trazione integrale inseribile o trazione anteriore. A seconda della versione, la Captiva era dotata di un cambio a cinque marce manuale o automatico. Sistema elettronico di stabilizzazione ESC, ABS ed airbag anteriori e laterali erano compresi nell’equipaggiamento di serie. Nel crashtest Euro questo SUV ha totalizzato quattro stelle su cinque. Sui modelli a trazione integrale sono stati previsti un assistente di frenata, un sussidio per marcia in discesa e un dispositivo di controllo trazione, che rendono l’auto idonea anche per la marcia fuori strada.


Due motori a benzina a scelta

Per la Chevrolet Captiva sono stati proposti tre diversi motori Diesel e a benzina. Il modello “top” era dotato di un propulsore a benzina da 3,2 litri della ditta australiana Holden affiliata al Gruppo GM, che sviluppava una potenza di 169 kW (230 CV). A bordo della versione sette posti era disponibile esclusivamente un cambio automatico combinato con trazione anteriore. Il veicolo raggiungeva una velocità massima di 204 km/h e compiva lo sprint da 0 a 100 km/h in 8,8 secondi. La ditta produttrice dichiarava un consumo medio di 11,5 litri, equivalente ad un’emissione di CO2 di 264 g/km. Sul modello iniziale a trazione anteriore la GM Daewoo montava un quattro cilindri dalla cilindrata di 2,4 litri e 100 kW (136 CV), con cui la Captiva raggiungeva una velocità massima di 185 km/h. Questi motori conformi alla norma Euro 4 consumavano in media 8,9 litri di carburante (pari a 217 g/km di CO2). In questa versione di motorizzazione il SUV era disponibile trasformato per la propulsione a gas (gpl), che consentiva di ridurre l’emissione di CO2 a 192 g/km.


Trazione anteriore e integrale con il motore Diesel

La Chevrolet Captiva Diesel era dotata di un propulsore Common Rail da 2,0 litri, che poteva essere combinato con una trazione sia anteriore che integrale. Nella versione di base questo motore turbo da 110 kW (150 CV) consumava in media 7,2 litri di gasolio (pari a 191 g/km di CO2). La velocità massima raggiunta era di circa 184 km/h. Per l’accelerazione da 0 a 100 km/h questo motore ad accensione spontanea combinato con trazione anteriore impiegava 10,8 secondi, mentre con trazione integrale fino a 12,2 secondi. Per questi modelli Diesel il filtro anti particolato non era compreso nel corredo di serie.


Mehr anzeigen